menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandra Sabelli

Alessandra Sabelli

San Cesareo, rinegoziati i mutui comunali e liberate nuove risorse

Rinegoziare parte del debito del Comune per il pagamento di alcuni prestiti e liberare così nuove risorse da investire già a partire dal 2015: è quanto deciso dall’Amministrazione comunale nel corso dell’ultimo Consiglio.

Rinegoziare parte del debito del Comune per il pagamento di alcuni prestiti e liberare così nuove risorse da investire già a partire dal 2015: è quanto deciso dall'Amministrazione comunale nel corso dell'ultimo Consiglio.

La rimodulazione di una parte dei prestiti è stata possibile grazie ad un accordo tra Anci e Cassa depositi e prestiti per dare respiro ai bilanci comunali in vista anche di ulteriori tagli agli Enti locali previsti nella legge di stabilità in discussione in Parlamento. "Abbiamo deciso di cogliere al volo questa importante opportunità offerta dall'Anci e dalla Cassa depositi e prestiti - spiega l'assessore al Bilancio Alessandra Sabelli -. In sole tre settimane di tempo i nostri uffici hanno lavorato alacremente, valutando quali mutui era opportuno rinegoziare tenendo conto sia della logica del risparmio che dell'equità. Spalmando il debito residuo di alcuni mutui per i successivi trent' anni abbiamo alleggerito il debito annuale, riducendo le rate di ammortamento annuali e creando maggiori risorse a disposizione. Dalla differenza tra le rate annue ante rinegoziazione e le rate annue post rinegoziazione sono emersi oltre 100mila euro che abbiamo deciso di destinare alle scuole, considerate da sempre un'esigenza prioritaria di questa Amministrazione". Nel corso dell'ultima seduta consiliare oltre all'approvazione dell'Assestamento di Bilancio, ultimo adempimento tecnico previsto nel corso dell'anno, è stato rimodulato il Bilancio pluriennale, ossia verificata la compatibilità delle previsioni di entrata e delle previsioni di spesa non solo per l'anno in corso ma anche per il pluriennale 2014/2016. In questo modo l'Amministrazione oltre ad aver dato seguito ai tagli già deliberati a settembre 2014 per gli anni 2015/16/17 per effetto della spending review, ha previsto l'accensione di un nuovo mutuo di 1milione e 500mila euro per il completamento della Scuola media. "Vogliamo offrire ai nostri studenti una migliore qualità e completezza della vita scolastica, indispensabili per la loro formazione e per la loro crescita - aggiunge l'assessore Sabelli -. In sede di Consiglio abbiamo preso in considerazione l'ipotesi di accendere un nuovo mutuo per il completamento della scuola media, un'opera importante per la comunità, ferma per mancanza di fondi da troppi anni. Portarla a compimento è uno degli obiettivi su cui stiamo lavorando, per dare ai ragazzi una scuola media non solo consona agli standard richiesti dalla legge, ma anche alle aspettative di confort ed accoglienza delle famiglie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento