Roma, come provare il diritto all'assegno divorzile? Aiaf condivide la nuova sentenza della cassazione

Con sentenza n 11538 pubblicata in data 11 maggio 2017 la Cassazione continua la disamina in ordine alla natura assistenziale dell'assegno divorzile (già iniziata con sentenza n. 11504 del 10 maggio 2017) e dei principi che ne determinano...

Con sentenza n 11538 pubblicata in data 11 maggio 2017 la Cassazione continua la disamina in ordine alla natura assistenziale dell'assegno divorzile (già iniziata con sentenza n. 11504 del 10 maggio 2017) e dei principi che ne determinano l'attribuzione in favore della parte che disponga di redditi insufficienti a condurre una esistenza libera e dignitosa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AIAF concorda con la decisione in sentenza 11538, laddove la stessa Corte sottolinea la difficoltà per il richiedente di fornire la prova dell'inesistenza di ogni possibilità di lavoro.

AIAF condivide quanto suggerito dai giudici di legittimità nel ritenere che potranno essere ammessi quali elementi probatori anche la mancanza di un impiego fisso e di un reddito regolare e la indisponibilità dell'uso della casa coniugale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento