menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Reindustrializzazione

Reindustrializzazione

Regione, raddoppiati i fondi. 150 milioni per economia forte e sostenibile su reindustrializzazione: legge su Apea darebbe maggior spinta ad azioni. Già presentata proposta di legge

Raddoppiato i fondi messi a  disposizione dalla Regione per la reindustrializzazione del Lazio,  passati da 75 milioni a 150 milioni di euro. Risorse che saranno disponibili in tempi brevissimi, con l’apertura dei bandi fissata entro l’estate, per...

Raddoppiato i fondi messi a disposizione dalla Regione per la reindustrializzazione del Lazio, passati da 75 milioni a 150 milioni di euro. Risorse che saranno disponibili in tempi brevissimi, con l'apertura dei bandi fissata entro l'estate, per sostenere settori come l'automotive, l'edilizia sostenibile, l'energia, l' Ict ed elettronica, il farmaceutico, la logistica, il design e la moda.

La provincia di Frosinone deve avere un ruolo centrale in questa grande rivoluzione fatta di innovazione e rilancio economico. A partire dall'avvio di zone industriali a impatto zero e dal recupero delle aree dismesse e abbandonate. Non si tratta di buone intenzioni, ma di interventi e fondi certi che cambieranno il modo di fare impresa nel Lazio. Per il riposizionamento competitivo ci saranno 40 milioni di euro, per la ricerca 35 milioni. A cui aggiungere 3 milioni per il recupero dei siti dismessi, 100 milioni per il dimensionamento delle PMI, 30 milioni per l'internazionalizzazione delle imprese e oltre 28 milioni per le Apea (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate). Una legge ad hoc proprio sulle Apea aiuterebbe ad accelerare il processo di cambiamento avviato. Si tratta di regolamentare aree in cui si realizza un'economia circolare, dove sono messi in comune tra aziende le risorse, l'energia e la gestione dei rifiuti. Zone in cui gli scarti di produzione di un'impresa diventano materia prima per l'altra. Tutto questo con un altissimo livello di innovazione, meno costi produttivi e un impatto quasi zero sull'ambiente La Regione guidata dal presidente Zingaretti già si é portata avanti con il lavoro investendo, come detto, ben 28 milioni sulle Apea. Ora tocca al Consiglio fare la sua parte. Da subito metto a disposizione il lavoro già svolto legato alla Proposta di Legge per l'istituzione proprio delle Apea già depositata in Consiglio e che mi vede come prima firmataria. Testo presentato presso il Consorzio Asi di Frosinone alcuni mesi fa. Mi auguro che il neo presidente dell'VIII Commissione Sviluppo Daniele Fichera possa raccogliere questa proposta e iniziare a breve il dibattito per un provvedimento centrale nel futuro della nostra Regione.- Così Daniela Bianchi, Consigliera indipendente SI-SEL alla Regione Lazio in occasione dell'apertura degli Stati Generali dell'Industria della Regione Lazio presso presso la Facoltà di Economia dell'Università di Roma Tre. TRIVELLE, BONAFONI, DE PAOLIS, BIANCHI (SI - SEL): "DEPOSITATA UNA MOZIONE PER DIRE SÌ AL REFERENDUM ABROGAZIONI" "Abbiamo depositato oggi una mozione che impegna il Presidente e la Giunta della Regione Lazio ad attivare tutte le iniziative a supporto del referendum del 17 aprile 2016 contro le trivelle, richiesto dai Consigli di nove regioni. Il quesito referendario riguarda in particolare una norma del codice dell'ambiente che disciplina la ricerca e l'estrazione del petrolio entro le 12 miglia dalla costa e che non prevede alcuna scadenza per le concessioni già rilasciate. Se vincerà il sì questi permessi, relativi alle attività petrolifere ricadenti entro le 12 miglia, avranno invece una scadenza certa. Abbiamo depositato questa mozione perché riteniamo in primo luogo che le trivelle danneggino il mare, la principale risorsa dell'Italia, in termini di turismo, commercio e ambiente; in secondo luogo perché gli studi dimostrano come il petrolio estratto con le trivellazioni in mare copra poco più dell'1% del fabbisogno energetico del Paese e le riserve certe sotto i nostri fondali equivalgono a meno di due mesi dei consumi nazionali. In tal senso questo referendum riveste una particolare importanza per tutte le Regioni e i territori e chiediamo che ne venga data la più ampia informazione anche nella nostra Regione". E' quanto affermano in una nota congiunta i consiglieri regionale di Si - Sel, Marta Bonafoni, Gino De Paolis, Daniela Bianchi.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento