Politica Roccasecca

Discarica di Roccasecca, voci di corridoio parlano di riapertura. Sacco pronto a restituire la fascia

Dei rumors, che inquietano in primis il sindaco roccaseccano, ha parlato l’omologo di San Giovanni Incarico Fallone. Rotondo, da Pontecorvo, invita tutti i primi cittadini del territorio a eclatanti proteste in caso di ampliamento e riattivazione del sito di Cerreto

Voci di corridoio parlano di una potenziale riapertura della discarica di Roccasecca, notoriamente chiusa da quasi quattro mesi per via dell'esaurimento del IV invaso. Dopo l'arresto della dirigente regionale Flaminia Tosini e dell'imprenditore Valter Lozza, a capo della società proprietaria del sito di Cerreto, quest'ultima ha reso nota la rinuncia alla realizzazione del V bacino. E da allora i rifiuti finiscono fuori dalla provincia di Frosinone, con tanto di extra costi che a livello territoriale si rifiutano di pagare

Mentre nella Città metropolitana scoppia la protesta per la preannunciata riapertura dell'impianto di Albano, rumors sulla ripresa dell'ampliamento per la riattivazione della discarica di Roccasecca, che dovrebbe però avvenire con una decisione d'autorità, sono stati riportati dal sindaco della confinante San Giovanni Incarico, Paolo Fallone.

Riapertura? Fallone riporta le voci di corridoio

"Sono ormai giorni che silenziosamente girano voci non belle riguardo la possibile riapertura di Cerreto - ha esternato il primo cittadino - Dico silenziosamente perché spesso nel silenzio e nella distrazione si fanno le migliori “operazioni” di urgenza e di emergenza, a svantaggio dei cittadini! Spero che questi miei dubbi siano al più presto smentiti e che sia confermata la definitiva chiusura della discarica di Roccasecca, ma qualcosa mi dice che “dall’alto”, ancora una volta, ci verrà servito un bel piatto difficile da digerire". 

Sacco pronto a restituire la fascia tricolore

Parole quelle di Fallone, dettosi pronto alla battaglia, che hanno spinto il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco, pur evidenziando la complessità tecnica e giuridica dell'iter, ad annunciare un eventuale gesto eclatante: "In caso di atto di imperio, sarò il primo ad alzare le mani - ha commentato sulle colonne di Alessioporcu.it – Io rappresento le istituzioni e, se dovesse requisire l’area, tutt’al più posso restituire la fascia e andarmene a casa". 

Rotondo chiama a raccolta i sindaci del territorio

Da qui la chiamata a raccolta del sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo: Il territorio, ma soprattutto i cittadini vanno difesi sempre, perché siamo stati eletti per questo. Difesi da ogni atto che, chi amministra una comunità ritiene ingiusto. Lo farò unendomi all’amico sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco, nel riconsegnare la fascia tricolore nel caso in cui la Ragione o altre autorità decidano di riaprire la discarica di Roccasecca. Invito gli altri sindaci del territorio a fare lo stesso.

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Roccasecca, voci di corridoio parlano di riapertura. Sacco pronto a restituire la fascia

FrosinoneToday è in caricamento