menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Valter Tersigni

Valter Tersigni

Sora, Valter Tersigni all'attacco: "Morte delle Politiche Giovanili, altra grande sconfitta per la città e i sorani"

L'affondo del consigliere di opposizione: "Alla fine di questi 5 anni di legislatura catastrofica, Sora avrà forse la scuola di Renzo Piano, ma per il resto ovunque saranno solo macerie"

"La nota ANCI di qualche giorno fa sulle Politiche Giovanili è chiara. Per il 2020, dal Fondo dedicato, i comuni riceveranno 7,3 milioni di euro volti a finanziare progetti territoriali innovativi. Il tutto in favore dei giovani. L’azione a livello generale c’è, peccato manchi quella locale". Ad intervenire è il consigliere comunale di opposizione, Valter Tersigni. Un attacco diretto alla maggioranza  De Donatis che non mostrerebbe interesse nei confronti delle opportunità rivolte ai più giovani.

L'intervento di Valter Tersigni

Evidenzia Tersigni: "Per quanto è a mia conoscenza, il comune di Sora non ha inoltrato neanche le domande e tanto meno si è curato dei bandi. Andato in pensione il funzionario che, con abnegazione costante e tanta passione, si occupava di questi procedimenti, tutto è stato lasciato morire.  Nessun affiancamento serio di personale nel periodo di prepensionamento per apprendere quelle procedure che permettono poi ad un comune di classificarsi in posizione utile, né tanto meno la creazione di un ufficio operativo che di fatto funzioni.

Legislatura catastrofica

Sora viene sterminata anche sotto questo aspetto, trascinando nel suo vortice di disfatta tanti ragazzi del territorio che di fatto perdono la grande opportunità di un’esperienza professionale e di reddito. La maggioranza di De Donatis continua a distruggere senza ricostruire. Alla fine di questi 5 anni di legislatura catastrofica, Sora avrà forse la scuola di Renzo Piano, ma per il resto ovunque saranno solo macerie. Affogata dai debiti per i mutui contratti, priva di finanziamenti ottenuti o in procinto di esserlo, la città sarà completamente paralizzata in una situazione di stallo irrisolvibile. Saranno necessari anni e anni di lavoro per ripartire e a volte viene da dubitare che ci si riuscirà.

Troppi i danni! La morte delle Politiche Giovanili è un’altra grande sconfitta per la città e per tutti noi sorani. Un tassello che si aggiunge a un puzzle di distruzione che continua a travolgere il quotidiano e tante realtà importanti. De Donatis e la sua squadra, pericoli pubblici per lo sviluppo di un territorio, stanno annullando il legittimo desiderio di fare di più e fare sempre meglio. Di fatto De Donatis ed i suoi stanno spegnendo il futuro. Di peggio non c’è!”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento