Roma, Virginia Raggi in Vaticano con la famiglia "Il papa persona di umanità profonda"

La sindaca ha portato a Bergoglio una raccolta video di messaggi, appelli, inviti e testimonianze delle periferie più in difficoltà della Capitale. A Radio Vaticana: "Ho apprezzato parole dell'enciclica Laudato si“ Prima volta in Vaticano per...

raggi_papa-fra-2
La sindaca ha portato a Bergoglio una raccolta video di messaggi, appelli, inviti e testimonianze delle periferie più in difficoltà della Capitale. A Radio Vaticana: "Ho apprezzato parole dell'enciclica Laudato si“

Prima volta in Vaticano per la sindaca di Roma Virginia Raggi dove ha incontrato Papa Francesco. Una chiacchierata di 20 minuti, alla quale l'esponente pentastellata si è presentata insieme ai genitori e al figlio di sei anni. Sul suo profilo facebook ha scritto: "Ho voluto portare la voce della Roma dimenticata: una video-raccolta di messaggi, appelli, inviti e testimonianze delle periferie più in difficoltà della Capitale. Da Ostia a Corviale, passando per San Basilio e Tor Bella Monaca, decine di romani hanno voluto esprimere la loro vicinanza e le loro richieste al Santo Padre augurandogli di andare avanti con quanto sta facendo".

Quindi l'auspicio della Raggi: "L'auspicio è che questo cammino comune rappresenti un sostegno soprattutto per quella parte di città abbandonata, che vuole e deve, tornare a farsi sentire".

A radio Vaticana poi ha concesso subito un'intervista
: "Devo dire che ho apprezzato molto le parole dell'Enciclica Laudato si, mi sembrano estremamente attuali e moderne; parlano di cambiamenti climatici, di urbanistica come, talvolta, di uno scempio al paesaggio quando viene fatta senza rispettare le regole, dello spirito di comunità, delle persone più fragili. Devo dire che in quell'Enciclica c'è molto della società romana di oggi" è stata la sua riflessione ai microfoni della radio del Papa.

C'è soprattuto una Roma dimenticata oggi, fatta di "persone più fragili che hanno bisogno di più attenzioni" che, da parte delle istituzioni, "comportano una maggiore attenzione anche da un punto di vista economico. E allora quando gli immigrati vengono sfruttati, come è stato il caso di 'Mafia Capitale', e se questo - è evidente - diventa un business per fare soldi e non per aiutare le persone c'è un problema. Noi dobbiamo utilizzare i soldi per fare qualcosa non dobbiamo utilizzare le persone per fare soldi. Dobbiamo cambiare il paradigma".
In conclusione è stato assicurato che "ci sarà un'attenzione ai servizi che da sempre, purtroppo - ha detto - scontano le politiche dei tagli, perché fino ad oggi invece di tagliare gli sprechi si andava a tagliare i servizi". Anzi, cercando "di dirottare tutti i soldi, che fino ad oggi sono andati in sprechi, sui servizi, e quindi aumentare l'offerta".



In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento