Regione, Mobilità "prorogate agevolazioni tariffarie TPL Regionale"

“La Regione Lazio ha prorogato le agevolazioni tariffarie rivolte agli utenti del Tpl regionale. I criteri adottati sono quelli dello scorso anno e già da oggi è possibile accedere a tutte le informazioni necessarie tramite la sezione dedicata del...

“La Regione Lazio ha prorogato le agevolazioni tariffarie rivolte agli utenti del Tpl regionale. I criteri adottati sono quelli dello scorso anno e già da oggi è possibile accedere a tutte le informazioni necessarie tramite la sezione dedicata del sito della Regione Lazio e per verificare il possesso dei requisiti necessari per ottenere l’abbonamento agevolato. Inoltre, nei prossimi giorni sarà approvata una delibera contenente un nuovo schema dei requisiti, al fine di allargare ulteriormente la platea dei cittadini che potranno accedere alle tariffe agevolate del tpl regionale. Una volta approvata in giunta, la delibera sarà trasmessa alla Commissione consiliare competente per le opportune valutazioni. Gli attuali criteri per le tariffe agevolate degli abbonamenti annuali prevedono l’innalzamento dei tetti Isee che danno diritto all’agevolazione tariffaria che sarà pari al 30% per tutti i cittadini di Roma e del Lazio che abbiamo un reddito Isee inferiore ai 25.000 euro. Anche quest’anno, per le categorie con maggiori difficoltà socio-economiche (come ad esempio la sussistenza di handicap gravi a carico del beneficiario o di componenti del nucleo familiare, nel caso di orfani o nel caso di nuclei familiari numerosi) è prevista un’ulteriore agevolazione del 20%, che porterà l’agevolazione totale al 50% della tariffa. Inoltre, con particolare attenzione alle categorie più svantaggiate, il tetto isee è stato innalzato passando dai 10.000 euro dello scorso anno agli attuali 15.000 euro”.

TRENO DERAGLIATO ROMA NORD, MINNUCCI (PD): “PRIMA DI UNA TRAGEDIA METTIAMO IN SICUREZZA LA TRATTA”

“Intorno alle 10 di questa mattina un treno della linea extraurbana Roma-Civita Castellana-Viterbo è deragliato nel tratto compreso tra la stazione di Sant’Oreste e quella di Catalano. Ribadisco l’esigenza di mettere in sicurezza una tratta ormai vecchia che, per la grande mole di utenza, necessita di interventi strutturali immediati che devono andare anche oltre la semplice chiusura dei passaggi a livello. In quest’ottica, il Comune di Roma insieme all’Atac e in concerto con la Regione Lazio hanno il dovere di individuare un percorso definito al fine di evitare nuovi incidenti che potrebbero trasformarsi in vere e proprie tragedie anche a costo di un definitivo passo indietro della stessa società concessionaria del trasporto pubblico di Roma che, pare evidente, non è più in grado di garantire un servizio serio basato su qualità e sicurezza” ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, commentando il deragliamento del treno extraurbano sulla linea Roma-Civita Castellana-Viterbo.

SANITA’, SIMEONE (FI): “ZINGARETTI ASSICURI REGOLARITA’ CONCORSO PER INFERMIERI UMBERTO I ED EGUAGLIANZA ED EQUITA’ A TUTTI I PARTECIPANTI”

“Maxi concorso per 40 infermieri al Policlinico Umberto I nella bufera di possibili irregolarità. Quanto emerso oggi sulla stampa, e in questi giorni sul web, in merito a quiz fotocopia, alla presenza di cellulari in aula durante lo svolgimento dei test di preselezione, all’assenza totale di controllo, a risposte pubblicate e diffuse sui siti, non può che creare allarme e preoccupazione. Oggi, in quello che rappresenta il primo grande concorso per la sanità del Lazio dopo ben 10 anni, l’obiettivo imprescindibile per tutti deve essere quello di garantire equità, parità ed eguaglianza di trattamento ed accesso a tutti i 19 mila partecipanti. Sarebbe inaccettabile, nonché vergognoso, che un’occasione così importante sul fronte occupazionale e per la qualità ed efficienza dei servizi erogati nella sanità, che proprio nella carenza di infermieri trova una delle sue principali criticità, possa essere inficiata da presunte irregolarità. Per questa ragione, convinto che la Regione non possa sottrarsi al suo compito di controllo, ho depositato una interrogazione urgente a risposta immediata nella quale chiedo al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, di conoscere se corrisponda al vero quanto riportato dalla stampa e sul web in merito a presunte irregolarità nello svolgimento delle prove di preselezione e quali azioni la Regione intenda, immediatamente, mettere in atto per garantire la regolarità, il controllo e l’eguaglianza nello svolgimento del concorso per 40 posti di infermiere indetto dal Policlinico Umberto I. E’ vergognoso, infatti, che la Regione si limiti a dire che non ne sa nulla e che se ci saranno problemi o denunce le prenderà in considerazione. Una Regione seria non può chiudere gli occhi ma deve agire e subito. Il concorso pubblico, per definizione, nasce per garantire due principi fondamentali quali l’eguale accesso di tutti all’opportunità professionale e una selezione effettuata su criteri il più possibile oggettivi sulla effettiva rispondenza tra capacità del partecipante e requisiti richiesti dal profilo professionale. Tutti elementi che se le notizie riportate fossero vere verrebbero a mancare. Se le denunce dei partecipanti fossero fondate, infatti, si paleserebbe una evidente discriminazione tra i candidati dal momento che coloro che hanno svolto la prova di preselezione successivamente al 3 marzo 2017,sarebbero stati avvantaggiati rispetto a chi li ha preceduti poiché avrebbero avuto modo di conoscere preliminarmente il contenuto dell’esame scritto e di preparare le relative risposte. Con il risultato di esporre il concorso a migliaia di ricorsi e al blocco delle procedure a danno di chi oggi spera di poter accedere al mondo del lavoro e di vedere soddisfatto il proprio diritto ad un’occupazione. Ci auguriamo che il presidente Zingaretti, data l’importanza della questione sollevata, venga in aula a rispondere in prima persona a quanto richiesto facendo chiarezza e dimostrando di avere a cuore il futuro di tanti professionisti, la trasparenza delle procedure e la qualità dei servizi nella sanità”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento