Regione, il “collegato” e’ all’esame del consiglio regionale

Con la relazione dell’assessore al Bilancio, Sartore, sono iniziati i lavori d’Aula per le “Disposizioni per la semplificazione, la competitività e lo sviluppo della Regione”

aula-consiglio-regionale-del-lazio3

Con la relazione dell’assessore al Bilancio, Sartore, sono iniziati i lavori d’Aula per le “Disposizioni per la semplificazione, la competitività e lo sviluppo della Regione”

Con la relazione introduttiva dell’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, e l’intervento del presidente della commissione Bilancio, Simone Lupi, si sono aperti i lavori del Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Daniele Leodori, per l’esame del cosiddetto “collegato” alla legge di Bilancio. La proposta di legge regionale n. 338, d’iniziativa della Giunta, “Disposizioni per la semplificazione, la competitività e lo sviluppo della Regione”, così come è stato emendato la scorsa settimana dalla commissione Bilancio, è approdata nell’Aula consiliare con 701 emendamenti e 75 subemendamenti. Il collegato modifica la legislazione regionale in molte materie e prevede stanziamenti per circa di 55 milioni di euro nel triennio 2016-2018.

Nei loro interventi, sia Sartore che Lupi hanno ripercorso i passaggi salienti dei lavori in commissione Bilancio, da cui il provvedimento ha ottenuto il parere favorevole, a maggioranza. L’assessore Sartore ha ricordato le numerose audizioni con le parti sociali, gli organismi sindacali e datoriali e con tutti gli assessori. “In linea con i precedenti provvedimenti esaminati dalla medesima commissione – ha proseguito l’assessore Sartore – il provvedimento è stato oggetto di un esame attento e accurato che ha apportato al testo base talune soppressioni o stralci di disposizioni, nonché numerose modifiche, non ultima l’introduzione di articoli aggiuntivi presentati sia dalla maggioranza che dall’opposizione”.

E infatti in commissione Bilancio sono stati approvati 122 emendamenti. Tra questi, quattro articoli aggiuntivi d’iniziativa consiliare: sull’estinzione delle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza (Ipab) che risultino inattive; sulla “tariffazione puntuale” dei rifiuti; sul sostegno al reddito ai soggetti a rischio di esclusione sociale; sulle disposizioni relative al segretario generale della Giunta.

“Il provvedimento che si compone di 26 articoli – ha spiegato Sartore - si inserisce nell’alveo dell’ampia e complessa attività di semplificazione, snellimento, razionalizzazione e aggiornamento dell’ordinamento regionale, iniziata con la legge 28 giugno 2013, n. 4 (cd. spending review regionale, ndr)”.

“Composta di cinque capi – ha proseguito l’assessore al Bilancio - la proposta di legge regionale n. 338 contiene disposizioni per lo più di carattere organizzatorio e ordinamentale, che intervengono in diversi settori di competenza, per i quali la Regione può e deve essere veicolo di crescita e sviluppo. Ovvero: in materia di organizzazione e semplificazione amministrativa, servizi socioassistenziali, norme in materia di ambiente, sviluppo e competitività, norme in materia di patrimonio immobiliare agricolo, disposizioni urbanistiche”.

Dal canto suo, Lupi ha parlato di un testo “di vitale importanza, significativo e complesso, arrivato in discussione in Aula sicuramente migliorato attraverso l’importante contributo offerto sia dalle istituzioni e le organizzazioni audite, sia dal proficuo lavoro che è stato fatto in Commissione da parte di tutti i commissari. A loro – ha concluso il presidente della commissione Bilancio - e ai membri della Giunta che incessantemente hanno seguito i lavori della passata settimana, va il mio sentito ringraziamento”.

Prima dell’inizio della discussione generale sulla pl 338, il dibattito nell’Aula si è spostato sul tema della mancata pubblicazione delle graduatorie per l’apertura di nuove farmacie.

