Politica Centro Storico / Via Moccia

Roccasecca, sul mancato incontro per l'Ideal standard l'ira della Spilabotte e dell'UGL

Il rinvio dell’incontro al Mise non va giù alla consigliera regionale ed il sindacato chiede che la Regione intervenga quanto prima

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha ricevuto nella giornata di ieri la comunicazione da parte della proprietà dell'Ideal Standard del rinvio a data da destinarsi della riunione fissata per il 15 Dicembre. Commenta la senatrice Maria Spilabotte: "E' un atteggiamento che genera preoccupazione, in quanto evidenzia la volontà di eludere il confronto ed evitare il tavolo istituzionale. Il Mise sta affrontando con responsabilità la vicenda ma occorre senso di responsabilità anche da parte della proprietà. C'è un presidio costante di lavoratori e famiglie al freddo e al gelo, ci sono accordi siglati che vanno rispettati, sono costernata per questo atteggiamento.

La proprietà non può eludere il confronto

La proprietà non può eludere il confronto, dovranno spiegarci i motivi che ci sono dietro la chiusura, con numeri alla mano, visto che è un sito produttivo che è in buona salute. Invece la proprietà scappa e si sottrae al confronto proprio perché il governo è in grado di formulare proposte convenienti.  Vogliamo capire per quali motivi la proprietà intende delocalizzare e comunque se vogliono andarsene ci sono degli impegni da mantenere: ci sono accordi da rispettare fino al 2020, un tempo congruo per dare la possibilità di individuare soluzioni e prospettive diverse, anche per valutare nuovi acquirenti. L'Ideal Standard è un sito importante che dobbiamo assolutamente salvaguardare, siamo pronti al confronto sulle regole e le ragioni dell'industria ma senza scorciatoie non consentite. Vigileremo affinché la proprietà partecipi al tavolo, purtroppo non potrò essere presente poiché il regolamento vieta la partecipazione dei parlamentari ma la mia attenzione sulla vicenda sarà costante".

UGL “Silenzio grave è necessario intervento MISE e Regione”

“È un silenzio grave e sconcertante quello della multinazionale che non si degna neanche di proporre una data alternativa per l’incontro con il MISE.”  – Ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale UGL, rispetto il mancato tavolo tecnico tra la Ideal Standard e il MISE che si sarebbe dovuto tenere il 15 dicembre p.v. – “Vorremmo sapere da Ideal Standard se esiste un piano industriale volto a salvare i 500 lavoratori della fabbrica e dell’indotto o se questa agonia è solo l’anticamera di un definitivo stop produttivo dello stabilimento. Oltretutto l’azienda di Roccasecca ha sempre lavorato con alti standard produttivi. E’ quindi indispensabile l’intervento del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Lazio per garantire un futuro a quelle famiglie che, ad oggi, non hanno avuto alcuna risposta dal Gruppo. L'UGL continuerà a vigilare finché non si arriverà ad un accordo volto a tutelare i lavoratori coinvolti.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roccasecca, sul mancato incontro per l'Ideal standard l'ira della Spilabotte e dell'UGL

FrosinoneToday è in caricamento