Rifiuti, Buschini revoca la determina per la tariffa di ingresso agli impianti della Saf

Scongiurato l'aumento delle tariffe della TARI in tutti i comuni

Revocata dall’assessore Mauro Buschini la determinazione che approvava la tariffa di ingresso all'impianto di trattamento meccanico biologico della società Saf spa, con un aumento per i Comuni del 30%.  La notizia  è stata diramata dallo stesso  Buschini. La Regione Lazio, va detto, aveva stabilito di portare la tariffa: da 102,94 a 138,60 euro a tonnellata. Tutto doveva essere aggiornato al 1 gennaio 2015 così come richiesto dalla società  Ambiente Frosinone da diverso tempo, ma mai attuato.

Evitato l'aumento della TARI in ogni comune

Ma un aumento della  tariffa del 30% comporterebbe un aumento sulla tassa  sui rifiuti di ogni Comune. Una situazione che andrebbe a ripercuotersi, invetabilmente, su tanti  onesti  cittadini che pagano le tasse. Una sorta di atto dovuto secondo i vertici della Saf, come una sorta di adeguamento Istat. Ma è evidente che una crescita del 30% della tariffa comporterebbe un aumento della Tari (tassa sui rifiuti) dei singoli Comuni, con effetti  negativi per un largo  bacino di utenza.  Uno stato di  cose   che  ha  fatto riflettere Buschini il  quale ha chiesto la  revoca  dell’aumento della  tariffa  tenendo conto dei  finanziamenti  della Regione Lazio  ed il contributo di  sei milioni  per la Saf in conto capitale erogato dalla Provincia di Frosinone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La problematica dei comuni morosi

A questi andrebbero aggiunti altri milioni che incideranno sulla riduzione.  Da non dimenticare che c’è anche un’altra problematica: quella dei  Comuni morosi  nei confronti della Saf.  Il debito si  aggira sui trenta milioni di euro, La  Saf   nei prossimi giorni  invierà  una  missiva ai Comuni interessati . La Società Ambiente Frosinone ha deciso di inviare una lettera a questi Comuni, chiedendo, entro il 30 settembre, un piano di rientro per il saldo dei  debiti.  Viceversa si adirà alle vie legali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento