Regione, Zingaretti, ‘emergenza incendi nel lazio. grazie a tutti i volontari della protezione civile regionale”

Tra giugno e luglio aumentato di quattro volte il numero degli incendi. i mezzi aerei si sono alzati in volo gia’ oltre 500 volte

Logo Protezione Civile

Tra giugno e luglio aumentato di quattro volte il numero degli incendi. i mezzi aerei si sono alzati in volo gia’ oltre 500 volte

“Ringrazio i volontari della Protezione civile regionale che ogni giorno con passione e dedizione sono impegnati nelle attività di presidio, monitoraggio e contrasto agli incendi boschivi sul nostro territorio, tutti gli operatori del Sistema di Protezione civile con Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato e le Forze dell’ordine. E’ necessario uno sforzo comune per mettere in campo un’efficace azione di prevenzione e controllo, questo per contrastare l’emergenza del ripetersi di incendi che coinvolgono tutto il Lazio destando in tutti forti preoccupazioni”.

Lo dichiara il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti commentando i dati della Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Lazio che delineano un quadro preoccupante degli incendi boschivi nel Lazio. In media dall’inizio dell’estate sono pervenute al numero verde della Sala Operativa circa 800 chiamate al giorno. E’ cresciuto di quattro volte il numero degli incendi nella regione Lazio nel mese di luglio rispetto al mese di giugno. Lo scorso anno il numero degli interventi di spegnimento degli incendi da gennaio a settembre era stato di 1.210, quest’anno nei soli mesi di giugno e luglio il numero è già superiore toccando quota 1.368. Inoltre, già nei primi giorni di agosto si registrano oltre 100 interventi al giorno che vedono impegnati, oltre a VVF e CFS, le associazioni di volontariato che quotidianamente impegnano almeno 400 volontari. Il contrasto agli incendi boschivi avviene anche dall’alto con l’impiego di 7 elicotteri della Protezione civile regionale, 3 elicotteri del Corpo Forestale dello Stato ed i Canadair del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco coordinati dal COAU (Centro Operativo Aereo Unificato) del Dipartimento Nazionale della Protezione civile che si sono alzati finora già oltre 500 volte. Nel mese di luglio la zona più colpita è stata la bassa Pontina con 433 interventi nella provincia di Latina, seguita dalla provincia di Roma con 409, 142 a Frosinone e provincia, 55 nella provincia di Viterbo e infine 13 a Rieti e provincia. A coordinare i lavori è la Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Lazio, rinforzata durante il periodo estivo dal personale dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato. Il numero da contattare è 803.555.

EDILIZIA AGEVOLATA: REGIONE LAZIO, VIA LIBERA AL PIANO DI FINANAZIAMENTI PER 2MILA ALLOGGI

ZINGARETTI, ‘SVOLTA EPOCALE: DOPO UNDICI ANNI VIA ALLA REALIZZAZIONE DI 2 MILA ALLOGGI’

Dopo oltre undici anni si sblocca il piano regionale di finanziamenti per la realizzazione di circa 2mila alloggi di edilizia agevolata a Roma. Arriva infatti l’approvazione definitiva, da parte della giunta regionale del Lazio, della delibera relativa al bando n. 355 del 2004 per l'edilizia sociale, che permetterà di erogare a imprese e cooperative edili i contributi per costruire case da destinare ad affitto calmierato con patto di riscatto. Il provvedimento varato dalla Regione prevede, a valere sul prossimo triennio, lo stanziamento di 56 milioni di contributi per l’attuazione dei programmi di social housing all’interno del Comune di Roma. I fondi saranno ripartiti in quote differenti anno per anno: 6 milioni per il 2015, 20 milioni per l'anno successivo e 30 milioni per il 2017. L'esecutività della delibera scatterà con la pubblicazione sul Bollettino regionale.

“Abbiamo dato il via libera ad un programma bloccato da oltre undici anni – ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – con un atto che consentirà a imprese e cooperative di realizzare circa duemila alloggi su aree pubbliche, per l'affitto e per l'acquisto a prezzi stabiliti. La Regione ha dunque adeguato il vecchio bando alla situazione attuale, sia dal punto di vista normativo che finanziario, permettendo così di avviare i progetti con reale copertura finanziaria. Ora spetta al Campidoglio la consegna delle aree individuate”.

“La centralità di questa delibera – ha dichiarato l’assessore regionale alle Politiche abitative, Fabio Refrigeri – consiste nello sbloccare i piani di zona individuati da Roma Capitale, nell’ambito dei quali saranno localizzati gli alloggi destinati all’housing sociale. I finanziamenti stanziati, in particolare, si riferiscono ai primi 12 piani di zona (su 32 totali) già in fase attuativa, e copriranno la realizzazione di circa duemila alloggi. Si tratta, in linea di massima, di aree a cavallo del Grande Raccordo Anulare”.

La cifra messa a disposizione dalla delibera rappresenta una prima tranche di complessivi 112 milioni di euro, accantonati dalla Regione per il bando 355/2004, la cui parte restante (altri 56 milioni) sarà progressivamente sbloccata nei prossimi anni. Una volta assegnati tutti i fondi, il totale degli alloggi di edilizia sociale realizzabili sul territorio romano ammonterà a 5mila unità.

“Questo via libera al piano per l’edilizia agevolata – ha concluso Refrigeri – è un passo importante, che si inserisce, peraltro, in un programma più ampio di interventi a favore dell’housing sociale, come dimostra anche il recente accordo tra Regione e Cassa Depositi e Prestiti Sgr per l’accesso al fondo investimenti per l’abitare. Nel caso di affitto, sarà previsto un canone di circa 5 euro a metro quadro, con un contributo per le imprese di 35mila euro ad alloggio. Inoltre, abbiamo determinato che gli alloggi vengano concessi ad affitti calmierati di 7 o 25 anni, con possibilità di riscatto da parte degli inquilini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento