menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Centrale elettrica

Centrale elettrica

Roma, Lepidini chiede lo stop dei lavori alla centrale elettrica Millevoi

“Ora non resta che verificare se il Prof. Caudo, Assessore capitolino all’Urbanistica,  continuerà a non ascoltare le istanze del territorio e del Municipio IX”. Lo dichiara in una nota Alessandro Lepidini, Presidente della Commissione Ambiente...

“Ora non resta che verificare se il Prof. Caudo, Assessore capitolino all’Urbanistica, continuerà a non ascoltare le istanze del territorio e del Municipio IX”. Lo dichiara in una nota Alessandro Lepidini, Presidente della Commissione Ambiente, mobilità e periferie del IX Municipio commentando la manifestazione di ieri contro la centrale elettrica.

Il corteo di eri in via Ardeatina è stata la prima difesa civica del territorio di fronte ad un’aggressione ingiustificata, la costruzione della centrale ACEA, i cui lavori proseguono a spron battuto malgrado il IX Municipio per ben due volte abbia votato la sospensione dei lavori, adombrando nella seconda votazione consigliare l’illegittimità della delibera capitolina e la violazione degli strumenti programmatici sovraordinati al piano regolatore generale.

A questo punto viene da chiedersi chi è che paga gli oltre quattro milioni per un’opera che devasta il paesaggio? Se è ACEA a pagare – prosegue Alessandro Lepidini - è doveroso chiedersi perché quartieri della periferia siano ancora al buio completo o peggio senza acqua potabile o fogne e invece opere come questa centrale dall’impatto devastante debbano viaggiare su corsie preferenziali? Forse perché è al servizio dell’oltre un milione di metri cubi di cemento in arrivo? E allora la questione del cemento che sta per cancellare una gran fetta di l’Agro romano per ulteriori scriteriate edificazioni va seriamente e pesantemente messa in discussione peraltro in un quadrante dove molti sistemi sono già al collasso.

Ora però e soprattutto dopo ieri – conclude il consigliere democratico – bisogna immediatamente bloccare il cantiere e diviene quindi doverosa una risposta in tal senso da parte delle istituzioni capitoline anche perché la mobilitazione popolare è solo all’inizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento