Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Roma, ennesimo incendio al San Camillo. L’ospedale è allo sbando

Le fiamme si sono sviluppate nel padiglione Puddu tra il 2° e il 5° piano. Trasferiti quattro pazienti

Le fiamme si sono sviluppate nel padiglione Puddu tra il 2° e il 5° piano. Trasferiti quattro pazienti

"Non è soltanto un caso o un ipotetico gesto di malintenzionati. Ciò che è successo la mattina del 2 febbraio al San Camillo è totalmente ascrivibile al clima di caos di cui uno degli ospedali più grandi di Roma vive da mesi". Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che insiste: "Da tempo denunciamo fatti e misfatti del nosocomio e l'inerzia di una direzione generale che tanto prometteva e poco ha realizzato. Cosa aspetta la Regione a prendere provvedimenti? Che ci scappi di nuovo il morto? Ancora ricordiamo il tragico rogo in cui perì un paziente al padiglione Medicina, nella notte tra il 30 aprile e il 1° maggio dello scorso anno. Per non parlare delle fiamme che avvolsero, sempre nel 2016 i locali della dispensa e molti, molti altri analoghi e inquietanti episodi che hanno fatto dell'ospedale sulla Gianicolense uno dei luoghi più insicuri di Roma. Ci chiediamo come mai, considerato quanto accade, non si proceda allo sgombero coatto del padiglione Monaldi dove la notte trovano rifugio sbandati e disperati. Basterebbe sostare, nel tardo pomeriggio, all'ingresso secondario sulla circonvallazione per assistere alla mesta processione di ambigui personaggi che, trascinando i carrelli pieni di ogni tipo di masserizia vanno a prepararsi il giaciglio notturno", chiosa il presidente.

OSPEDALE SAN CAMILLO: SGOMBERATO PADIGLIONE MONALDI, OCCCUPATO DA SENZA FISSA DIMORA. AL VIA CAMPAGNA PER RIPRISTINO DELLA LEGALITA' IN COLLABORAZIONE TRA POLIZIA DI STATO ED AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO - FORLANINI.

Come programmato da giorni ed in stretta collaborazione tra Polizia di Stato ed azienda Ospedaliera San Camillo -Forlanini, ha preso il via stamattina una campagna di controllo e tutela delle legalità all'interno del perimetro.

Un'azione fortemente voluta dalla Direzione Generale dell'Ospedale e sostenuta con determinazione dalla Polizia di Stato, che ha messo a disposizione uomini e competenze, volta a garantire l'agibilità e la legalità in tutti gli spazi.

L'attenzione della Polizia, come accaduto stamattina, si concentrerà in quelle strutture non più adibite ad usi sanitari ed ospedalieri che, nonostante i controlli finalizzati al loro allontanamento, vengono nuovamente occupati da senza fissa dimora.

Come accaduto nel Padiglione Monaldi, da tempo non più utilizzato e in via di abbattimento perchè lesionato, dove si erano introdotti dei senza fissa dimora allontanati stamattina dagli agenti del Commissariato Monteverde, diretto dalla dr.ssa Mariella Chiaramonte. I servizi continueranno anche nei prossimi giorni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, ennesimo incendio al San Camillo. L’ospedale è allo sbando

FrosinoneToday è in caricamento