Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Regione, Visini: con nursery in rete  parte primo progetto bando povertà

E' stato inaugurato questa mattina a Roma "Nursery in Rete (0-12 mesi)", il primo dei 76 progetti vincitori del bando della Regione Lazio "Un taglio alla povertà" partito ufficialmente. Con il bando la Regione ha assegnato in totale 7,5...

E' stato inaugurato questa mattina a Roma "Nursery in Rete (0-12 mesi)", il primo dei 76 progetti vincitori del bando della Regione Lazio "Un taglio alla povertà" partito ufficialmente. Con il bando la Regione ha assegnato in totale 7,5 milioni di euro alle iniziative di contrasto alla povertà promosse dal Terzo settore.

"Nursery in Rete" è lo store gratuito per bebè più grande d'Europa: il servizio, realizzato e gestito dall'Associazione Salvamamme e finanziato dalla Regione Lazio con 255mila euro, fornirà beni e servizi a 1000 famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 12 mesi, e resterà attivo fino a luglio 2015. Mamme, papà e bambini riceveranno decine di migliaia di prodotti alimentari, di igiene e di vestiario, oltre alle consulenze psicologiche e della puericoltrice. Le famiglie in difficoltà economiche sono segnalate dai servizi sociali territoriali di Roma Capitale, dalle Aziende Ospedaliere, dalle ASL e dalle più importanti associazioni locali che operano nel contrasto alla povertà.

"Alla fine dell'anno saranno oltre 400 i progetti solidali del Terzo settore che la Regione Lazio avrà finanziato con lo strumento dei bandi pubblici contro la povertà e in favore dell'inclusione sociale, per un totale di oltre 21 milioni", ha dichiarato l'assessore Rita Visini partecipando all'inaugurazione dello store di Salvamamme. "È un impegno senza precedenti grazie al quale la Regione sta rivoluzionando il welfare per non lasciare da sole le persone più fragili. E il fatto che il primo progetto ad essere inaugurato sia proprio questo che è destinato alle mamme e ai bambini è il segnale che stiamo rimettendo le famiglie al centro delle politiche sociali del Lazio".

Tutte le informazioni sul progetto "Nursery in Rete" sono disponibili all'indirizzo webwww.salvamammenurseryinrete.it.

SIMEONE (FI): "IL PIANO CASA DI ZINGARETTI HA LE GAMBE CORTE COME LE BUGIE DEL CENTROSINISTRA"

"La scelta di calare un maxi emendamento dimostra la volontà di questa giunta di escludere il consiglio da ogni discussione, proposta, miglioramento. Non solo, impedisce che ci sia quel dibattito democratico a cui questa assemblea è chiamata in rappresentanza del popolo.

In queste settimane di discussione abbiamo chiesto due cose: che fosse riconosciuta ai Comuni la facoltà di limitare o escludere l'ambito di applicazione del piano casa entro 90 giorni dall'entrata in vigore della legge e che fosse concessa una proroga del piano casa di almeno 2/3 anni.

Entrambe non sono state recepite così come le osservazioni, tutte negative tra l'altro, delle associazioni di categoria, degli ordini professionali, dei sindacati.

Questa maggioranza su gambe incerte ora si trova di fronte a tutti i propri limiti con un maxi emendamento che è l'unica ancora a cui la giunta Zingaretti, incapace di confronto, sa aggrapparsi.

Un centrosinistra che sta mostrando, ricorrendo a questi mezzucci, tutta la sua incapacità di amministrare. Risuonano ancora nell'aria le parole del capogruppo del Pd Vincenzi che, come Pinocchio, in occasione della forzatura fatta da questa maggioranza per l'approvazione della legge sull'accorpamento delle società partecipate aveva assicurato "Mai più ricorreremo ad un maxi emendamento". Evidentemente era una bugia. Questa proposta di legge non chiarisce ma complica e lo fa entrando letteralmente nelle case dei nostri cittadini".

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Visini: con nursery in rete  parte primo progetto bando povertà

FrosinoneToday è in caricamento