rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica

Regione, Zingaretti a Raggi, ‘azione congiunta per ospitare a roma agenzia europea del farmaco’

“Come Lei sa nella nostra regione il comparto del farmaceutico e delle scienze della vita è tra i principali settori produttivi e di sviluppo rappresentando una vera e propria eccellenza in campo internazionale con oltre ventiduemila addetti...

“Come Lei sa nella nostra regione il comparto del farmaceutico e delle scienze della vita è tra i principali settori produttivi e di sviluppo rappresentando una vera e propria eccellenza in campo internazionale con oltre ventiduemila addetti, trecento imprese, otto miliardi di export, che rappresenta oltre il 38% del sistema Italia. Sarebbe molto importante che le istituzioni migliorino la capacità attrattiva di questo settore valorizzando il ruolo della Capitale del Paese come opportunità di investimento e anche pensando di offrire al contesto internazionale la candidatura di Roma per ospitare l’Agenzia Europea del farmaco EMA”. Lo scrive il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in una lettera indirizzata al sindaco di Roma, Virginia Raggi.

“Le chiedo, - prosegue la missiva - per l’istituzione che rappresenta, di poter esercitare un azione congiunta presentando un dossier al Governo italiano ed alle autorità europee per sostenere tale prestigiosa iniziativa che si richiama idealmente al senso stesso dell’Europa e dei Trattati di Roma che sessanta anni fa diedero vita ad una grande speranza che oggi conosce molte difficoltà ed incertezze”.

SANITA; ABBRUZZESE (FI): RICHIEDERO' COMMISSIONE D'INCHIESTA PER MORTI SOSPETTE OSPEDALI LAZIO

"Richiedero, al presidente Zingaretti, l'istituzione ufficiale di una commissione d'inchiesta sulle morti sospette avvenute negli ospedali della Regione Lazio". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"È inammissibile che ancora oggi ci siano episodi ambigui all'interno delle strutture sanitarie del territorio. Morti inspiegabili, pazienti che perdono la vita dopo una flebo come accaduto al pronto soccorrso dell'Umberto I alcuni giorni fa. Per non parlare dell'ultimo caso avvenuto in provincia di Frosinone, dove a perdere la vita è stata una bambina entrata nel ps del Capoluogo per una febbre alta.

Non voglio criminalizzare nessuno, ma è giunto il momento di evidenziare che la gestione sanitaria di Zingaretti sta producendo soltanto danni. Negli ospedali mancano posti letto, medici ed infermieri sono costretti a turni massacranti, soprattutto, nei pronto soccorso per garantire il servizio. Il personale è allo stremo e delle assunzioni promesse da Zingaretti non se ne vede neanche l'ombra. Non possiamo permettere che delle persone muoiano nelle corsie degli ospedali perché magari non ci sono professionisti in grado di assisterle in tutto o in parte. La lucidità di un medico è tutto ormai, ma se lavora h24 come può essere sempre allerta e pronto ad ogni evenienza?

Tutto quello che sta accadendo nel nostro sistema sanitario è dovuto alle scelte scellerato di Zingaretti che insieme ai suoi luogotenenti sul territorio continua a sistemare gli amici degli amici senza tener conto delle professionalità e delle esigenze dei cittadini e degli ospedali". Ha concluso Abbruzzese. FORMAZIONE: SMERIGLIO, ‘SUCCESSO TORNO SUBITO, CIRCA 3 MILA PROGETTI INVIATI’ “Alla chiusura dei termini per la partecipazione al bando ‘Torno Subito 2016-2017’, i dati definitivi indicano 4.500 persone accreditate e 3.000 progetti completi inviati. Un successo nei numeri che oltretutto prosegue da tre anni: dopo la prima sperimentazione del 2014, lo scorso anno i progetti inviati erano stati poco meno di 1.500, un dato doppiato in eccesso da quello del 2016. Entro il 2018 saranno complessivamente circa ottomila le ragazze e i ragazzi che avranno avuto accesso a questa straordinaria esperienza di formazione in Italia e all’estero a totale carico della Regione Lazio. Crediamo che l’allargamento delle opportunità per le giovani generazioni sia una priorità e la Giunta proseguirà sulla strada intrapresa con ‘Generazioni’, il pacchetto di iniziative della Regione Lazio rivolto in particolare agli under 35 che prevede un investimento di circa 370 milioni di euro per un target stimato di circa 70 mila ragazzi e ragazze. L’invito a tutti è quello di cogliere queste opportunità di formazione, autoimprenditorialità, accesso al credito, disponibili sul sito www.regione.lazio.it/generazioni ” Lo dichiara in una nota Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio. RIGHINI (FDI): ‘AD ANZIO PER RIBADIRE IL ‘NO’ DI FRATELLI D’ITALIA AL PROLIFERARE INDISCRIMINATO DEGLI IMPIANTI BIOGAS’ "Fratelli d'Italia è ancora una volta in prima fila contro il proliferare indiscriminato di impianti di smaltimento e trattamenti rifiuti, ideati persino in zone già compromesse o a chiara vocazione agricola o turistica". Anche il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Giancarlo Righini, ha preso parte, stamane, alla manifestazione organizzata dal Comitato No Biogas di Anzio. Al suo fianco il consigliere comunale Marco De Villano, il portavoce Francesco Novara e la portavoce cittadina di 'Gioventù Nazionale', Giulia Adriani. Righini ha ancora una volta ribadito la necessità di combattere “i tanti progetti sui rifiuti calati dall’alto senza alcuna programmazione e con utilizzo di tecnologie superate, inutili e dannose. Riciclo, riuso e rifiuti zero sono unica soluzione al problema”. Non un caso che proprio Fratelli d'Italia sia stato il primo partito a porre all'attenzione "la gravità di quanto accaduto, proponendo più di un'audizione in commissione ambiente e persino una moratoria per i nuovi impianti fino all'approvazione del Piano energetico e quello sui rifiuti". "Impensabile - ha dichiarato Righini durante il corteo - che si possano continuare a proporre impianti biogas a pochi km di distanza l'uno dall'altro. Una volta di più è emersa l'assenza di programmazione di Zingaretti e di chi con lui governa la Regione e contro la stessa noi continuiamo a batterci, tanto da aver richiesto un consiglio regionale straordinario che nei prossimi giorni andrà ad affrontare proprio l'emergenza rifiuti" e di cui proprio Righini è stato il primo firmatario. Anche De Villano, Novara e Adriani si sono detti determinati "a continuare una battaglia che vede Fratelli d'Italia sempre sensibile alle vicende ambientali del territorio, con una costante lotta orientata a tutelare la salute dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Zingaretti a Raggi, ‘azione congiunta per ospitare a roma agenzia europea del farmaco’

FrosinoneToday è in caricamento