Il presidente Leodori ha aggiornato i lavori del Consiglio alle ore 19.

BUSCHINI: "PUBBLICATO REGOLAMENTO BONUS OCCUPAZIONALE PER FROSINONE E RIETI" PREVISTO UN BONUS FINO A 8 MILA EURO PER CHI ASSUME A TEMPO INDETERMINATO

“E’ stato pubblicato dalla Regione Lazio il regolamento relativo al bonus occupazionale, fino a 8mila euro, per i lavoratori disoccupati residenti in uno dei Comuni del territorio della Province di ‎Frosinone e Rieti privi di un impiego regolarmente retribuito nei sei mesi precedenti all’assunzione. L’Avviso pubblico è rivolto a privati datori di lavoro, a prescindere dalla circostanza che assumano o meno la natura di imprenditore, che stipuleranno contratti a tempo indeterminato fino al 15 giugno del 2017. Le risorse finanziarie per il presente Avviso sono pari a 4milioni di euro. Le domande di erogazione del contributo dovranno essere presentate dalle ore 9.00 del 20 settembre 2016. Per informazioni o chiarimenti sull'avviso possono essere inoltrate richieste all'indirizzo mail: incentivofseFR-RI@regione.lazio.it”. Lo dichiara in una nota l’Assessore Regionale Mauro Buschini.

“La Regione Lazio, grazie anche al Lavoro dell'assessore Valente, continua a fare la sua parte – ha spiegato Buschini – investendo risorse e mettendo in campo opportunità importanti per aprire una nuova fase sull’occupazione. Siamo assolutamente consapevoli che questo tipo di interventi non rappresentano la soluzione a tutte le problematiche, ma lo sviluppo riparte se si mettono insieme azioni specifiche e l’obiettivo delle nostre politiche è mettere al centro la persona accompagnando chi ha perso il lavoro verso nuove opportunità. Il bonus occupazionale può garantire, già nell’immediato, risposte al nostro territorio. Questo provvedimento specifico per le province di Frosinone e Rieti, rappresenta, dunque, un’occasione da cogliere per continuare a dare slancio all’occupazione fornendo risposte concrete ai disoccupati e favorendo la ricollocazione nel mercato del lavoro per chi è in difficoltà”.

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, SIMEONE (FI): “CHIESTO IMMEDIATO RIPRISTINO DELLE CORSE DEI BUS COTRAL A FORMIA NEI GIORNI FESTIVI”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una decisione scellerata, catapultata sulla testa dei cittadini nell’arco di poco più di ventiquattro ore, che penalizza fortemente la città di Formia e tutto il sud pontino. Questa è l’unica sintesi possibile che fa seguito alla scelta, effettuata dalla Cotral, di sopprimere tutte le domeniche di agosto, ed esattamente nel periodo compreso tra il primo agosto e il 15 settembre, le corse da Itri, Minturno, Fondi, Monte San Biagio, Castelforte, Cassino, Lenola, Santi Cosma e Damiano per Formia. In questo modo è stata isolata la città. Sono stati privati i cittadini della possibilità di muoversi. Si sta causando un danno sul piano economico e turistico incalcolabile e proprio nella stagione estiva quando centinaia di persone si riversano sulle coste del sud pontino e a Formia trovano lo snodo, ferroviario e l’accesso ai collegamenti con le isole di Ponza, Ventotene e Palmarola. Convinto che gli orari imposti da Cotral in questo periodo debbano essere da subito rivisti e che le corse nei giorni festivi nel sud pontino debbano essere ripristinate ho inviato una nota all’assessore regionale alla Mobilità, Michele Civita, e al presidente della Cotral Spa, Amalia Colaceci, perché rivedano immediatamente tale scelta rendendo nuovamente operativo il servizio di trasporto pubblico locale evitando il vergognoso isolamento della città di Formia e dei suoi cittadini”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Frosinone usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento