Rocca Priora, scontro tra amministrazione e M5S sulle tasse

L’amministrazione comunale di Rocca Priora, in seguito alle dichiarazioni apparse sulla pagina facebook del M5S roccapriorese,  riprese da un articolo del quotidiano online il Mamilio.it riguardo la diminuzione delle tasse nel nostro comune...

Damiano Pucci Rocca Priora

L’amministrazione comunale di Rocca Priora, in seguito alle dichiarazioni apparse sulla pagina facebook del M5S roccapriorese, riprese da un articolo del quotidiano online il Mamilio.it riguardo la diminuzione delle tasse nel nostro comune, precisa quanto segue:

La somma di circa 350 mila euro di minor tassazione deriva da stime di previsione per singoli cespiti d’entrata, come risulta dalla delibera di Giunta n. 9 del 26/02/2015. ADDIZIONALE IRPEF: per il 2015 è prevista una riduzione di entrata nelle casse comunali di 100 mila euro, frutto dell'abbassamento dell'aliquota che per l'anno In corso si attesta allo 0,7 per cento. Stessa cifra totale che i contribuenti risparmieranno nel 2016 (essendo prevista la riduzione dell’aliquota di un altro mezzo punto, fino allo 0,65). Per essere ancora più chiari: ogni mezzo punto di riduzione dell’aliquota corrisponde a 100 mila euro in meno di tasse per i cittadini. TASI: basta evidenziare che Rocca Priora è il comune che ha una delle aliquote più bassa tra tutti i comuni del circondario (2 per mille), e questo già dallo scorso anno. Riuscire a mantenere questa aliquota invariata è uno sforzo che non tutti i comuni riescono a sostenere, soprattutto considerando l’attuale situazione finanziaria degli enti locali. Rocca Priora ci riesce. Ed è già il secondo anno. IMU: la riduzione dell'aliquota Imu per gli altri immobili da 10,5 a 10, vale una riduzione del gettito (e meno tasse per i cittadini) per 150 mila euro nel 2015. Con l’impegno, che si desume dalla delibera, a portare l’aliquota al 9,5 nel 2016 (con ulteriori minori tasse per i cittadini per altre 150 mila euro: 300 mila euro in meno in due anni!). Anche qui giova evidenziare che ogni mezzo punto di riduzione equivale, secondo le stime degli uffici, a circa 150 mila euro in meno di tasse richieste al cittadino. Sempre riguardo all’Imu, per il 2015 è stata introdotta l’aliquota agevolata del 2 per mille per la seconda abitazione data in comodato d’uso ai figli, che fino all’anno scorso era soggetta all’aliquota del 10,5 per mille. Questo significa minori entrate (e minori tasse) previste per 60.000 euro totali, per ciascuna annualità di bilancio. Riguardo l’Imu sui terreni agricoli, il comune ha fissato (a prescindere dagli esiti del ricorso fatto dal comune al Tar, per abolire l’imposta nei comuni montani) un’aliquota pari a 0 (leggasi “zero”), decidendo di rinunciare a un’entrata prevista di 39.000 euro. Ecco dunque il totale: diminuita l’addizionale Irpef (meno 100.000 euro di tasse); diminuita l’aliquota Imu per altri immobili (meno 150.000 euro di tasse); introdotta l’aliquota agevolata per le seconde case in comodato ai figli (meno 60.000 euro di tasse); azzerata l’Imu sui terreni agricoli (meno 39.000 euro di tasse). Senza conteggiare le ulteriori riduzioni delle aliquota, a cui sin da oggi il comune si è impegnato anche per il 2016 (altri 250 mila euro), la somma delle riduzioni delle tasse previste per il 2015 è di 349 mila euro. Per rendersi conto dell’entità della riduzione, basta confrontare le aliquote del comune di Rocca Priora con quelle di altri comuni del circondario. Lo faremo noi e ne informeremo la cittadinanza.

A questo si aggiunga che per il 2015 non è stato previsto alcun aumento dei costi dei servizi a domanda individuale (mensa e trasporto scolastico), già di per sé molto contenuti.

Questi sono i dati reali, il resto appartiene alla propaganda di parte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento