Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Regione, rifiuti: su discarica Latina procedure concluse entro settimana

“La Regione, sull'ampliamento della discarica di Latina, ha aperto la conferenza dei servizi nei tempi dovuti. Anche il parere urbanistico espresso dal comune di Latina sull'area, arrivato successivamente all'apertura della conferenza stessa,

"La Regione, sull'ampliamento della discarica di Latina, ha aperto la conferenza dei servizi nei tempi dovuti. Anche il parere urbanistico espresso dal comune di Latina sull'area, arrivato successivamente all'apertura della conferenza stessa, è stato valutato dal competente servizio della Regione e giovedì sarà inoltrato al comitato tecnico che si esprimerà in maniera definitiva. Così si potrà concludere la conferenza dei servizi e con essa tutte procedure connesse all'ampliamento della discarica di Latina". Lo comunica in una nota la Regione Lazio

PRIDE: ZINGARETTI, ITALIA ASCOLTI LE SUE VOCI. E' TEMPO DI PARI DIRITTI PER TUTTI

"L'Italia ascolti le storie e le voci del Pride. E' tempo di pari diritti e pari dignità per tutte e tutti".

Lo scrive su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

RISORSE IDRICHE, SIMEONE (FI): "IL CDM BOCCIA LA LEGGE REGIONALE SULL'ACQUA, CONDIVISE LE NOSTRE ECCEZIONI IN AULA"

"Talvolta la superficialità torna indietro come boomerang per chi è stato scientemente superficiale. Sulla legge regionale "Tutela, governo e gestione pubblica delle acque", approvata dal consiglio regionale il 7 aprile 2014, avevamo mosso dei rilievi e siamo stati derisi.

Oggi quei rilievi sono patrimonio dell'impugnativa del Governo contro quella stessa legge. Non si può certo dire che il Governo sia di un'altra parte politica. Zingaretti è stato bocciato da Renzi. Non volevamo certo incassare questa soddisfazione ma volevamo, con gli emendamenti che avevamo presentato, tutti finalizzati a migliorare la proposta di legge sulle risorse idriche rendendola compatibile con il codice dell'ambiente e le normative nazionali, dare ai cittadini del Lazio una legge efficiente e giusta per la gestione delle acque. Ci hanno risposto con un rifiuto e il risultato è sotto gli occhi di tutti. Noi siamo a disposizione, nell'interesse dei cittadini, per migliorare questa normativa e per renderla compatibile con i principi costituzionali e con i bisogni delle comunità".

ENOGASTRONOMIA: LA REGIONE AL VINOFORUM CON I VINI DEL LAZIO E I PRODOTTI 'NATURA IN CAMPO'

I vini del Lazio e i prodotti di Natura in Campo saranno presenti all'unidicesima edizione del Vinòforum in programma a Roma da venerdì 6 a sabato 21 giugno.

"Quest'anno il Lazio conferma la sua presenza alla manifestazione con 18 cantine che faranno conoscere i loro migliori prodotti attraverso degustazioni, eventi e incontri tecnici. Vinòforum - sottolinea l'assessore all'Agricoltura, Sonia Ricci - è una straordinaria occasione per far apprezzare la qualità crescente delle etichette del Lazio ai grandi distributori, ai ristoratori, agli operatori commerciali e al numeroso pubblico degli appassionati del vino di qualità". "Il vino della nostra regione - continua Sonia Ricci - ha grandi potenzialità di crescita, per questo le politiche per lo sviluppo messe in campo dalla Giunta Zingaretti hanno come maggiori punti di forza, il sostegno all'innovazione dei processi produttivi e una forte attenzione alla promozione del prodotto. Abbiamo fiducia nella capacità di determinare sui mercati quel cambio di mentalità in grado di affiancare i vini del Lazio alle altre realtà regionali che rappresentano il prestigioso made in Italy in tutto il mondo".

"Nelle aree naturali protette del Lazio - spiega Fabio Refrigeri, assessore regionale alle Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente - operano numerose imprese agricole e aziende di trasformazione alimentare. Si tratta di un patrimonio di straordinaria importanza su cui impegnarsi per creare lavoro qualificato e per valorizzare i territori. La visione che vede agricoltura e tutela dell'ambiente come elementi contrapposti è ormai superata. Le aree protette hanno dimostrato di essere dei laboratori privilegiati per sviluppare un'agricoltura che tutela gli habitat e gli ecosistemi e che può diventare un traino per far conoscere e apprezzare aree della regione meno note".

"Vinòforum - commenta Antonio Rosati, commissario di Arsial - è un'ottima iniziativa per la promozione dei nostri vini e, oggi, avvertiamo la necessità di rafforzare una strategia parallela che ponga attenzione al mercato interno, in particolare quello romano, e al mercato internazionale".

"Per sostenere l'agricoltura e valorizzare i prodotti locali - aggiunge Vito Consoli, direttore Dell'Agenzia Regionale per i Parchi - abbiamo creato il marchio " Natura in campo - I prodotti dei parchi", una sorta di brand commerciale, immediatamente identificabile e riconoscibile, concesso dall'ARP a prodotti certificati biologici, biodinamici e tradizionali. Lo scopo che perseguiamo - conclude Consoli - è quello di mettere in rete le numerose produzioni tipiche dei parchi della nostra regione ma anche di sviluppare le esperienze positive e le buone pratiche".

FATTURAZIONE ELETTRONICA, PETRANGOLINI: "LAZIO ALL'AVANGUARDIA PER TRASPARENZA"

"Dopo anni di scandali, l'avvio del nuovo sistema di fatturazione elettronica è un altro tassello che pone il Lazio all'avanguardia per la trasparenza nel nostro paese". A parlare è Teresa Petrangolini, Consigliere segretario del Consiglio regionale del Lazio e promotrice di una legge regionale per la trasparenza.

"Con questo strumento - spiega Petrangolini, commentando le dichiarazioni odierne del Presidente Zingaretti - si potrà favorire una maggiore semplificazione e razionalizzazione dell'attività amministrativa, nonché la trasparenza, la riduzione, il monitoraggio e la rendicontazione della spesa pubblica. Ovviamente, tali processi coinvolgono non solo le amministrazioni regionali ma anche i cittadini, i fornitori delle PA e gli intermediari".

"Dall'adozione della fatturazione elettronica - continua Petrangolini - deriveranno vantaggi rilevanti e immediatamente visibili: un notevole incremento della produttività del personale, oltre all'abbattimento di altri voci di costo quali quelle legate ai materiali di consumo. Per un risparmio unitario pari a 17?/Fattura. Inoltre, la fatturazione elettronica legata al miglior uso del personale amministrativo è una premessa indispensabile per garantire la dematerializzazione, il tracciamento delle interazioni e delle cessioni nelle PA, la riduzione dei tempi di pagamento, il monitoraggio della spesa e la certezza del debito".

"Sappiamo che cosa questo può significare per una Regione in cui la sanità è commissariata e che sta lentamente uscendo da anni bui. Con queste misure - conclude Petrangolini - la Regione Lazio dimostra ancora una volta che è possibile fare politiche serie per la trasparenza e il contenimento della spesa pubblica a partire da una maggiore efficacia ed efficienza del sistema, senza diminuire la quantità e la qualità dei servizi al cittadino".

SANITA', SIMEONE (FI): "CHIUSURA PUNTO DI PRIMO SOCCORSO A PRIVERNO, ENNESIMO SEGNALE DI MANCANZA DI PROGRAMMAZIONE DA ZINGARETTI"

"Se la notizia della chiusura del punto di primo soccorso a Priverno avesse fondamento, cosi come riferito dal consigliere comunale di Priverno, Fabio Martellucci, ci troveremmo ancora una volta di fronte ai limiti derivanti dalla totale assenza di una programmazione, da parte della Regione Lazio e del commissario ad acta Zingaretti, nel settore sanitario. Si deve uscire da questa logica di interventi a spot che ricadono sui cittadini in termini di sottrazione di servizi a cui non corrisponde alcuna efficienza delle strutture sanitarie ancora esistenti. La provincia di Latina in questi anni ha subito un'ondata di tagli che hanno creato una costante emergenza anche dei livelli minimi di assistenza sanitaria. Non ci sono riferimenti, i cittadini sono disorientati, le strutture ospedaliere sono prive dei servizi e del personale indispensabile a garantire il diritto alla cura. La stessa Casa della salute, aperta a Sezze poco più di un mese fa, e che dovrebbe servire i residenti nell'area dei Monti Lepini, non è in grado di sopperire alle esigenze dei cittadini. L'attendismo non è più consentito. E' arrivato il momento, era arrivato già da tempo, di sedersi tutti intorno ad un tavolo e insieme alla Asl, ai dirigenti dei presidi ospedalieri, capire quali siano gli interventi da effettuare per non peggiorare ulteriormente la giù disastrosa situazione. Zingaretti prenda atto una volte per tutte che con la salute dei cittadini non si scherza"
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, rifiuti: su discarica Latina procedure concluse entro settimana

FrosinoneToday è in caricamento