rotate-mobile
Politica

Roma, nel Lazio oltre 290 milioni di euro di incassi dalla Voluntary disclosure

Circa 3,8 miliardi di euro andranno nelle casse dello Stato grazie alla Voluntary disclosure, la procedura di collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali detenuti all’estero. Di questi, quasi 294 milioni (7,66% del totale) si...

Circa 3,8 miliardi di euro andranno nelle casse dello Stato grazie alla Voluntary disclosure, la procedura di collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali detenuti all’estero. Di questi, quasi 294 milioni (7,66% del totale) si incasseranno a seguito dei controlli sulle 7.122 istanze dei contribuenti del Lazio che, con il 5,5% di istanze presentate, si colloca al quinto posto in ambito nazionale dopo Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto.

Nella regione la procedura ha portato alla regolarizzazione di attività detenute all’estero per un ammontare di quasi 4,8 miliardi di euro, ovvero l’8% del totale nazionale.

In media ogni istanza presentata nel Lazio ha portato all’emersione di attività per oltre 671mila euro.

La Voluntary disclosure rappresenta una procedura spartiacque nel rapporto tra Fisco e contribuenti, ripartendo da un rinnovato dialogo basato sulla fiducia: da una parte il cittadino, che svela volontariamente dati, informazioni e provenienze dei volumi nascosti all’estero, dall’altro l’Agenzia, che si prepara a curare una ad una le istanze, in contraddittorio con il contribuente stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, nel Lazio oltre 290 milioni di euro di incassi dalla Voluntary disclosure

FrosinoneToday è in caricamento