Regione, Forlanini: al via sito per consultazione on line . Zingaretti,"scriviamo insieme ai cittadini il futuro dell'area"

La Regione Lazio ha lanciato una consultazione pubblica per conoscere le idee e le  priorità dei cittadini per orientare al meglio la riqualificazione e il rilancio dell’ex complesso ospedaliero “Carlo Forlanini”.

Forlanini

La Regione Lazio ha lanciato una consultazione pubblica per conoscere le idee e le priorità dei cittadini per orientare al meglio la riqualificazione e il rilancio dell’ex complesso ospedaliero “Carlo Forlanini”.

E’ possibile partecipare registrandosi sul sito www.regione.lazio.it/forlanini e votare il sondaggio sulle destinazioni possibili di valorizzazione di parte di quest’area che si estende tra l’XI e il XII Municipio. Gli ambiti su cui è possibile esprimersi sono quelli previsti dal Piano Regolatore del Comune di Roma per quanto riguarda i servizi pubblici di livello urbano (sociosanitari, culturali, relativi all’ordine pubblico e alla sicurezza oltre alla possibile destinazione per sedi amministrative pubbliche e sedi universitarie).

“Il progetto di valorizzazione del Forlanini - ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - è arrivato a un punto di svolta: i cittadini sono chiamati a dare il loro contributo attraverso una consultazione on line da oggi attiva per scrivere insieme il futuro dell’area che resterà pubblica”.

“La Regione Lazio - ha spiegato l'Assessore al Bilancio, Demanio e Patrimonio, Alessandra Sartore - ha aderito al progetto dell’Agenzia del Demanio e del Ministero dell’Economia e delle Finanze “Proposta immobili” che coinvolge le pubbliche amministrazioni in operazioni di valorizzazione, riuso o dismissione del proprio patrimonio immobiliare mantenendo la finalità pubblica di utilizzo. Attraverso questo progetto, - ha sottolineato l'Assessore - sono ipotizzabili 250 milioni di euro per il recupero dell’ex complesso Carlo Forlanini nel rispetto del vincolo storico-artistico al fine di far rinascere l’area offrendo servizi di pubblica utilità”.

URBANISTICA; ABBRUZZESE (FI): LAVORARE PER MIGLIORARE PL RIGENERAZIONE URBANA

"Lunedì approderà in aula del consiglio regionale la proposta di legge sulla rigenerazione urbanA. Vogliamo lavorare per migliorare questa normativa, come fatto in parte durante le sedute di commissione. Lo scopo è quello di riuscire a dare una risposta alle molte aziende del settore edilizio che ancora vivono momenti difficili a causa dal perdurare della crisi che ha colpito particolarmente questo settore". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio.

"All'interno della disciplina che punta a migliorare il patrimonio edilizio del Lazio e riqualificare la città pubblica, approvata in questi giorni dalla Commissione urbanistica sono stati recepiti e approvati quattro emendamenti presentati dal sottoscritto e dai colleghi del Gruppo FI, Aurigemma, Palozzi e Simeoni, in grado di migliorare in modo tangibile un provvedimento importante che sancirà quello che accadrà alla scadenza del "piano casa" fissata, appunto, il 1 giugno 2017".

"Il testo elaborato dalla giunta era senz'altro migliorabile, abbiamo, dunque dato il nostro contributo ai lavori in Commissione riuscendo ad apportare alcune modifiche importanti. Ma non ci fermeremo qui. In aula saranno proposti altri interventi per far si che questa proposta di legge possa dare veramente delle risposte ai bisogni e alla salvaguardia dei territori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Nell'articolo 2 denominato Rigenerazione urbana il comma 2 è stato sostituito dalla nostra proposta relativa al fatto che la realizzazione dei programmi è subordinata all'esistenza, adeguamento o realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria di cui al Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, ed alla dotazione o integrazione degli standard urbanistici di cui al d.m. 1444/1968.

Inoltre nelle finalità della p.l è stata recepita un'altra modifica sostanziale: gli interventi di cui alla presente legge sono consentiti, nelle porzioni di territorio urbanizzate, su edifici legittimamente realizzati o per i quali sia stato rilasciato il titolo abilitativo edilizio in sanatoria.

Auspico che la proposta di legge venga presto calendarizzata in consiglio regionale, sia per apportare ulteriori migliorie al testo e sia per accorciare i tempi di una vacanza legislativa che sicuramente ci sarà tra la scadenza del Piano Casa e l'entrata in vigore del presente testo". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento