Ripi, non passa il Consuntivo: il sindaco Sementilli si dimette

A sottoscrivere il documento anche 5 consiglieri. Luca D'Arpino: "Forza Italia ha rivendicato il suo ruolo". Fratelli d'Italia attacca il vicecoordinatore regionale di FI, sarebbe lui l'artefice del tradimento

Tanto tuonò che alla fine piovve. Il sindaco di Ripi, Piero Sementilli si è dimesso, con lui 5 consiglieri. Nella seduta del consiglio comunale di ieri non è passata l'approvazione del Bilancio consuntivo. Sei i voti contrari: quelli dei tre consiglieri di minoranza più i tre di maggioranza Luca D'Arpino, Chiara Crescenzi e Loretana Sementilli. A quel punto il sindaco espressione di Fratelli d'Italia, assieme ai consiglieri Enrico De Angelis, Brian Crecco, Patrizia Cortina e Pasqualino Botticelli ha sottoscritto il documento di dimissioni che domattina verrà consegnato in Prefettura.

Una frattura annunciata

"Un percorso lungo che ha portato alla rottura con l'attuale sindaco siamo arrivati alla conta. Forza Italia ha rimesso all'angolo De Angelis e Ruspandini, siamo riusciti a rivendicare il ruolo e mettere sotto sopra il sindaco". Queste le dichiarazioni a caldo del consigliere Luca D'Arpino. Nulla di inaspettato, già a febbraio con la costituzione del gruppo indipendente 'AmiAmo Ripi' formata dai 3 consiglieri di maggioranza che ieri hanno bocciato il consuntivo aveva lasciato presagire la profonda spaccatura dell'Amministrazione comunale tanto che lo stesso sindaco soprannominò il neonato gruppo ‘TradiAmo Ripi’. 

Immediate le dure reazioni da parte di alcuni esponenti di Fratelli d'Italia che si sono scagliati contro il vicecoordinatore regionale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, a loro avviso artefice del tradimento. La mossa potrebbe avere ricadute non solo per l'Amministrazione comunale di Ripi ma in diversi comuni della provincia di Frosinone nei quali si andrà alle urne tra meno di 4 mesi. Potrebbero saltare equilibri ed accordi per le coalizioni di centrodestra. 

Samuel Battaglini

"La caduta dell'amministrazione di Ripi, dell'ottimo Sindaco Sementilli è una vergogna inenarrabile.  Uno sfregio che porta la firma di Gianluca Quadrini, un personaggio in cerca d'autore che rappresenta in pieno la decadenza di Forza Italia. Uno sfregio imperdonabile che pagherà a tempo debito. I suoi rappresentanti locali, eletti con i voti del gruppo di Fratelli d'Italia hanno fin dal primo giorno covato come le serpi in seno ad una giunta che dal momento del suo insediamento non ha mai potuto incidere a causa dei ricatti di D'Arpino e company. Ricatti incomprensibili, se si considera che proprio D'Arpino è stato pesantemente sostenuto dal sottoscritto e dai rappresentanti del mio partito a Ripi, contribuendo,  per sua stessa ammissione, ad incrementare il suo risultato. Non solo a distanza di 24 ore ebbe il coraggio di rinnegarci, oggi addirittura sfiducia un Sindaco che meno di un anno fa stravince le elezioni a furor di popolo, regalando a D'Arpino la presidenza del consiglio. È chiaro anche ai meno esperti che far cadere una giunta a meno di un anno dalla vittoria non può avere motivazioni amministrative, ma esclusivamente do interesse personale e di ambizione sfrenata. Ma d'altronde un gregario non può che tentare di emulare il proprio guru.  Sono convinto che i ripani, troppo intelligenti per accettare simili atteggiamenti, puniranno elettoralmente gli autori di questo episodio di così basso livello umano, prima ancora che politico. A Sementilli ed a tutta la sua giunta non può che andare la nostra vicinanza".

Gabriele Picano

"Si è recitata una brutta pagina riguardo l’unità’ del centrodestra in Provincia di Frosinone. È caduta l’amministrazione di Ripi il cui Sindaco Piero Sementilli appartiene al nostro Partito, Fratelli d’Italia. Questa defenestrazione avviene a causa di esponenti di Forza Italia, alla faccia dell’unità della coalizione, i cui massimi esponenti provinciali ora esultano per la caduta di Ripi. Siamo basiti di tale comportamento che non fa bene ad una coalizione che nei prossimi mesi dovrà affrontare le elezioni amministrative in diversi comuni. Urge convocare subito il tavolo provinciale per chiarire quanto accaduto. Basta sotterfugi e manovre di palazzo che non interessano ai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento