Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Subiaco, approvato il Bilancio di previsione 2014: razionalizzate entrate e spese e incrementati fondi per cultura, turismo e sociale. Previste diverse opere pubbliche

Con grande anticipo rispetto alla generalità dei Comuni, il Comune di Subiaco ha approvato il bilancio di previsione 2014 nell’odierna seduta del Consiglio Comunale.

Con grande anticipo rispetto alla generalità dei Comuni, il Comune di Subiaco ha approvato il bilancio di previsione 2014 nell'odierna seduta del Consiglio Comunale.

Il documento costituisce, secondo l'Amministrazione Comunale, un ulteriore importante passo in avanti nel riequilibrio dei conti dell'Ente e un salto di qualità per quanto concerne la programmazione dell'attività amministrativa.

Sul lato delle tariffe per i servizi a domanda individuale (mensa scolastica, trasporto scolastico, asilo nido, parcheggi pubblici ed altri) queste sono state mantenute al livello del 2013, senza alcun aggravio, nonostante siano ancora molto più basse rispetto ai molti comuni della Regione Lazio di eguale dimensione. È stato mantenuto il sistema proporzionale delle tariffe commisurato all'ISEE con l'impegno già avviato di controllare assieme agli organi competenti in maniera più rigorosa le dichiarazioni.

Sul lato delle imposte ulteriori risultati di rilievo, a tutela della cittadinanza: L'IMU si è mantenuta con le stesse aliquote del 2013, 0,4% per la prima abitazione e 0,86% per le abitazione diverse, senza alcun aggravio.

Per incentivare il recupero del centro storico, l'amministrazione ha previsto un'agevolazione del 50% per 3 anni per chi ristruttura il prospetto della propria abitazione.

Il Governo ha introdotto dal 2014 la TASI. (Tassa servizi indivisibili.) A tutela dei cittadini il Comune di Subiaco ha mantenuto l'aliquota minima (1%) per le prime abitazioni e introdotto l'aliquota allo 1,5% per le seconde case.

Sul fronte TARI (Tassa sui rifiuti) l'amministrazione ha introdotto un articolo sul regolamento, avvalendosi di un comma della legge di stabilità del 2013, mantenendo le tariffe TARSU.

In questo modo, nonostante l'aumento dei costi del servizio di circa il 18% dovuto alla chiusura della discarica di Guidonia, si sono evitati per il secondo anno consecutivo aggravi alle attività economiche fino al 300%. Gli aggravi saranno pertanto contenuti rispetto al 2013 al solo incremento tariffario che depurati di un contributo a sostegno dell'extracosto ottenuto dalla Regione Lazio si attestano al 15%.

"Se la cittadinanza poi - ha commentato nel corso della seduta il delegato all'ambiente Enrico De Smaele - risponderà positivamente al nostro appello di differenziare con convinzione, l'aggravio potrà essere evitato."

Nonostante ciò, sono state inserite in questo bilancio le somme per il recupero di debito per i servizi AEC, Mensa scolastica e Trasporto scolastico, in modo da chiudere in modo definitivo le pendenze ereditate. (60.000? per la mensa scolastica, 17.000? per il trasporto scolastico, 11.500? per l'AEC).

Per ordinare ulteriormente il bilancio e effettuare un deciso passo in avanti nella ristrutturazione dei conti dell'ente l'amministrazione comunale ha prudenzialmente abbattuto le previsione di entrata di circa 363.000,00 ? rispetto all'anno precedente. "Una cifra enorme - ha commentato il Sindaco nel corso della seduta - possibile solo grazie ad un opera imponente di razionalizzazione e programmazione."

L'amministrazione, sempre in maniera prudenziale, pensando alle prospettive ha aumentato il fondo di svalutazione crediti (entrate maturate ma accantonate per prudenza) 23.000? (+12%), Oltre a ciò va considerato che lo Stato ha ulteriormente tagliato per circa 100.000 ? i fondi trasferiti al Comune.

Pur con questi tagli, si è provveduto, grazie alla riqualificazione della spesa già effettuata lo scorso anno e confermata quest'anno, ad aumentare i fondi per il sostegno alle categorie disagiate (+14,23%), aumentati ulteriormente i fondi per il turismo (+18%) e confermate gli aumenti degli stanziamenti effettuati lo scorso anno per manutenzione scuole, la manutenzione strade, la cultura, Monte livata.

Da evidenziare che quest'anno, nel 2014, sono stati pagati ulteriori 1,5 milioni di euro alle imprese per debiti maturati nelle precedenti gestioni, grazia alla convenzione tra Comune, Ministero Economia e Finanze e Cassa Depositi e Prestiti, chiudendo ulteriori passività generate dalle precedenti gestioni.

Sul lato degli investimenti, è stato aumentato il fondo e la previsione per il bilancio partecipato (da 20.000 a 30.000 ?) e sono previste per l'anno in corso, grazie ad una programmazione puntale

realizzata negli scorsi anni, diverse opere pubbliche, oltre a quelle già in corso (Lavatoi Forma,

Sede servizi Vignola, Palestra scuola media, Facciate Via Cavour?)

- Interventi di ristrutturazione Piazza Roma

- Interventi di ristrutturazione Piazzale delle Arti

- Efficientamento energetico Oliveto Piano e Asilo nido (stazione appaltante Regione Lazio)

- Regimentazione acque e valorizzazione Via Cavour,

- Recupero Porte Urbiche Medioevali

- Isola Ecologica

- Teatro Narzio

- Strada C. Osso - La Monna

- Interventi sul decoro urbano in località Vignola

"Per il terzo anno consecutivo l'ente non ricorre ad indebitamento per la realizzazione delle opere- ha commentato l'Assessore al Bilancio Ermanno Rapone - Stiamo abbattendo in questo modo gradualmente il debito dando nuove prospettive all'ente."

Sono stati inseriti inoltre i fondi ottenuti dalla Provincia di Roma, circa 400.000 ?, per l'avvio della raccolta differenziata porta a porta.

Il documento è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza. Astenuto il consigliere Segatori. Hanno espresso voto contrario gli altri consiglieri di opposizione che nella giornata di oggi hanno comunicato la costituzione di un nuovo Gruppo Consiliare "Alternativa per Subiaco".

Dalla minoranza proposti 5 emendamenti tutti giudicati inammissibili dal Revisore e Responsabile Finanziario, per essere formulati senza l'attenzione ai principi contabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Subiaco, approvato il Bilancio di previsione 2014: razionalizzate entrate e spese e incrementati fondi per cultura, turismo e sociale. Previste diverse opere pubbliche

FrosinoneToday è in caricamento