Roma, Ravera: al David di Donatello in concorso 16 film realizzati con fondo audiovisivo regione

“Sono 16 i film candidati ai David di Donatello 2017, realizzati grazie al fondo per l’audiovisivo della Regione Lazio. Sono film di autori noti (Bellocchio e Rovere), opere di registi esordienti (Vannucci, Daniele e Segato) e documentari (Giotti...

David di Donatello-2

“Sono 16 i film candidati ai David di Donatello 2017, realizzati grazie al fondo per l’audiovisivo della Regione Lazio. Sono film di autori noti (Bellocchio e Rovere), opere di registi esordienti (Vannucci, Daniele e Segato) e documentari (Giotti, Kamkari e Amenta). Questo risultato premia anche i nostri sforzi di sostegno al cinema grazie al fondo annuale di nove milioni di euro per opere riconosciute come prodotto culturale e realizzate in tutto o in parte sul territorio della regione Lazio. Il nuovo bando per il 2017 scadrà il 28 febbraio. Abbiamo inoltre da poco pubblicato una graduatoria di 80 progetti tra rassegne e festival sparsi in tutto il territorio del Lazio che finanziamo grazie al bando annuale per la promozione e la valorizzazione del patrimonio audiovisivo. A giugno invece aprirà la seconda finestra per accedere ai fondi europei del bando Lazio Cinema International, un’altra occasione per sostenere la realizzazione di coproduzioni internazionali che coinvolgano maestranze e location del nostro territorio”. Lo dichiara in una nota l’assessore regionale alla Cultura, Lidia Ravera.

TORQUATI (PD): "AI SALUTI ROMANI SI RISPONDA CON L'UNITÀ. RAGGI INADEGUATA"

"Mentre si iniziava a parlare di Congresso romano con toni accesi e inappropriati, poche settimane fa è emerso nel PD anche il dibattito sulla scissione, introdotto da qualche grande pensatore.

Oggi spero che il messaggio sia arrivato a tutti. Nel corso dei lavori della Direzione relativamente al dibattito su scissione e Congresso presso la sede di Sant'Andrea delle Fratte, in città è andata in scena una delle più brutte pagine della vita politica romana degli ultimi decenni.

Una protesta con saluti romani e volti coperti, giunta fin sotto la sede del PD Nazionale: protesta alla quale ha aderito anche il Sindaco di Roma. La Signora Raggi, piuttosto che governare, conferma anche oggi la manifesta volontà di trasformare Roma nella più grande "città di provincia" d'Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spero che questo di oggi sia il definitivo segnale, per tanti cittadini romani onesti, dell'inadeguatezza del Sindaco e dell'ipocrisia imbarazzante della classe dirigente dei 5 stelle. Come spero che questa giornata serva al PD, tanto agli "ideologi della scissione" quanto ai "protestatori", anche e soprattutto romani, a capire quanto Roma e il Paese abbia bisogno di noi e della nostra unità." Così in una nota Daniele Torquati, Capogruppo PD del Municipio Roma XV.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento