menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, le eccellenze agroalimentari sbarcano in Canada: a Toronto gli spazi vendita con oltre 160 prodotti del territorio laziale

Inaugurati a Toronto i primi corner “Buonissimo! Taste, quality and traditions from Lazio”, spazi di vendita inseriti all’interno di negozi e supermercati di alta gamma e dedicati ai prodotti agroalimentari del Lazio.

Inaugurati a Toronto i primi corner "Buonissimo! Taste, quality and traditions from Lazio", spazi di vendita inseriti all'interno di negozi e supermercati di alta gamma e dedicati ai prodotti agroalimentari del Lazio. Tra questi, olio extravergine di oliva e alimenti derivati, prodotti da forno e di pasticceria, pasta e farine, alimenti in scatola e conserve di vario genere. Sono 84 le imprese del Lazio coinvolte nel progetto "Buonissimo!", un'iniziativa di promozione delle produzioni della filiera dell'agroindustria sul territorio canadese, realizzata dalla Regione Lazio, attraverso Lazio Innova, in collaborazione con l'Arm (azienda speciale della Camera di Commercio di Roma), l'Arsial (Agenzia regionale per la promozione dell'Agricoltura del Lazio), la Cna Roma e Lazio e la Camera di Commercio Italiana in Ontario. Oltre 160 prodotti di eccellenza vengono promossi nel quadro della missione istituzionale, in corso questa settimana a Toronto - principale metropoli canadese e capitale della Provincia dell'Ontario - e guidata dall'assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani. "Finalmente le tante eccellenze del Lazio iniziano a essere conosciute come meritano sui mercati internazionali e, in particolare, in quei Paesi in cui è presente e si va sempre più affermando una classe di consumatori attenta alla qualità degli alimenti e pertanto in grado di apprezzare il valore dei nostri prodotti - ha dichiarato l'assessore Fabiani - Questo è il vero senso della decisa azione per l'internazionalizzazione del sistema economico regionale che la Giunta Zingaretti ha intrapreso e che, per quanto riguarda il Canada, sarà certamente favorita dalla prossima attivazione, a fine 2016, del Ceta, l'Accordo Economico e Commerciale Globale tra Canada e Europa". L'iniziativa di internazionalizzazione vede impegnati, da oltre due anni, i partner del progetto in attività volte a selezionare una gamma qualificata di prodotti food & beverage provenienti dal territorio laziale, attraverso un approccio metodologico innovativo mirato al mercato dell'Ontario. Le azioni di promozione puntano a diffondere la cultura enogastronomica italiana promuovendo l'alimentazione del Benessere, accrescendo nel contempo la presenza dei prodotti e delle aziende laziali sul territorio del Nord America. Il Canada risulta essere un'area particolarmente favorevole e accogliente per i prodotti Made in Italy e l'Italia è tra i primi esportatori verso il Paese nordamericano (è quarta tra i Paesi europei e decima a livello globale). Nonostante la crisi, le importazioni dall'Italia sono cresciute tra il 2013 e il 2014 del 2,5% per un totale di 3,1 miliardi di euro; importazioni che comprendono, oltre a prodotti farmaceutici e macchinari, anche prodotti alimentari.

CONSIGLIO LAZIO, APPROVATO ORDINE DEL GIORNO DI SOLIDARIETA' GIORNALISTA ANGELI E LA MOZIONE SULLA RIQUALIFICAZIONE AREA ETRUSCA

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato nella seduta di oggi, prima della pausa pomeridiana, un ordine del giorno di solidarietà alla giornalista di "Repubblica" Federica Angeli, proposto dai consiglieri Valeriani, Leodori, Petrangolini, Simeone, Storace e Quadrana (componenti dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale del Lazio). Nell'atto approvato viene espressa solidarietà e incoraggiamento alla giornalista che oramai, da troppo tempo, è costretta a vivere sotto scorta a causa delle sue coraggiose inchieste sulla criminalità organizzata che opera nel litorale romano.

Il Consiglio, presieduto dal presidente Daniele Leodori e quindi dal vicepresidente Francesco Storace, ha poi approvato una mozione sulle opere di riqualificazione dell'area archeologica della necropoli etrusca della Banditaccia di Cerveteri, proposta dai consiglieri del Pd Eugenio Patanè e Rodolfo Lena. Nella mozione è stato accolto anche l'inserimento del sito di Monterozzi di Tarquinia proposto da Silvia Blasi (M5s).

Il Consiglio, prima di essere sospeso per la pausa pomeridiana, ha affrontato la discussione della mozione proposta dalla consigliera Olimpia Tarzia (Lista Storace) su: Interventi a sostegno dello spettacolo dal vivo della Regione

REGIONE, SIMEONE (FI): "SOLIDARIETA' ALLA GIORNALISTA FEDERICA ANGELI, UN ESEMPIO DI CORAGGIO PER TUTTI"

"Il consiglio regionale del Lazio ha approvato l'ordine del giorno, proposto con le firme di tutti i componenti dell'ufficio di presidenza, con cui si esprime solidarietà alla giornalista de La Repubblica Federica Angeli. Un atto dovuto perché finalizzato a mantenere sempre alta l'attenzione delle istituzioni nella lotta contro la criminalità. Una scelta legata all'esigenza di dimostrare il supporto e la vicinanza del consiglio regionale a tutti quegli uomini e quelle donne che come la Angeli e la sua famiglia sono costretti a vivere in clima di paura, e sotto scorta, perché hanno avuto il coraggio di svolgere fino in fondo il proprio lavoro dimostrando passione, determinazione e caparbietà nell'interesse dei cittadini. Il suo impegno quotidiano di giornalista nel denunciare quello che molto spesso si vuole tenere sotto la sabbia, ha dato voce ai senza voce, ed è un esempio per tutti noi e per le generazioni future che non devono aver timore nel combattere la criminalità ma avere il coraggio di tenere sempre la testa alta e di restare in prima linea in una battaglia che come istituzioni ci deve vedere compatti e coesi ogni giorno di più".Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

VALERIANI (PD): ASL ROMA C, BASTA A PROGETTI ESTEMPORANEI

Considero un grave errore esporre il progetto " See And Treat" alle critiche feroci di medici e cittadini, così come sta avvenendo nella ASL ROMA C in questi giorni.

Il progetto, si propone di far curare i pazienti per le "urgenze minori" da personale infermieristico. È un giusto proposito, a patto che tale ambulatorio infermieristico sia intergrato in una struttura ospedaliera all'interno dei pronto soccorso, dove, in caso di improvvisa necessità di assistenza medica, questa possa essere adeguatamente assicurata.

Tutto questo invece, non è garantito nel progetto " See And Treat", che la ASL Roma C ha reso operativo - dal 23 di Marzo scorso - nel presidio sanitario di Santa Caterina della Rosa in via Forteguerri, nel sesto distretto. Tale struttura, infatti, non è idonea a supportare questo progetto che dovrebbe essere invece avviato nel presidio ospedaliero del Sant'Eugenio che, insiste nella medesima ASL ROMA C. Stranezza davvero curiosa.

Mi auguro, che tale decisione, possa essere riconsiderata e magari si possa parlare del Santa Caterina della Rosa come prossima Casa della Salute, progetto che invece ahimè, da troppo tempo non vede luce. Lo dichiara in una nota Massimiliano Valeriani, vice presidente del consiglio regionale del Lazio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento