A Montecitorio la protesta dei sindaci: “Roccasecca e la Ciociaria non sono la discarica di Roma”

Alla manifestazione contro l’ampliamento del sito di Cerreto, non senza polemica, presenti tra gli altri le fasce tricolori di Cassino, Pontecorvo, Piedimonte San Germano, Aquino, S. Giovanni Incarico, S. Vittore del Lazio, Colfelice e Colle San Magno

Sindaci e amministratori partecipanti alla manifestazione di protesta a Montecitorio

Roccasecca e la Ciociaria non sono la discarica di Roma. Basta umiliazioni!” sono le parole di protesta affidate allo striscione comparso nella mattinata di oggi, giovedì 19 novembre, a Montecitorio. Alla manifestazione contro l’ampliamento dell’impianto di Cerreto, oltre al sindaco roccaseccano Giuseppe Sacco, erano presenti primi cittadini o delegati dei Comuni di Cassino, Pontecorvo, Piedimonte San Germano, Aquino, San Giovanni Incarico, San Vittore del Lazio, Colfelice e Colle San Magno.  

"Lo scatto di orgoglio di un territorio che non molla - ha dichiarato, nell'occasione, il primo cittadino di Roccasecca Sacco - e che è venuto a manifestare la propria rabbia sotto i palazzi del potere. Il covid ha impedito la mobilitazione ma ogni fascia rappresenta ogni cittadino del basso Lazio. Grazie a tutti gli amici sindaci e grazie a Don Giandomenico sempre presente". Ha presenziato, infatti, anche Monsignor Valente

Ha partecipato, tra gli altri, anche il presidente della Comunità montana “Valle del Liri Gianluca Quadrini, capogruppo provinciale di Forza Italia. E non è mancata la polemica politica. Non si sono lasciati difatti immortale nella foto di gruppo, in cui lo stesso Quadrini ha coinvolto forzisti di primo piano come Maurizio Gasparri e Antonio Tajani, i sindaci di Cassino e Aquino, Enzo Salera e Libero Mazzaroppi, né il vicesindaco di Colfelice Gabriella Protano. Secondo loro l’iniziativa istituzionale stava assumendo in quel modo una connotazione partitica.  

"Ancora una volta si accende la luce sulla discarica nel sito di Roccasecca - ha commentato, dal canto suo, Quadrini - La sua presenza diventa sempre più motivo di preoccupazione a causa del tasso di inquinamento  molto elevato e i cittadini chiedono, a giusta causa, garanzie a tutela della salute con interventi celeri e concreti. Per questo, a Roma, alla presenza del Vice Presidente di Forza Italia, Antonio Tajani e del Senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, io e l’amico Consigliere Provinciale di Forza Italia e Sindaco Gioacchino Ferdinandi, abbiamo partecipato insieme agli altri Sindaci del territorio ad una manifestazione a Piazza Montecitorio per porre l’attenzione sull’argomento e mostrare vicinanza ai comuni della bassa Provincia che vivono questa problematica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento