Politica

Regione, Zingaretti; addolorato per scomparsa di Franco Dalia, vicino alla sua famiglia

“Sono profondamente addolorato per la scomparsa di Franco Dalia (morto dopo una lunga malattia all'età di 62 anni l'ex responsabile alla Mobilità della Pisana durante la Giunta Marrazzo e consigliere Pd nella scorsa consiliatura). Perdiamo un...

"Sono profondamente addolorato per la scomparsa di Franco Dalia (morto dopo una lunga malattia all'età di 62 anni l'ex responsabile alla Mobilità della Pisana durante la Giunta Marrazzo e consigliere Pd nella scorsa consiliatura). Perdiamo un democratico spontaneo e vero, un uomo che ha sempre lavorato

con passione ed entusiasmo, anche a servizio delle istituzioni. Di Franco ci mancherà la sua grande capacità di essere vicino alla gente e di comprenderne esigenze e bisogni. Alla sua famiglia e ai suoi cari rivolgo a nome della Giunta regionale le più sentite condoglianze in questo momento di profonda tristezza e di grande vuoto". Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

CITTÀ METROPOLITANA: CIMINIELLO, 'SIA OCCASIONE IN PIÙ PER SVILUPPO TERRITORIO'

"Sono convinta che per lo sviluppo nel nostro territorio, si debba iniziare a pensare alla città come un modello integrato, che sappia lavorare in maniera sinergica con il suo hinterland. Solamente se si riesce a capire questo, potremmo salvaguardare i diritti e le identità dei singoli comuni, altrimenti essi finiranno per diventare il ricettacolo degli scarti e dei rifiuti del comune più forte".

Lo afferma l'assessore alle Autonomie locali della Regione Lazio, Concettina Ciminiello, intervenendo al convegno "Roma Città Metropolitana" organizzato dalla CGIL di Roma Sud-Pomezia -Castelli.

"Una città - ha proseguito Ciminiello - è un sistema urbano complesso che non finisce all'interno del singolo comune. Il nuovo grande parco divertimento di Roma è a Valmontone, le terme di Roma non sono a Roma ma a Tivoli, lo Zoo Marine di Roma è a Torvaianica, l'aeroporto di Roma è a Fiumicino. È vero, esiste l'autonomia, ma è anche vero che la vita di queste comunità locali ormai è interdipendente sul mondo del lavoro, dei trasporti, del turismo. Il governo di questa vasta area purtroppo non ha seguito questa tendenza all'armonizzazione, ma è frammentato in una miriade di competenze. Per questo la grande sfida è pensare a Roma Città Metropolitana coincidente con l'attuale provincia, un nuovo ente capace di sfruttare le tante potenzialità del nostro territorio.

Ci auspichiamo che il Ministro per gli Affari Regionali e le autonomie, Graziano Del Rio, possa tenere conto delle peculiarità della Capitale d'Italia apportando le necessarie modifiche al testo di legge in questo momento all'esame del Parlamento".

RIFIUTI: CIVITA, 'CON 19 MLN DI EURO A ROMA OBIETTIVO 65% RACCOLTA DIFFERENZIATA'

"Lo sblocco dei fondi di 19 mln di euro destinati allo sviluppo della raccolta differenziata "porta a porta" di Roma Capitale è un deciso e concreto passo in avanti per il raggiungere il prima possibile l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata a Roma".

Lo dichiara in una nota l'Assessore alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti della Regione Lazio, Michele Civita.

"Le normative europee e le leggi nazionali - continua Civita - ci impongono un deciso cambio di passo rispetto al passato. L'impegno profuso dalla Regione Lazio nel sostegno allo sviluppo della raccolta differenziata "porta a porta" a Roma e nei Comuni della Regione e la chiusura di Malagrotta, mega-discarica simbolo di una gestione del ciclo dei rifiuti obsoleta e non più praticabile, sono i primi segnale del percorso innovativo intrapreso". "Ora più che mai - conclude l'assessore - la condizione necessaria per il raggiungimento di questi importanti obiettivi è la massima collaborazione tra i cittadini e tutte le istituzioni coinvolte".

RIFIUTI : ZINGARETTI, 'ALTRI 19 MLN AL COMUNE DI ROMA PER SVILUPPARE PORTA A PORTA'

"Abbiamo sbloccato 19 milioni di euro circa per il 2013 a favore del Comune di Roma. Così facendo immettiamo risorse immediatamente disponibili per rafforzare la raccolta dei rifiuti differenziati "porta a porta" innovando profondamente la gestione del ciclo nella Capitale. Si tratta di un risultato importante per il quale abbiamo concentrato tutti i nostri sforzi ed energie: la modalità di raccolta porta a porta, infatti, è l'unica in grado di aumentare qualità e quantità dei rifiuti differenziati e consente di avviare a nuova vita gran parte dei materiali che nelle nostre case, fino a poco tempo fa, mettevamo insieme conferendo nelle discariche tradizionali il cosiddetto tal quale".

Lo afferma il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, commentando il via libera degli uffici regionali allo sblocco di 19 milioni di euro per la raccolta porta a porta del Comune di Roma. Le risorse sbloccate oggi dalla Regione sono una tranche dei 145 milioni di euro complessivi stanziati in favore dei Comuni del Lazio per la raccolta differenziata porta a porta, di cui 53 milioni circa destinati al Comune di Roma Capitale. Sono già stati liquidati in favore del Campidoglio 15 milioni circa di euro per l'annualità 2012 e nei prossimi mesi saranno sbloccati ulteriori 19 milioni per il 2014.

GIORNATA DELL'INFANZIA; VISINI: DA REGIONE LAZIO PROVVEDIMENTI A MISURA DI BAMBINO

Promozione dei nuovi asili nido, sviluppo della rete istituzionale contro i maltrattamenti sui minori e lotta agli abusi sessuali online. E' una Regione a misura dei bambini e dei ragazzi l'obiettivo dei tre provvedimenti approvati dalla Giunta Zingaretti in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

"Abbiamo voluto che questa Giornata non fosse il solito rito stanco in cui si commemorano i diritti dei bambini e dei ragazzi per poi dimenticarseli il giorno dopo. La Regione - spiega l'assessore alle Politiche sociali e allo Sport, Rita Visini - mette in campo tre azioni concrete che vanno incontro ai più piccoli e alle famiglie facendo rete tra istituzioni, enti locali, realtà educative e Terzo settore. Lo facciamo perché crediamo fermamente che investire sui bambini e sui ragazzi è investire sul futuro del nostro Paese. Le politiche per loro sono il metro con cui si misura il nostro grado di civiltà".

La prima delibera riguarda l'emanazione di un avviso pubblico - intitolato "Start Up" - che metterà a disposizione 950mila euro per i Comuni del Lazio che hanno aperto o che apriranno un nuovo asilo nido comunale nel periodo tra il 1 gennaio 2012 e il 28 febbraio 2014. I Comuni potranno richiedere entro il 14 marzo 2014 un contributo per la gestione dei nuovi nidi in modo da favorire l'avvio dell'attività educativa e facilitare le famiglie nell'accesso al servizio. Con lo stanziamento verranno sbloccati 34 nuovi asili in 30 Comuni, per un totale di oltre 1100 nuovi posti a disposizione. Con la seconda delibera la Giunta ha approvato un modello di "Protocollo per l'adozione di interventi coordinati di prevenzione e intervento nei casi di maltrattamento e abuso all'infanzia". Si tratta di uno schema di accordo tra Comuni, Autorità giudiziaria (Tribunale dei minori e Procure), scuole, Forze dell'ordine, Asl e realtà del Terzo settore per la creazione di una rete per la tutela dei bambini e delle donne e per il contrasto ai maltrattamenti. Il modello ricalca un'iniziativa sperimentata dal Comune di Albano Laziale e che la Regione Lazio ha voluto adottare come "buona pratica" da promuovere e diffondere negli altri territori. Il protocollo impegna le istituzioni e gli organismi firmatari a lavorare in rete per la tutela sociale dei minori e delle famiglie, per il loro sostegno psicologico e ad assicurare tutela legale e tecnica ai minori che subiscono maltrattamenti o abusi, condividendo le prassi di intervento. L'obiettivo è quello di creare nelle comunità locali un contesto di "controllo diffuso" nei confronti dei bambini e dei ragazzi. Il terzo provvedimento è una memoria di Giunta che impegna la Regione a recepire e diffondere tra gli operatori sociali e sanitari le "Linee Guida condivise e multidisciplinari volte alla tutela delle vittime minorenni di abuso sessuale online, dalla fase di identificazione/segnalazione alla presa in carico". Si tratta di un documento elaborato nell'ambito di un progetto coordinato da Save the Children Italia al quale partecipano il Coordinamento dei Centri contro il maltrattamento e l'abuso all'infanzia, il Centro per il contrasto della pedopornografia su Internet della Polizia postale e l'Osservatorio sulla pedofilia e sulla pornografia minorile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le linee guida puntano ad aumentare le competenze specifiche dei professionisti del settore sul tema dell'abuso sessuale sui minori attraverso le nuove tecnologie e a promuovere un approccio multidisciplinare al fenomeno stimolando le diverse professionalità a cooperare nella gestione dei casi in tutte le fasi della presa in carico delle vittime e delle loro famiglie.

REGIONE: "CONTRASTARE LE INFILTRAZIONI NEL SETTORE DEL TRASPORTO"

L'IMPEGNO DELL'ASSESSORATO ALLA MOBILITA' E DELL'OSSERVATORIO REGIONALE PER LA SICUREZZA

Fare il punto sulle necessità degli imprenditori e degli operatori impegnati nel settore del trasporto e della logistica, tra i più esposti alle infiltrazioni della criminalità. Questo l'obiettivo dell'incontro che si è svolto presso l'assessorato alla Mobilità della Regione Lazio, alla presenza del presidente dell'Osservatorio regionale sulla Sicurezza e la Legalità, Gianpiero Cioffredi, e dei rappresentanti delle associazioni di categoria del settore dei trasporti dall'Assotir a Federlazio, dalla Cna ad Unindustria, dalla Fai alle centrali della Cooperazione, dalla Confartigianato ad Anita e Alas.

Oltre ad apprezzare l'impegno e l'attenzione dell'amministrazione regionale per l'intero settore, le associazioni di categoria hanno sottolineato il bisogno di uno sforzo comune nel superare l'attuale crisi economica, sottolineando la necessità di ripristinare condizioni di legalità nel settore che sempre più frequentemente diventa uno strumento attraverso il quale le organizzazioni criminali puntano al riciclaggio di proventi illeciti. Le organizzazioni datoriali, per la prima volta insieme, hanno ribadito la necessità di rafforzare la sicurezza delle imprese e garantire il rispetto delle regole in un mondo in cui emergono elementi di abusivismo, lavoro nero e comportamenti illeciti che alterano le regole del mercato.

"L'Osservatorio e l'Assessorato alla Mobilità - spiega Cioffredi - hanno ribadito che legalità e sicurezza sono fattori imprescindibili per lo sviluppo economico del territorio. Le imprese impegnate nel settore del trasporto troveranno nella Regione un luogo da cui ripartire per una più corretta e sana competitività che porti sviluppo e lavoro in un quadro di regole e legalità. L'impegno della Regione sarà anche quello di procedere alla semplificazione dell'attività amministrativa, favorendo iniziative di coordinamento e cooperazione istituzionale finalizzate a favorire la legalità e il contrasto della criminalità".

"Abbiamo deciso - conclude il presidente dell'Osservatorio - di rendere permanente questo spazio dedicato a legalità ed autotrasporto nell'ambito dell'Osservatorio Regionale sulla Sicurezza e la Legalità, coordinato dall'assessorato regionale alla Mobilità".

SANITA': REGIONE, PRIVA DI FONDAMENTO NOTIZIA CHIUSURA DI 5 OSPEDALI ROMANI

In riferimento alla notizia riportata oggi dal quotidiano Il Tempo riguardo alla chiusura di 5 ospedali romani (Oftalmico, Cto, Nuovo Regina Margherita, Eastman e Forlanini) si precisa che tale notizia è priva di fondamento. Anzi, molti degli ospedali citati dal giornale come "prossimi alla chiusura" sono stati oggetto di rilancio o individuazione di nuove missioni: citiamo per tutti il CTO che, con il protocollo firmato con l'Inail, avrà una nuova importante missione. Il nuovo Regina Margherita con nuovi posti a gestione infermieristica sarà uno dei modelli di riferimento per la sanità territoriale e per la Casa della salute. L'Oftalmico proprio in questi giorni ha visto la ripresa di lavori infrastrutturali grazie all'impegno della Asl RmE. Circa il futuro del Forlanini intervenne una legge regionale del 2006 per dichiarare esaurita la sua funzione sanitaria e il futuro di questa struttura riguarderà la riqualificazione di un intero quadrante della città. Infine, per quanto riguarda l'ospedale Eastman la Regione Lazio interverrà firmando un protocollo con l'Università La Sapienza. Il recupero dei posti letto per stare nei parametri del 3,7 per mille/abitanti previsto dalle norme nazionali avverrà con una razionalizzazione sulla base dell'esistente, soprattutto eliminando doppioni di medesimi reparti. Quindi, ribadiamo, che non ci sarà nessuna chiusura di ospedali.

Per questo motivo chiediamo agli organi di informazioni di verificare con attenzione le notizie (che poi come in questo caso si dimostrano infondate) riguardanti le eventuali chiusure di ospedali per evitare inutili allarmismi su un tema così delicato e sentito dai cittadini. Lo dichiara in una nota la Regione Lazio.

CEI; ZINGARETTI, 'SINCERI AUGURI A MONS. CROCIATA'

"Desidero porgere i miei più sinceri auguri a Sua Eccellenza reverendissima Mons. Mariano Crociata per la nomina a Vescovo della Diocesi di Latina. Una scelta importante e di grande profilo, alla luce della grande esperienza pastorale e della saggezza maturate negli anni da segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana che, sono sicuro, saranno fondamentali per il compito importante che Monsignor Crociata è chiamato a svolgere nel territorio del Pontino".

E' quanto si legge in una lettera inviata dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Mons. Crociata.

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Zingaretti; addolorato per scomparsa di Franco Dalia, vicino alla sua famiglia

FrosinoneToday è in caricamento