Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Roma, Avenali: ferma condanna a oltraggio a lapide Ugo Forno Gesto Vile che non ci intimidisce

La svastica comparsa sulla lapide di Ugo Forno il giorno prima della ricorrenza delle Fosse Ardeatine è un gesto vile e premeditato, un'offesa alla memoria storica della città di Roma.

La svastica comparsa sulla lapide di Ugo Forno il giorno prima della ricorrenza delle Fosse Ardeatine è un gesto vile e premeditato, un'offesa alla memoria storica della città di Roma.

Atti di questo genere non intaccano la coscienza storica e l'impegno civile, e certo non intimidiscono chi intende preservare il ricordo di questo giovane eroe.

Difendere la memoria storica della Roma antifascista e democratica è un nostro dovere civico ed istituzionale, che porto avanti anche nella mia nuova veste di Consigliera regionale con impegno e convinzione.

Nel 2010 , con Legambiente Lazio, abbiamo ripulito la lapide allora tristemente sporca e poco curata, e come direttrice dell'Associazione ho partecipato alla suggestiva cerimonia che ha consegnato l'onorificenza al "Coraggioso dodicenne che a costo della vita difese il ponte in ferro sull'Aniene mettendo in fuga gli invasori nazisti". Un momento forte a cui ho preso parte con grande convinzione, dopo l'iniziativa promossa insieme all'Anpi provinciale di Roma per concedere l'onorificenza, e poi intitolare insieme alla Rete Ferroviaria Italiana del Gruppo FS il ponte lungo la pista ciclabile dell'Aniene al giovane partigiano

Dobbiamo tenere alta l'attenzione, e rafforzare il nostro impegno affinché gesti tanto assurdi non possano più imbrattare, sia dal punto di vista concreto che idealmente, la nostra città e la nostra storia."

Così in una nota Cristiana Avenali, consigliera regionale del Partito Democratico

PA, PETRANGOLINI: BENE ACCORDO REGIONI SU DIGITALE, PRESTO LEGGE PER IL LAZIO

"Mettere in rete le Regioni del centro Italia è importante. Adesso dobbiamo approvare rapidamente la legge sulla trasparenza, l'accesso generalizzato e l'agenda digitale per dare continuità all'azione della Giunta Zingaretti". Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Pd e promotrice della proposta in Prima Commissione del consiglio regionale del Lazio, commenta così l'accordo siglato oggi dal Lazio con le altre Regioni del centro Italia.

"Il digitale - spiega Petrangolini - è uno strumento che favorisce l'apertura delle pubbliche amministrazioni. Inoltre, contribuisce al miglioramento della qualità dei servizi - anche in ambito sanitario che è lo specifico dell'azione delle Regioni - attraverso lo sviluppo di open data".

"Se vogliamo davvero una amministrazione aperta fondata sui principi di semplificazione e trasparenza, partecipazione e collaborazione - conclude - dobbiamo cominciare da qui. Il Consiglio regionale è impegnato in tal senso e speriamo davvero di approvare in pochi mesi un provvedimento che vede la convergenza di maggioranza e opposizione"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Avenali: ferma condanna a oltraggio a lapide Ugo Forno Gesto Vile che non ci intimidisce

FrosinoneToday è in caricamento