Sfiducia a Zingaretti, Battaglini si scaglia contro Ciacciarelli: "Inutile la sua presenza alla Pisana"

Duro l'affronto che il vice presidente nazionale Anci giovani riserva al consigliere di Forza Italia per la sua assenza al voto di sabato in Consiglio regionale

Samuel Battaglini

L'assenza del consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli nel giorno della sfiducia a Zingaretti non è andata giù all'esponente provinciale di Fratelli d'Italia, Samuel Battaglini. "Sta dando prova di quanto inqualificabile ed inutile sia la sua presenza alla Pisana" un attacco al vetriolo rivolto al consigliere di Forza Italia impegnato lo sabato scorso, quando è stata votata la mozione in Consiglio regionale, ad Edimburgo. 

Mea culpa

"Chiedo scusa a me stesso ed ai tanti amici a cui il 4 marzo ho chiesto io voto per Pasquale Ciacciarelli" - aggiunge nella sua dichiarazione con tanto di "mea culpa" per aver sostenuto la sua candidatura quando ancora faceva parte degli "azzurri" prima di passare al partito della Meloni - Chiedo scusa ai cittadini della nostra provincia ed ai tanti che in buona fede lo hanno sostenuto e fatto eleggere per contrastare Zingaretti ed il centrosinistra e non per fare l'anatra zoppa ad una maggioranza che vanta il primato come peggiore Sanità regionale.

Perdita di consensi

Questo modo di fare politica, - continua il vice presidente Anci giovani - facendo finta sul territorio di stare da una parte e poi, nelle stanze che contano, fare tutto il contrario, ha contributo a far perdere consensi al centrodestra ed a rendere poco credibile la nostra offerta amministrativa. Non una parola sulla questione dell'inquinamento della valle del Sacco, non una iniziativa a sostegno dei lavoratori di "vertenza frusinate", nulla di nulla, in piena sintonia proprio con il Presidente Zingaretti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'invito per gli ex colleghi

Per fortuna, subito dopo esserci resi conto di chi avevamo di fronte, con alcuni amici ed amministratori abbiamo avuto l'intuizione di rompere con questa classe dirigente che è forse la peggiore degli ultimi cinquanta anni. Ad oggi, è un dato di fatto, gli unici che non si sottraggono ai problemi del nostro territorio, siamo noi di Fratelli d'Italia, con in testa il Senatore Ruspandini. Auspico che i tanti amici che in buona fede non hanno ancora trovato il coraggio di mandare in soffitta certi modi di comportarsi con annessi personaggi, dopo le ultime vicende che ci hanno ridicolizzato a livello nazionale, trovino la volontà di rompere e di unirsi alle forze sane del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento