Revenge Porn nel Palermitano, Battisti ad altre Regioni e Parlamento: ‘Approvate una legge come quella del Lazio’

La consigliera regionale, promotrice ciociara dell'antesignana LR n. 3/2020, invoca un'urgente legiferazione in tutta Italia sugli interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti

La consigliera regionale del Lazio Sara Battisti, promotrice ciociara dell’antesignana Legge regionale n. 3 del 17 giugno 2020 (“Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti”), chiede un’urgente legiferazione in materia in tutta Italia dopo aver “appreso con sgomento - comunica - la notizia di una giovane vittima di Revenge porn nel Palermitano”.  

"Una rete di minori - riporta la stessa Battisti - ha fatto circolare su vari gruppi WhatsApp foto intime di una loro coetanea e ora gli inquirenti sono al lavoro per trovare i responsabili che, ribadisco, sembrerebbero essere minorenni. È sempre più urgente che le altre Regioni e le aule del Parlamento, prendano esempio dalla Regione Lazio e approvino una Legge sulla falsariga della nostra, finalizzata alla sensibilizzazione, alla prevenzione e al contrasto del reato di Revenge Porn, un contrasto che abbiamo previsto a partire dalle scuole perché purtroppo ad essere protagonisti sono nella più gran parte dei casi dei minorenni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scorso 5 giugno, infatti, la Regione Lazio è stata la prima in Italia a muoversi in tal senso approvando all’unanimità in Consiglio regionale la succitata LR n. 3/2020. "Mi rivolgo a tutti i Presidenti delle Regioni e alle aule del Parlamento - ribadisce in conclusione la consigliera regionale originaria di Fiuggi (Frosinone) - Spero che abbiano al più presto la sensibilità di mettersi al lavoro per una Legge che possa mettere un freno a questo reato odioso. La sola cristallizzazione del reato non è sufficiente per la giusta funzione deflattiva. La speranza è che il mio appello venga accolto immediatamente, senza perdere tempo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" in Ciociaria, ecco chi è probabilmente in gara

  • Il cuore di Willy spaccato a metà dalle troppe botte. Tre indagati per omissione di soccorso

  • Coronavirus, più tamponi e ben 31 casi in Ciociaria. D'Amato: 'Mantenere alta l'attenzione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento