rotate-mobile
Politica Sora

Sora, bandi pubblicati a ridosso delle festività; la polemica politica anima il Natale

Le procedure, finalizzate all’assunzione di due dirigenti, permetteranno al Sindaco con un semplice colloquio, di assumere due figure apicali volte a dirigere settori a dir poco strategici

Bandi “pubblicati” qualche giorno prima di Natale con scadenza fissata per il giorno di Santo Stefano. Sembra un vecchio film, di quelli da prima Repubblica; invece, è il Comune di Sora che assiste al primo assaggio della “Nuova era” di Luca Di Stefano. Le procedure, finalizzate all’assunzione di due dirigenti, uno per l’area Tecnico Ambientale e l’altro per quella Finanziaria, permetteranno al Sindaco, con un semplice colloquio, di assumere due figure apicali volte a dirigere settori a dir poco strategici.

“Tutto normale? Non proprio!” Si chiedono in una nota inviata alla stampa i consiglieri comunali di Sora Valter Tersigni e Federico Altobelli che poi proseguono:

“Tali procedure, per l’importanza che rivestono nell’organizzazione dell’Ente, non sembrano essere state pubblicizzate come meritano, in ossequio ai principi della trasparenza, buon andamento e imparzialità della pubblica amministrazione.

Infatti, le Determinazioni di approvazione degli avvisi, pubblicate sull’Albo Pretorio, sono prive degli allegati a cui esse stesse fanno riferimento. Per saperne di più, un potenziale interessato, mettendo insieme “gli indizi” deve andare sulla pagina della Trasparenza, quasi partecipasse ad una vera e propria caccia al tesoro. Infatti, nessun articolo inerente le due selezioni è apparso sulla pagina del sito del comune di Sora, né tanto meno la notizia è stata divulgata dal Sindaco nei suoi tanti comunicati o post. Forse Luca Di Stefano era troppo impegnato a contare le luci di Natale per informare la cittadinanza dell’attribuzione di incarichi così importanti. Per non parlare della brevissima tempistica concessa per la presentazione della domanda. Soli 10 giorni, con scadenza il 26 dicembre, cioè il giorno di Santo Stefano, alle ore 23:59.

Tutta questa urgenza e così poca trasparenza non saranno collegate per caso al fatto che gli incarichi devono essere conferiti a persone già individuate e gradite al Sindaco ed al sistema? Ci chiediamo, poi, se è giusto che la scelta di due figure dirigenziali così importanti venga effettuata mediante semplice colloquio tenuto direttamente dal Sindaco. Ci sono esempi di altre realtà di Enti Locali che, con grande serietà, hanno nominato commissioni qualificate alla valutazione della preparazione dei candidati.

A questa amministrazione è noto che, a Sora, ci sono molti validi giovani che non sono valorizzati perché non hanno le “entrature giuste”?. A fronte del “vecchio” che avanza, questi giovani, di cui tanto si riempiva la bocca l’attuale Sindaco durante la campagna elettorale, saranno costretti ad andare via dalla nostra città ed arricchiranno altre realtà che, invece, sapranno valorizzarli.

Che dire? Sarà anche l’inizio di una nuova era ma i metodi sono sempre quelli antichi della politica degli anni Novanta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, bandi pubblicati a ridosso delle festività; la polemica politica anima il Natale

FrosinoneToday è in caricamento