Roma, il progetto “Masserie in Puglia Network” tra i vincitori del Bando Mibact in favore delle Reti di Imprese

Si è tenuto a Mola di Bari, presso la Tenuta Pinto, un business match tra masserie didattiche e prodotti di qualità per il miglioramento continuo della rete, per la diffusione del paniere delle tipicità enogastronomiche nell’ottica della...

Masserie

Si è tenuto a Mola di Bari, presso la Tenuta Pinto, un business match tra masserie didattiche e prodotti di qualità per il miglioramento continuo della rete, per la diffusione del paniere delle tipicità enogastronomiche nell’ottica della multifunzionalità e dell’identità territoriale della Puglia.

L’iniziativa è nata per connettere le esperienze ed i prodotti di eccellenza dell’agricoltura di qualità, dando vita ad una community che sappia riunire imprenditori agricoli, artigiani, ristoratori, esponenti delle istituzioni, uomini della comunicazione ed esperti, per la costruzione di un modello di rete finalizzato a dare una sempre maggiore incisività e visibilità sul mercato dei prodotti di nicchia. I lavori sono stati introdotti dalla Dr.ssa Tania Dibenedetto, referente del Progetto “Masserie in Puglia Network” che è risultato tra i vincitori del Bando emanato dal Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo in favore delle Reti di Imprese. Il Progetto presentato, ha proseguito l’imprenditrice, si propone come finalità quella di offrire al turista italiano e/o straniero la fruizione di itinerari esperenziali alla scoperta di arte, storia, natura e gastronomia in un contesto agrituristico di eccellenza legato alle tradizioni agricole pugliesi della raccolta delle olive, vendemmia, trebbiatura e tosatura. Il binomio ospitalità-cultura rappresenta dunque il principale fattore attrattivo del territorio volto alla destagionalizzazione delle mete e dei percorsi. Specifici “Pacchetti di Rete” e “Tariffe Standard” dovranno garantire al visitatore in qualsiasi struttura appartenente alla rete delle masserie agrituristiche un elevato standard di qualità, confort ed accoglienza nei settori “alberghiero”, “enogastronomico” e “turistico-culturale”.

Di particolare interesse per l’uditorio sono stati gli approfondimenti del Prof. Nicolò Costa, coordinatore del Corso di Laurea in Scienze del Turismo all’Università di Tor Vergata, sul tema delle reti di imprese nel comparto agrituristico della Regione Puglia quale strumento di sviluppo dell’ospitalità “Made in Italy” che operi anche attraverso importanti accordi con Intesa San Paolo, divenuto un fondamentale punto di riferimento per l’agri-food di qualità e con il Gambero Rosso, Rivista di eccellenza specializzata nel comparto dell’eno-gastronomia. E’ seguìto l’intervento del Dr. Giorgio De Rossi che ha illustrato il Modello “Reti di Imprese” quale volano per la riorganizzazione delle piccole realtà aziendali strette nella morsa di una lunga crisi economica.

GDR

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento