Sora, Chiarlitti (Iv) lancia l’appello per il rilancio della città

“Riportare il Polo Universitario di medicina a Sora rafforzando il rapporto con l’Università la Sapienza di Roma per il potenziamento dell’Ospedale”

“In questi giorni continuiamo ad assistere a continue spaccature nei due fronti politici di destra e sinistra. Nessuno dei vari gruppi però parla di programmi, di rilancio di questa Città oramai ridotta al degrado, abbandonata a se stessa, se non con interventi di singole parti che mettono in risalto la manutenzione ordinaria se pur importantissima, che pure è allo stato brado, ma il risultato è l’esaltazione dell’emotività del cittadino”. Cosi in una nota inviata alla stampa il coordinatore Italia Viva Sora Loreto Chiarlitti che poi prosegue:

“Italia Viva più che mai è decisa di affrontare la prossima competizione elettorale proponendosi come fulcro di una coalizione allargata a quanti condividano un progetto comune ossia quello di mettere al centro di ogni iniziativa il "rilancio di Sora Città" partendo dalle infrastrutture. Potenziamento, prolungamento e congiunzione della superstrada Frosinone/Sora/Avezzano/Cassino che possano dare una facile accessibilità da e per il nostro centro cittadino.

Facilitare e dare visibilità al passaggio di Linee su gomma che attraversano il nostro territorio dalla Campania ed arrivano direttamente a Parigi tutti i giorni, mattina e sera, che potrebbero avere base a Sora per collegamenti con in coincidenza a Cassino e Frosinone con i treni ad Alta Velocità, e zone come Latina che non coprono il pur presente pendolarismo, collegando Sora al resto dell’Italia. I collegamenti sono i pre-requisiti per la rinascita di Sora. 

Riportare il Polo Universitario di medicina a Sora rafforzando il rapporto con l’Università la Sapienza di Roma per il potenziamento dell’Ospedale oltre una facoltà per promuovere anche il territorio con formazione imprenditoriale agro-turistica e alberghiera.

Riprendere in seria considerazione il progetto Lirinia, non come perdita di identità e nome delle singole città, ma costruzione di reti collaborative per servizi ospedalieri, turistici, agroalimentari. 

Restauro dei Beni Culturali e paesaggistici presenti a Sora come il Castello e le sue montagne con la creazione di un Parco Naturalistico come prolungamento del Parco degli Abbruzzi. Incentivare l'uso di mezzi alternativi, come le biciclette alle auto, sia salvaguardando l'ambiente, sia con percorsi guidati tra le bellezze del luogo. Questo quanto emerso dal direttivo di Italia Viva. Valorizzazione degli arredi urbani, con più panchine, cestini e raccoglitori per defecazioni animali.

Il coordinatore cittadino apre il confronto con qualsiasi realtà politica e civica proponendo una coalizione allargata che possa presentarsi con una propria lista con o senza simbolo di partito ma con lo stesso denominatore comune ovvero "Il rilancio della Città di Sora". 

Riprendiamo le redini di una pubblica amministrazione imballata, non lasciamo decidere a "estranei" il nostro Futuro. Il dato di fatto è che fino ad oggi, i politici di centri vicini hanno dettato Legge sui candidati nelle nostre elezioni, portando Sora in retrocessione e non ad uno suo sviluppo e crescita nel territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 9 anni

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento