menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, Smeriglio: risultato straordinario per "torno subito" circa 1.000 i vincitori del nuovo bando 13 mln di euro per la formazione di giovani in italia e all’estero

Sono 993 i vincitori del 2° bando “Torno subito” promosso dalla Regione Lazio, che finanzia percorsi di formazione o work experience in Italia e all'estero per studenti o laureati tra i 18 e i 35 anni. La graduatoria è stata ufficializzata oggi...

Sono 993 i vincitori del 2° bando "Torno subito" promosso dalla Regione Lazio, che finanzia percorsi di formazione o work experience in Italia e all'estero per studenti o laureati tra i 18 e i 35 anni. La graduatoria è stata ufficializzata oggi con la pubblicazione sul BURL, e gli elenchi sono già disponibili sul sito www.regione.lazio.it/tornosubito.

"Rispetto allo scorso anno - dichiara il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio - il numero dei progetti presentati è quasi raddoppiato, un risultato straordinario che conferma la validità di un progetto su cui la Regione Lazio ha puntato come una delle azioni cardine della nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo 2014-2020. C'è poi un altro elemento che va valorizzato, il protagonismo dei giovani che di fronte all'opportunità di 'Torno Subito' hanno elaborato e presentato i loro progetti di formazione in Italia e all'estero. Una occasione unica di valorizzazione dei singoli, dei ragazzi, del loro capitale umano messo a disposizione della propria comunità, delle istituzioni locali e del sistema d'impresa. Formarsi ovunque nel mondo - conclude Smeriglio - per poi tornare per crescere e far crescere il sistema regionale".

Il bando, finanziato complessivamente con 13 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo 2014/2020, si era chiuso lo scorso luglio, ed aveva visto la presentazione di 1.482 progetti. Sono stati approvati tutti i progetti ammissibili, sia sulla linea speciale dedicata alle professioni cinematografiche (72 ammessi su 92) che su quelle generale (921 ammessi su 1.391). Un nuovo sistema informatico per la presentazione delle domande ha permesso di ottenere in tempo reale l'identikit dei 993 vincitori: in maggioranza le donne, 602, contro 398 uomini. Lo stato occupazionale registra 547 inoccupati e 446 disoccupati, 819 i residenti nel Lazio, mentre 174 sono i "domiciliati" nella regione. Inoltre, 60 degli ammessi avevano già partecipato e vinto il 1° bando Torno Subito dello scorso anno. La grande maggioranza dei vincitori è laureato (798), 56 hanno invece un titolo post laurea, mentre 122 sono ancora studenti universitari. Per la linea delle professioni cinematografiche risultano anche 17 diplomati. Sono 197 i vincitori che resteranno fuori dal Lazio (in Italia o all'estero) per un periodo fino a 12 mesi, 337 per un periodo all'estero fino a 6 mesi, e 387 per un analogo periodo di tempo in altre regioni italiane. Al rientro parteciperanno a periodi di formazione lavoro all'interno degli enti partner che arriveranno ad una durata massima di 6 mesi.

I quasi mille progetti vertono moltissime e diverse tematiche. In via di ambiti generali la distribuzione è la seguente: Cultura e creatività 169; Green economy, energia e ambiente 145; I.C.T. (Information and Comunication Technology) 60; Inclusione ed innovazione sociale 140; Ricerca sperimentale, innovazione di processo, prodotto o di organizzazione 393; Altri settori 86.

La media di finanziamento concesso a progetto è di circa 13.500 euro. I primi 158 ragazzi partiranno già entro il mese di settembre, i prossimi a seguire entro dicembre 2015.

CALVI (FI): "PLAUSO ALLE FORZE DELL'ORDINE ORA RENDERE LATINA ANCORA PIU' SICURA"

"La brillante operazione che ha portato all'arresto di Angelo Travali che, con Francesco Viola, hanno tentato di mettere a punto una estorsione ai danni di un commerciante di Latina testimonia l'alto livello investigativo ed operativo, nonché la professionalità ed il rigore, che fa capo al questore di Latina, e a tutti i suoi uomini, a cui va tutto il nostro plauso. La conclusione delle indagini che hanno portato, in brevissimo tempo, all'arresto del latitante Travali sono la dimostrazione di come tutte le forze dell'ordine, a Latina e provincia, abbiano il pieno controllo del territorio riuscendo con determinazione e sacrifici ad agire nonostante i tagli di uomini e mezzi a cui sono sottoposti ingiustamente. Il nostro compito come politica ed istituzioni è quello di restare al fianco di tutti coloro che ogni giorno con azione concrete e capillari stanno monitorando un territorio che potrebbe essere a rischio criminalità e infiltrazioni. Dobbiamo colmare tutte le possibili falle sul territorio e nel sistema e dare ai cittadini ogni strumento che possa essere utile a garantire loro la sicurezza che meritano. Per questo tra i primi punti su cui lavoreremo come Forza Italia è quello di implementare il piano di sicurezza per Latina con la collocazione di un sistema di videosorveglianza sempre più capillare in tutte le zone della città al fine di dare ai cittadini e ai commercianti più strumenti a loro tutela ed un maggiore supporto alle forze dell'ordine nello svolgimento del loro compito. La stessa situazione delle case popolari è stata la priorità su cui ho lavorato dal giorno del mio insediamento quale assessore ai servizi sociali. A febbraio ho dato, infatti, mandato agli uffici di effettuare un attento monitoraggio, su cui si sta continuando a lavorare anche in questa fase di commissariamento, delle abitazioni per verificare possibili irregolarità che dovranno essere sanate al più presto. Un passaggio importantissimo questo anche alla luce delle recenti operazioni di sgombero che consentiranno di restituire le case agli aventi diritto che, a causa di occupazioni improprie, sono stati privati della possibilità di avere una abitazione. In questo modo impediremo che quelle case siano utilizzate per ospitare, illegalmente, persone dedite al malaffare e componenti di famiglie immischiate nella criminalità garantendo ai cittadini onesti la tutela dei propri diritti. Tra le grandi sfide della prossima amministrazione c'è proprio quella di riuscire a coinvolgere attraverso politiche di prevenzione e integrazione, tutti i soggetti che sono chiamati a svolgere un ruolo nelle nostre città per aumentare i livelli di sicurezza. Solo con politiche mirate in tal senso è possibile evidenziare le situazioni di criticità presenti nel contesto urbano e interpretarle, allo scopo di coinvolgere la comunità in azioni e progetti che diano risposta ai bisogni di sicurezza, contrastino l'illegalità, rimuovano le situazioni di maggior degrado e ridiano fiducia al cittadino. Forza Italia sarà in prima linea per trovare tutte le soluzioni possibili, facendo sistema con tutte le forze dell'ordine, per fare di Latina e del suo territorio un posto sempre più sicuro e a misura dei cittadini". Lo dichiara in una nota il coordinatore provinciale di Forza Italia a Latina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento