Regione, rifiuti; incontro tra Buschini e Muraro accompagnato da on. m5s Vignaroli

Si è tenuto questa mattina, negli uffici dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, l’incontro tra l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Paola Muraro e l’Assessore regionale Mauro Buschini.

Si è tenuto questa mattina, negli uffici dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, l’incontro tra l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Paola Muraro e l’Assessore regionale Mauro Buschini. L’assessore capitolino Muraro era accompagnata da un collaboratore e dal deputato del Movimento 5 Stelle, Stefano Vignaroli. All’incontro per la Regione Lazio erano presenti anche il Segretario Generale della Giunta Regionale del Lazio, Andrea Tardiola e il Capo di Gabinetto della Regione Lazio Andrea Baldanza.

Si è trattato di un approccio utile a impostare il lavoro e il rapporto di massima collaborazione tra le istituzioni e ad affrontare il problema dei rifiuti nella Capitale sia per l’immediato che per scelte strutturali, nell’ambito delle proprie competenze. La Regione Lazio ha assicurato e ribadito la massima collaborazione nel solco della programmazione che la nuova amministrazione di Roma Capitale vorrà darsi nella gestione e nella esigenza impiantistica”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

CASA, BONAFONI (SI – SEL): “GRAVE SGOMBERO POINT BREAK”

“Lo sgombero di stamattina dello studentato occupato Point Break nel quartiere Pigneto, da parte della polizia, rappresenta un atto grave. Grave perché, ancora una volta, si è deciso di affrontare una questione sociale fondamentale, come quella del diritto allo studio e all’abitare, come un problema di ordine pubblico. Grave perché, azioni di questo tipo, hanno delle ricadute immediate sulle fasce più deboli della popolazione, le stesse che dal 2009 a oggi hanno trovato accoglienza e ospitalità all’interno dello studentato occupato: uno spazio prezioso che negli anni ha sopperito alle mancanze alloggiative di Roma, diventato un punto di riferimento per molti studenti fuori sede e precari. Grave, infine, perché a pagarne le conseguenze più immediate è stato un ragazzo che ora è in stato di fermo e domani sarà processato per direttissima. Tutto questo è inaccettabile e l’operazione di polizia di oggi rappresenta una forzatura che nulla ha a che fare con la legalità. Un’azione di rottura che riporta sul piatto della bilancia il destino degli spazi pubblici di questa città, il diritto allo studio, alla casa e alla giustizia sociale. Sono questi i grandi temi su cui è necessario aprire un ragionamento, per garantire la continuità di esperienze importanti che attendono da anni un loro riconoscimento”. E’ quanto afferma la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento