Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

San Vito Romano, verso le elezioni. Francesco Laudoni in campo con la lista civica

E’ Francesco Laudoni, 47 anni, laureato in Economia e Commercio, sposato con Paola, con cui condivide tre splendidi figli, sanvitese da lunga generazione; il primo nome della prossima campagna elettorale per le amministrative di San Vito. La sua

E' Francesco Laudoni, 47 anni, laureato in Economia e Commercio, sposato con Paola, con cui condivide tre splendidi figli, sanvitese da lunga generazione; il primo nome della prossima campagna elettorale per le amministrative di San Vito. La sua candidatura a sindaco ha preso corpo nel corso di questi ultimi mesi, vivendo la sua città; ascoltando la voce delle persone che era chiara e ferma nel volere un cambiamento.

La sua candidatura con la Lista Civica "Per San Vito" è ormai diventata realtà, e rappresenta una forte e valida alternativa al panorama politico-amministrativo della cittadina dei Monti Prenestini. La sua prima dichiarazione è sintomatico del valore della persona, e apre scenari del tutto innovativi.

"Quando vieni candidato a rappresentare il tuo paese - ha detto Laudoni - ti fai delle domande e la prima di queste è la seguente: se dovessi essere eletto potrei essere un buon sindaco? Beh la risposta è non lo so: solo il futuro ti dirà se lo sarai stato, ma il presente ti dice che devi provarci altrimenti non lo saprai mai. Chi accetta una candidatura sa che dovrà rinunciare un po' a se stesso e dedicarsi alla comunità, ma chi nasce in un luogo e lo ama a tal punto da scegliere di restarci a vivere non può tirarsi indietro, non può demandare agli altri la gestione del suo presente e del suo futuro, deve avere uno scatto di orgoglio, deve sciogliere le corde della indecisione e accettare la sfida, cercare di far meglio di chi lo ha preceduto, creare un ambiente dove i propri figli possano crescere sereni dove la solidarietà sia la normalità e l'egoismo passi in secondo piano. Sono proprio questi i pilastri su cui si basa la scelta di accettare la mia candidatura a primo cittadino, orgoglio e solidarietà.

Orgoglio per appartenere a una comunità che ha molti difetti ma altrettanti pregi, orgoglio per essere cittadino di uno dei più bei paesi della penisola, orgoglio per essere il rappresentante di una comunità che vuole crescere, migliorare, eccellere.

Solidarietà nei confronti dei meno abbienti, solidarietà nei confronti di chi affronta ogni giorno la sua malattia, solidarietà con chi ha perso il lavoro, solidarietà nei confronti degli anziani, solidarietà con chi si spende per non far morire le speranze dei giovani.

Non esiste una buona amministrazione se non vengono soddisfatti i bisogni dei cittadini, se non vengono protetti i più deboli, se non viene assicurato un buon servizio sanitario, se non si lavora per rendere migliore il luogo dove si vive, se i servizi non funzionano a dovere".

Una dichiarazione che è un imprinting di quello che sarà la campagna elettorale, ma anche la sua amministrazione qualora i cittadini di San Vito lo scegliessero per lo scranno più nobile del consiglio comunale. Una proposizione di intenti che apre a una politica completamente diversa e rinnovata, quella che persegue la concordia, il dialogo condiviso, il bene comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Vito Romano, verso le elezioni. Francesco Laudoni in campo con la lista civica

FrosinoneToday è in caricamento