rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica

Regione, ok in commissione al rendiconto 2013

Parere favorevole anche ai conti del Consiglio regionale. All’esame il Documento di economia e finanza 2015-2017. I lavori riprenderanno sabato 20, alle ore 12

Parere favorevole anche ai conti del Consiglio regionale. All?esame il Documento di economia e finanza 2015-2017. I lavori riprenderanno sabato 20, alle ore 12

La commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio e programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha dato parere favorevole, a maggioranza, al Rendiconto generale della Regione Lazio per l?esercizio finanziario 2013 (proposta di legge regionale n. 226), al conto consuntivo del Consiglio regionale per l?esercizio 2013 (proposta di deliberazione consiliare n. 30) e al bilancio armonizzato del Consiglio 2015 ? 2017 (pdc n. 37). Dopo di che l?assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, ha illustrato il Documento di economia e finanza regionale 2015-2017 (Defr). Il Defr (pdc n. 37) è ora all?esame della commissione assieme ad alcune decine di emendamenti.

I lavori della commissione Bilancio riprenderanno domani, sabato 20 dicembre, alle ore 12 per il proseguo dell?esame del Defr. Si passerà poi all?articolato della legge di stabilità 2015 (pl 230) e del bilancio di previsione della Regione Lazio 2015-2017 (pl 229). I documenti di bilancio dovranno approdare nell?Aula consiliare i cui lavori per la manovra 2015 inizieranno lunedì 22 dicembre alle ore 12.

Nel corso della seduta è stato distribuito il parere del Consiglio delle autonomie locali, favorevole con alcune integrazioni riguardanti, tra l?altro, gli effetti della cosiddetta ?legge Delrio?, la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili (Lsu), il potenziamento del trasporto pubblico locale, la norma della proposta di legge di stabilità relativa al definanziamento delle opere pubbliche interamente coperte da finanziamenti regionali non utilizzati a distanza di tre anni.

I numeri del Rendiconto generale della Regione Lazio per l?esercizio finanziario 2013: le entrate accertate ammontano a 42,2 miliardi di euro; le spese complessivamente impegnate ammontano a 41,7 miliardi di euro. Il rendiconto 2013 si chiude con un disavanzo pari a 4, 97 miliardi di euro, in miglioramento rispetto al 2012. Il bilancio di previsione del Consiglio regionale per il 2015 vale circa a 59 milioni di euro. La riduzione della spesa è di circa 5 milioni di euro rispetto ai 64 milioni del preconsuntivo del 2014.

LA COMMISSIONE BILANCIO HA APPROVATO L'EMENDAMENTO A SOSTEGNO DEL COMPARTO ZOOTECNICO E BUFALINO

"La commissione bilancio ha appena approvato l'emendamento, al documento di programmazione economica e finanziaria 2015 - 2017 della Regione Lazio, che ho presentato a sostegno del comparto zootecnico della provincia di Latina ed in particolar modo del settore bufalino. In questo modo abbiamo inserito tra le priorità della Regione, e nel piano di sviluppo rurale del Lazio, azioni che fanno leva su fondi comunitari e mirate alla competitività del settore bufalino. Un'azione concreta che contribuirà a dare nuovo impulso ad un settore chiave per l'economia pontina e del Lazio".Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

NUCLEARE, AVENALI-GIANCOLA: BENE AVVIO DEL TAVOLO DELLA TRASPARENZA

Riteniamo fondamentale la convocazione di oggi, promossa dall?assessore all?Ambiente Refrigeri, per la presentazione del Tavolo della Trasparenza per le attività di dismissione dell?impianto nucleare di Borgo Sabotino?. Lo affermano le due consigliere regionali del gruppo Per il Lazio Cristiana Avenali e Rosa Giancola.

?Oggi è stato inaugurato il tavolo ? spiegano ancora Avenali e Giancola - e presentato il progetto di dismissione degli impianti, ed inizia un percorso importante di condivisione di osservazioni e suggerimenti che saranno discussi nelle riunioni future. Per la provincia di Latina si tratta di un importante passo avanti in un percorso di trasparenza e partecipazione di cui il territorio e la cittadinanza hanno bisogno. I costi altissimi - più di 700 milioni di euro - ed i tempi lunghi ? otto anni previsti per le bonifiche ? infatti, rendono necessario condividere con la popolazione le iniziative che le istituzioni intendono realizzare. Proprio al fine di garantire il confronto in tutte le prossime fasi del decomissiong, il tavolo è aperto a tutti i comuni che si trovano nel raggio di 30 chilometri dalla centrale e a tutti i soggetti e le associazioni che ne facciano richiesta. Con i prossimi appuntamenti si entrerà dunque nel vivo del dibattito e tutti gli enti interessati all?attività di dismissione dell?impianto nucleare di Latina potranno presentare istanze alla segreteria del tavolo tecnico attraverso un apposito indirizzo mail che sarà disponibile da gennaio?.

?La Regione Lazio ? aggiungono le due consigliere ? si è impegnata fin dallo scorso anno per accelerare la conclusione dell?esperienza nucleare: infatti, già nel luglio 2013, a pochi mesi dall?insediamento, è stata discussa e approvata all?unanimità la Mozione 15/2013, che ci vedeva come firmatarie, e che ha impegnato la Giunta a fare un importante passo verso la conclusione dell?esperienza del nucleare, seguendo la ferma volontà popolare che si era espressa in occasione del referendum del 2011. Dando seguito alla mozione la Giunta ha istituito il Tavolo della Trasparenza, organismo di partecipazione finalmente presente anche nel Lazio".

?Dobbiamo chiudere definitivamente con la tecnologia nucleare, tanto pericolosa quanto anacronistica, costata già troppo in termini di vite e di salute, se pensiamo solo a Cernobyl e Fukushima. Dobbiamo intraprendere definitivamente la strada del risparmio energetico, dell'efficienza e della produzione da fonti rinnovabili pulite, realizzando un Piano energetico all'altezza e capace in questo modo di rilanciare economia e occupazione".

Così in una nota Cristiana Avenali e Rosa Giancola, consigliere regionali del gruppo Per il Lazio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, ok in commissione al rendiconto 2013

FrosinoneToday è in caricamento