menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sveltana Celli-3

Sveltana Celli-3

Roma, città metropolitana, Celli: “consulta giovani rilancia confronto istituzioni-associazionismo

Con grande piacere e soddisfazione apprendo che la Città Metropolitana di Roma sta procedendo alla formazione della nuova Consulta Giovani, istituita lo scorso ottobre con delibera della quale sono prima firmataria.”, lo ha dichiarato Svetlana...

Con grande piacere e soddisfazione apprendo che la Città Metropolitana di Roma sta procedendo alla formazione della nuova Consulta Giovani, istituita lo scorso ottobre con delibera della quale sono prima firmataria.", lo ha dichiarato Svetlana Celli, ex delegato alle Politiche giovanili della Città Metropolitana di Roma Capitale.

"Si tratta di un provvedimento del quale vado molto fiera, perché la nuova Consulta, creata per innescare il coinvolgimento diretto dei giovani del territorio, possiede tutte le caratteristiche per divenire un canale di comunicazione stabile tra le istituzioni e il variegato e dinamico mondo dell'associazionismo giovanile. Il fatto che l'amministrazione metropolitana stia portando avanti con convinzione la mia proposta, riconoscendo di fatto la validità del lavoro svolto, è motivo di ulteriore soddisfazione. Un lavoro che è stato reso possibile anche dalla grande disponibilità e competenza dei funzionari e dirigenti del VII Dipartimento Cultura, Sport e Politiche giovanili, che ringrazio".

SPORT, S. CELLI: "AFFITTOPOLI IMPIANTI SITUAZIONE NOTA E PIU' VOLTE DENUNCIATA"

"Le notizie sui canoni di concessione sproporzionalmente bassi degli impianti sportivi comunali non sono né nuove né inattese. In numerose occasioni la Commissione Sport, come d'altronde quella per la Razionalizzazione della spesa presieduta dal collega Daniele Frongia, hanno chiesto agli Assessori ed agli Uffici competenti un quadro della situazione contabile complessiva, anche a fronte di informazioni che davano il canone di alcuni impianti non solo incongruo ma addirittura ridicolo, rispetto al valore dell'insieme", lo ha dichiarato in una nota Svetlana Celli, ex presidente della Commissione Capitolina Sport.

"Abbiamo più volte fatto pressione - si legge nella nota - affinché fossero aggiornati i canoni secondo parametri più corrispondenti al valore di mercato ed al valore immobiliare. E' compito dall'amministrazione comunale determinare il reale valore degli impianti, recuperando quella funzione regolatrice e di coordinamento che un servizio di tale portata necessita. Non si può certo imputare al privato l'importo se poi paga regolarmente".

"Analoga problematica - continua - è quella delle concessioni scadute, alcune da diversi anni, che necessitano dell'emanazione di un nuovo bando. Da anni, tuttavia, si dice che il Regolamento vigente non può essere utilizzato perché non conforme con il "Contratto degli appalti e servizi". A luglio è stata presentata la proposta di un nuovo Regolamento, elaborato dagli Uffici e dall'Assessorato, che di fatto non interveniva sulla rivalutazione dei canoni, una proposta prodotta senza un confronto né con la città (utenti ed operatori), né con il Consiglio Comunale.

"Le ben note vicende riguardanti la fine dell'Amministrazione Marino hanno di fatto impedito di modificarlo e consentire così l'avvio delle nuove concessioni. Adesso finalmente il Senato ha approvato la Legge Delega sul nuovo "Contratto dei servizi ed Appalti", che prevede un contratto più snello ed applicabile, dopodiché non ci potranno più essere scuse per attuare un nuovo Regolamento che consenta di rimettere ordine in un settor che, è bene ricordarlo, coinvolge direttamente oltre 800.000 utenti tra impianti comunali e municipali (circa160) ed oltre 10.000 tra tecnici sportivi, operatori e amministrativi".

"Non possiamo dimenticare che il servizio sport è diventato un servizio essenziale per i cittadini, e qualsiasi atto dell'Amministrazione dovrà essere sempre rivolta a migliorare e non a penalizzare tale servizio, facendo le dovute distinzioni tra i "furbetti del quartierino" ed un Associazionismo sportivo sano, che per fortuna ancora esiste e resiste", conclude.

MUNICIPIO ROMA XV: PROGETTO "MINI - STAGE 2016" CON ITC CALAMANDREI. GLI STUDENTI AL "LAVORO" IN MUNICIPIO

A partire dalla prossima settimana il Municipio Roma XV apre le porte agli studenti di quarto e quinto anno dell'Istituto Tecnico Commerciale Statale "Piero Calamandrei" di Via Carlo Emery, offrendo ai ragazzi la possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro: grazie al progetto di formazione ed orientamento "Mini-Stage 2016", al quale il Municipio XV ha aderito tramite approvazione in giunta municipale, gli studenti avranno la possibilità di effettuare uno stage della durata di una settimana presso la sede municipale di Via Flaminia 872.

Nel periodo compreso tra febbraio e aprile, gli studenti potranno intraprendere un percorso formativo finalizzato alla conoscenza diretta del mondo del lavoro, svolgendo le mansioni indicate dal tutor di riferimento e conseguendo, al termine della settimana, una certificazione di frequenza.

"Abbiamo aderito con gioia al progetto - dichiara Daniele Torquati, Presidente del Municipio Roma XV - Viviamo in un'epoca di continue trasformazioni delle dinamiche del mondo del lavoro, per cui riteniamo giusto e utile che gli studenti inizino già a scuola ad apprendere tali dinamiche, ad abituarsi ai ritmi e alle attività che dovranno svolgere al termine del loro percorso di studi. Da parte nostra daremo ai ragazzi tutto il supporto necessario alla buona riuscita dello stage. Buon lavoro ai ragazzi del Calamandrei".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento