Regione, spettacolo dal vivo ok a modalità iscrizione albo festival del folklore

Parere favorevole, a maggioranza e con osservazioni, dalla commissione Cultura del Consiglio regionale

aula-consiglio-regionale-del-lazio3

Parere favorevole, a maggioranza e con osservazioni, dalla commissione Cultura del Consiglio regionale

La commissione Cultura e spettacolo del Consiglio regionale del Lazio, presieduta oggi dalla vicepresidente Daniela Bianchi, ha espresso parere favorevole a maggioranza e con osservazioni sullo schema di delibera di Giunta che disciplina le modalità e le procedure per l’iscrizione all’albo regionale dei festival del folklore, nonché i criteri per la sua tenuta, revisione e aggiornamento. Astenuti il consigliere Pietro Sbardella (Misto) e i consiglieri del Movimento 5 Stelle Gaia Pernarella e Gianluca Perilli. Presente ai lavori l’assessore alla Cultura Lidia Ravera.

Secondo quanto prevede lo schema di delibera – che torna ora in Giunta per l’approvazione definitiva - possono presentare richiesta di iscrizione all’albo i Comuni del Lazio che hanno promosso e organizzato nei loro territori festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica per almeno due anni nell’ultimo decennio. Si tratta, in particolare, di manifestazioni riconosciute di interesse regionale per storia, tradizione, valore artistico e culturale. L’iscrizione all’albo costituisce condizione per l’accesso ai contributi del fondo unico regionale per lo spettacolo dal vivo, sarà poi la Giunta, con un atto successivo, a individuare criteri e modalità per la concessione dei benefici agli organizzatori dei festival.

Numerose le osservazioni accolte dalla commissione nel corso della seduta. Con due di esse – una presentata dai consiglieri Eugenio Patané (Pd), Pietro Petrassi (Centro Democratico), Rosa Giancola (Pd), Gian Paolo Manzella (Pd) e Sbardella e una a firma dei consiglieri Pernarella e Perilli – si chiede di estendere la possibilità di presentare la domanda di iscrizione anche alle associazioni e agli enti “che alleghino relativo parere dell’amministrazione comunale di riferimento”. Altre due si riferiscono, invece, alle procedure per richiedere l’iscrizione e suggeriscono, in particolare, che la domanda sia corredata “dall’atto autorizzativo comunale” anziché dalla “delibera di Giunta o di Consiglio comunale autorizzativa” (osservazione Petrassi) e che la relazione di accompagnamento contenga anche un riferimento all’impatto in termini turistici del festival e al coinvolgimento dei cittadini laziali residenti all’estero (osservazione Manzella).

Accolta pure un’osservazione del consigliere Giancarlo Righini (FdI), fatta propria oggi dal consigliere Sbardella, che si riferisce a uno dei tre macro-criteri in base ai quali sarà effettuata la valutazione delle domande: “qualità e rilevanza culturale del festival” (fino a 50 punti su 100); “partecipazione e coinvolgimento del pubblico” (fino a 30 punti); “promozione del festival e impatto sul territorio” (fino a 20 punti). Nel dettaglio, l’osservazione invita la Giunta a rendere più oggettiva la valutazione del secondo parametro, quello della “partecipazione e coinvolgimento del pubblico”. Nel corso della seduta precede, infine, la commissione aveva accolto altre due osservazioni del consigliere Manzella, che suggerivano riformulazioni rispetto alle finalità dell’albo e alla definizione dei festival che possono richiedere l’iscrizione all’albo.

TERREMOTO, TRASPORTI GRATIS PER CITTADINI ZONE COLPITE

In commissione Mobilità via libera all’unanimità alla delibera di Giunta

La commissione Mobilità del Consiglio regionale, presieduta da Enrico Panunzi, ha dato parere favorevole all’unanimità alla delibera di Giunta che garantisce trasporti pubblici gratuiti a tutti i residenti nei Comuni di Accumuli, Amatrice e Cittareale. L’esenzione, garantita nelle zone colpite dal recente terremoto, non prevede requisiti legati al reddito e vale per tutti gli abbonamenti richiesti fino al 31 dicembre 2016.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Stiamo lavorando insieme a Marche e Abruzzo - ha aggiunto l’assessore Michele Civita – per permettere ai cittadini della zona di usare anche i mezzi pubblici di queste regioni, visto che molti di loro lavorano o studiano lì. Ovviamente noi faremo lo stesso”. Adesso il provvedimento torna in Giunta per l’approvazione definitiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento