Regione, lavoro: Valente, ’32 mln per sostegno al reddito’

Interventi per sostegno a dipendenti imprese in crisi e quelle danneggiate dal sisma

giunta-regione-lazio

Interventi per sostegno a dipendenti imprese in crisi e quelle danneggiate dal sisma

Oltre 32 milioni di euro a tutela del reddito dei lavoratori delle aziende in crisi nella Regione Lazio. E' quanto prevede l'accordo siglato nella sede della Giunta regionale tra l'assessore al Lavoro, Pari opportunità e Personale, Lucia Valente, le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali.

"Sono risorse economiche supplementari – spiega Valente - a sostegno del reddito dei lavoratori, previste dal recente decreto legislativo 185/2016. Il decreto ci consente di estendere la cassa integrazione e la mobilità in deroga oltre la data del 31 dicembre 2016 utilizzando i risparmi delle annualità 2014-2015-2016. Grazie all'accordo siglato in Regione, potremo intervenire in favore dei dipendenti delle imprese in crisi nel Lazio. Abbiamo deciso di sostenere in particolare le aziende danneggiate dal sisma del 24 agosto scorso e i lavoratori delle imprese localizzate nelle aree dichiarate di crisi complessa di Rieti e Frosinone. L'intesa prevede, inoltre, una stretta connessione fra la tutela del reddito e le politiche attive del lavoro che saranno promosse in accordo con le Parti sociali. Quest’ultimo aspetto è certamente l’elemento qualificante e innovativo dell’intesa raggiunta" conclude Valente.

BUSCHINI: "32 MILIONI PER IL SOSTEGNO AL REDDITO OTTIMA NOTIZIA LA PROVINCIA DI FROSINONE"

"L'accordo odierno tra Regione Lazio, sindacati e associazioni datoriali per il sostegno al reddito dei lavoratori delle imprese in crisi, che comprende anche l'intera Provincia di Frosinone, rappresenta un risultato importante per il territorio. Avere individuato Frosinone come area di crisi complessa ha, di fatto, agevolato questo tipo di percorso. Grazie all'intesa raggiunta, infatti, interveniamo con 32 milioni di euro attraverso una misura straordinaria pensata per dare ossigeno in particolare alle aziende di Frosinone, Rieti e quelle nelle aree colpite dal sisma. Si dà seguito al DL 185/2006 grazie al finanziamento di un ulteriore anno di cassa integrazione e mobilità in deroga in scadenza. Si tratta di una risposta concreta della Regione: un plauso all'azione dell'assessore Valente". Lo dichiara in una nota l'assessore regionale Mauro Buschini

BIANCHI, 32 MLN PER LAVORATORI SONO RISPOSTA CONCRETA DELLA REGIONE A CRISI OCCUPAZIONALE. DOPO DEFINIZIONE AREA DI CRISI COMPLESSA, NECESSARIO ACCELERARE SU PIANO DI RICONVERSIONE INDUSTRIALE

32 milioni di euro per il sostegno al reddito per i dipendenti delle aziende in crisi e il reinserimento dei lavoratori. E’ questo il risultato portato a casa dalla Regione Lazio con l'accordo siglato dall'Assessore al Lavoro Valente insieme ai sindacati a seguito del riconoscimento di area di crisi complessa della Provincia di Frosinone. Le risorse potranno essere spese in via prioritaria, oltre che per le aree terremotate, per le province di Frosinone e Rieti. Si interverrà con l'estensione di un anno sia della cassaintegrazione e che della mobilità, oltre a interventi di politica attiva per il reinserimento lavorativo.

Al di là delle tante polemiche, molte volte strumentali di chi alza i toni senza avanzare proposte, e delle giuste preoccupazioni di chi non trova lavoro o rischia di perdere il reddito, la Regione dimostra di saper ascoltare i territori e fare tutto il possibile per combattere l’emergenza. Certo, il problema occupazionale resta, ma questo intervento, insieme ai 400 bonus assunzione attivati e al progetto industriale da 48 milioni legato all’Accordo di Programma dimostrano che è possibile invertire la rotta.

I prossimi anni saranno decisivi, e dovremmo essere bravi a mettere in campo un piano di riconversione industriale per la Provincia di Frosinone in grado di dare lavoro. Il riconoscimento dell'area di crisi complessa ci permette di accelerare in questo progetto ed accedere a nuove risorse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Daniela Bianchi, consigliera Regionale indipendente del gruppo "SI-SEL" del Lazio commenta la sigla delll'accordo tra l'assessore al Lavoro, Pari opportunità e Personale, Lucia Valente, le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali legato al decreto legislativo 185/2016 legato alla definizione di Area di Crisi Complessa della Provincia di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento