Accoglienza, il comune di Sora presenta il "Progetto Artemide"

I richiedenti asilo ed i titolari di protezione internazionale ed umanitaria ospiti dello SPRAR contribuiranno alla riqualificazione e alla cura di spazi pubblici

Potenziamento dell’integrazione, ma anche sviluppo di percorsi di cittadinanza attiva e cura dei beni comuni. Con “il progetto Artemide – spazio in Comune”, il Comune di Sora e la Coop.va Sociale Ethica, rafforzano la strategia d’integrazione attiva inaugurata già lo scorso anno.

Percorsi di accoglienza

Verranno infatti sviluppati nell’arco di sei mesi percorsi di accoglienza integrata coinvolgendo i richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale ed umanitaria ospiti dello SPRAR. L’iniziativa, coerentemente con il DGR del Lazio n. 795 del 28.11.2017, mira a superare la mera assistenza ed accoglienza dei migranti all’interno delle strutture, inserendoli attivamente nel tessuto cittadino come risorsa positiva per la città.

Gli ambiti di intervento

I migranti in concreto contribuiranno alla riqualificazione e alla cura di spazi pubblici, come il Parco fluviale “famiglia La Posta”: provvederanno nello specifico alla costruzione di una staccionata di recinzione, alla cura delle aiuole ed alla sistemazione di piante e fiori, oltre alla risistemazione delle aree di sosta, all’abbellimento delle panchine e alla realizzazione di un campo di calcetto.
Saranno anche a disposizione dell’ente per le attività di riqualificazione urbana, dopo una fase di orientamento e formazione alle attività di volontariato e sulla sicurezza sul posto di lavoro. A conclusione del progetto, vi sarà un momento di festa, con il rilascio di attestati con l’elencazione delle attività svolte ed un buffet di cibi etnici e locali curato dall’istituto Alberghiero di Sora.

Costruire percorsi e creare reti 

L’Assessore alle politiche sociali Veronica di Ruscio nel ringraziare la Regione Lazio, gli uffici dei servizi sociali, la Coop.va Ethica e l’Associazione “Tofaro Insieme”, sottolinea “questa iniziativa conferma la volontà dell’Amministrazione di gestire fenomeni complessi in un’ottica costruttiva e dialogante. Costruire percorsi, creare reti e vincere la diffidenza sono obiettivi che la politica deve porsi e raggiungere. Nel budget del progetto è previsto anche l’acquisto di biciclette per facilitare gli spostamenti ed attuare le attività progettuali. La città di Sora si dimostra ancora una volta capace di accogliere e valorizzare i migranti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto generica)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento