Subiaco, al via il nuovo sistema di raccolta differenziata “porta a porta”

Sono circa 4.500 gli abitanti di Subiaco, residenti nelle contrade, frazioni e case sparse, che a partire dal 6 marzo 2017 saranno i protagonisti del nuovo servizio di raccolta rifiuti con il sistema “Porta a Porta”, che si estenderà nei mesi...

Subiaco Raccolta differenziata

Sono circa 4.500 gli abitanti di Subiaco, residenti nelle contrade, frazioni e case sparse, che a partire dal 6 marzo 2017 saranno i protagonisti del nuovo servizio di raccolta rifiuti con il sistema “Porta a Porta”, che si estenderà nei mesi successivi anche alle altre zone del Comune. La data di avvio per il centro urbano è prevista per il 3 aprile. L’iniziativa di attivare la raccolta porta a porta è stata fortemente voluta dalla Amministrazione del Comune di Subiaco e sarà realizzata anche grazie al contributo tecnico/finanziario della Città metropolitana di Roma Capitale. Un cambio radicale nelle abitudini quotidiane che porterà notevoli vantaggi in termini di salvaguardia dell’ambiente e di benessere di tutti i cittadini.

La campagna di informazione per l’avvio del nuovo servizio prevede la realizzazione di incontri pubblici nel corso dei quali rappresentanti dell’amministrazione comunale e del nuovo gestore del servizio di igiene urbana (Pragma Soc. Consortile a RL) illustreranno nel dettaglio il nuovo sistema e saranno a disposizione della cittadinanza per rispondere a domande, risolvere dubbi e curiosità.

I cittadini interessati per primi dal nuovo sistema di raccolta avranno anche a disposizione uno sportello informativo a cui rivolgersi per avere informazioni.

Il PUNTO INFORMATIVO FISSO, gestito direttamente dalla Pragma, è situato in Via Sublacense km 11,8 Contrada Minnone aperto dal Lunedì al Venerdì ore 9.00 -13.00, Sabato ore 9.00 - 13.00 e 14.30 - 17.00, Domenica ore 9.30 - 12.30. Lo sportello sarà attivo fino a domenica 5 marzo 2017.

Saranno previsti inoltre Punti Informativi mobili presso i luoghi di maggiore affluenza della popolazione interessata.

Ai cittadini, nelle settimane precedenti l’avvio del nuovo servizio, verranno consegnati i kit per effettuare la raccolta differenziata domiciliare, insieme al materiale informativo appositamente predisposto per aiutarli ad affrontare questo cambiamento. I kit saranno consegnati gratuitamente presso le abitazioni degli utenti, da personale della Pragma.

Gli utenti che non saranno stati trovati in casa al momento della consegna dei kit, potranno ritirarli personalmente, rivolgendosi al personale presente presso il punto informativo fisso, presentando la cartolina di mancata consegna che avranno trovato in cassetta. Insieme ai kit e al materiale informativo, agli utenti verranno consegnati i calendari di raccolta in cui troveranno le indicazioni dei giorni in cui conferire le diverse frazioni di rifiuto e un opuscolo informativo che illustra tutti i servizi disponibili alla cittadinanza, relativi anche alle tipologie di rifiuto che non vengono raccolte con il sistema porta a porta (pile esauste, farmaci scaduti, ingombranti, ecc.).

Il nuovo servizio coinvolgerà non solo le famiglie di Subiaco, ma anche le attività commerciali. Infatti, tutti gli esercizi riceveranno i contenitori più adatti alla loro attività produttiva, i materiali informativi e i calendari.

I cassonetti stradali saranno rimossi gradualmente per dare il tempo ai cittadini di prendere confidenza con il nuovo sistema.

Il sistema “porta a porta” previsto nel progetto tecnico del Comune di Subiaco è innovativo e prevederà sistemi di controllo e monitoraggio individuali, con microchip su tutti i contenitori assegnati e codice a barre riferito ad ogni utenza.

Il Comune di Subiaco, punta attraverso la collaborazione fattiva dei cittadini, a divenire uno dei comuni più “ricicloni” della Città Metropolitana di Roma Capitale. Un obiettivo ambizioso ma possibile se ci sarà una forte interazione fra Comune, soggetto gestore del servizio e cittadini.

SUBIACO, AVVISO PUBBLICO, ASSUNZIONE “SEGRETARIO ASSISTENTE” DEL SINDACO

Egregio Sindaco, il Meetup Sublacense e Valle dell’Aniene Amici di Beppe Grillo, in riferimento all’oggetto, ha preso atto della necessità della assunzione di una persona che collabori con Lei, per le varie attività di gestione. Comprendiamo che ci possa essere forse una necessità, ma non riusciamo a comprendere. Non vogliamo infrangere i sogni di nessuno di questa opportunità di lavoro, visto che abbiamo un territorio con una economia devastata, con una disoccupazione che tocca il 69% superando di gran lunga la media Nazionale. Ci preoccupiamoperòdella economia locale di cui la Sua Amministrazione Comunale da circa sei anni non ha dato nessun segno di miglioramento sotto questo profilo, anzi chiudono sempre piu’ attività commerciali, recentemente vedesi Eurospin, abbiamo notizie certe dell’inizio lavori in localita’ Madonna della Pace (Agosta), per costruzione centro commerciale, dove ci si trasferirà a quanto sembra la Todis, questo perche’ il Comune di Subiaco da sempre non e’ dotato dei Piani di insediamento produttivi, come previsto per Legge (PIP) e la sua Amministrazione non ha fatto niente per dotarsi di un piano. Abbiamo aziende medio grandi chiuse come la ex Cartiera di Subiaco, di cui non se ne ha segno, del progetto da realizzare attraverso i privati che la gestiscono, con la mano di cui la Sua Amministrazione a teso politicamente e fino ad ora, non ha dato segno anche qui di concretizzazione di qualcosa di serio e che dava, vero lavoro ai Cittadini; ci sembrava molto speculativo, ma staremo a vedere. Progetto industriale per Monte Livata, dove sta’ il salto di qualita’? È mai iniziato? Noi non ce ne siamo accorti; non vediamo flussi turistici e infrastrutture realizzate e quelle presenti e tra cui anche la questione acquedotto, oramai fermo, che possano accogliere un turismo per rendere florida l’economia e piu’ ricchi il Popolo Sublacense. Finora un vero fallimento. Non dimentichiamo la questione Parco dei Simbruini che dovrebbe essere un valore aggiunto a questa economia e gli e lo cito, perche’ Lei Sindaco fa parte della comunità dei Sindaci che ricadono all’interno del Parco e ha voce in capitolo per fare in modo che chi Amministra il Parco, adotti quelle politiche per dare una nuova linfa alla economia. Anche qui si assiste ad una diagnosi piatta senza futuro (solo convegni) e solo per pagare gli stipendi a chi ci lavora e dobbiamo capire anche qui, tutto quel personale che cosa fa (con tanto di rispetto), se non si realizza nulla! Ci dica che cosa ci sta a fare quel parco. Arriviamo al nodo dolente, la questione Ospedale Angelucci, l’unica realtà economica rimasta e anche qui abbiamo assistito ad una agonia lenta di cui si fanno tanti annunci e fatti, dove si afferma che Lei e i politici regionali, avete salvato l’ospedale. Sappiamo che non è così, perche’ nessuno lo ha mai chiuso per Legge, ma ridimensionato si e Lei non ha fatto niente per salvare un ospedale che alla nostra Comunitàè vitale sotto tutti gli aspetti e soprattutto per il territorio che abbiamo montano e lontano dai centri piu’ grandi; oggi conosciamo e abbiamo capito che cosa significa rischiare la pelle, perche’ qualcuno fa politiche miopi, calpestando la dignità umana e Costituzionale! Abbiamo un ospedale(?) che funziona con il conta gocce senza strumenti e in qualche caso anche vecchi, personale ridotto, con oltre 160 forze lavoratori che vi erano, ed ora trasferiti, che oltre al disagio di mobilità e fisico, hanno anche altre spese in piu’ e naturalmente questo ne risente anche la nostra economia, perche’ spendono meno! Su questo tasto potremmo andare molto avanti, perche’ c’e’ molto da dire, però ci soffermiamo e colleghiamo tutto quanto sopra descritto, alla proceduralita’ della vita amministrativa del nostro Comune, dove da una nostra analisi, abbiamo riscontrato varie anomalie nel Bilancio che ci riconducono ad un vero buco economico, che è figlio in qualche modo della economia locale nel senso stretto e che tutti viviamo con malessere. Ci dia spiegazioni di come farà ad assumere questa figura professionale, dove troverà i soldi. Siamo molto preoccupati per tutto ciò, non vorremmo assistere ad un crack finanziario.

Ci dia spiegazioni razionali e certe.

La Ringraziamo, per quanto sara’ fatto.

Cordiali saluti.

L’Attivista Organizzatore

Giuseppe Mancini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento