menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
250px-Subiaco_01

250px-Subiaco_01

Subiaco, approvato il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2014

Consiglio comunale impegnativo quello di questa sera. Dopo lunga discussione è stato difatti approvato il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2014.

Consiglio comunale impegnativo quello di questa sera. Dopo lunga discussione è stato difatti approvato il rendiconto di gestione dell'esercizio finanziario 2014.

Punto all'ordine del giorno presentato dall'Assessore con delega al bilancio, Rapone Ermanno. " Si tratta di un documento redatto con attenzione che denota indici positivi soprattutto per ciò che concerne l'avanzo di amministrazione. Stiamo lavorando per risolvere i nodi che rimangono critici in particolare quello relativo all'evasione tributaria."

Prosegue la strada del risanamento economico finanziario dell'ente, anche se permangono ancora nodi complessi, frutto in particolar modo della mole di residui maturati dalla gestione amministrativa precedente.

L'amministrazione, nella sua relazione, ha posto in rilievo i seguenti dati:

Per il quarto anno consecutivo la gestione di competenza si chiude in attivo di gestione di 235.117,25 ?.

Migliorano i parametri di riscontro di deficitarietà strutturale che vanno a significare lo stato di salute dell'ente. Su 10 parametri tecnici l'ente ne deve rispettare almeno il 50% per essere considerato in gestione sana. Se nel 2010 i parametri negativi erano 4, e lo scorso anno 3, quest'anno sono se ne registrano solamente 2, tra l'altro legati alla mole di residui attivi e passivi frutto della precedente amministrazione amministrativa.

Il tema della mole di residui rimane il nodo principale.

Il Sindaco nella sua esposizione ha ricordato come questi residui nella precedente gestione siano passati incredibilmente da 6 a 27 milioni di euro, per assestarsi oggi tra i 16 e 18 milioni netti, depurati dell'anticipazione di liquidità ottenuta da cassa depositi e prestiti per pagare i debiti pregressi.

Si riduce il ricorso all'anticipazione di cassa che passa da un valore di ? 1.422.959,30 nel 2010 a ? 844.474,78 nel 2014. I minori interessi da pagare per l'ente si traducono in maggiori risorse per i servizi.

Dopo anni in cui il tempo di pagamento medio delle fatture era ben oltre l'anno solare, nel 2014 si è passati a 64 giorni.

In questa annualità sono stati pagati ben 5,5 milioni di euro di debiti pregressi.

Una delle criticità da affrontare con la massima determinazione è relativa all'evasione sulle imposte principali, IMU e TARI, in linea comunque con la tendenza nazionale. Per eliminare tale fattispecie e sancire il principio che pagando tutti si paga meno l'ente ha messo a punto un progetto obiettivo specifico con personale interno dell'ente, il cui regolamento è stato approvato nello scorso consiglio comunale.

Ottimo invece la tendenza dell'incasso TASI, prossimo al 100%.

Nel corso della discussione è emerso anche il risultato positivo di gestione della farmacia comunale "S. Chelidonia" avviata l'estate scorsa. Il primo esercizio, durato solamente 6 mesi, si è concluso infatti con un utile di oltre 14.000,00 euro. Un risultato che fa ben sperare per il proseguio.

Le risultanze contabili di questo rendiconto saranno a brevissimo oggetto di un ulteriore aggiornamento. E' in fatti in corso il riaccertamento straordinario dei residui, obbligo contabile per gli enti locali nel 2015 in virtù dell'introduzione di un nuovo sistema di contabilità.

Da questa fase successiva si avrà una fotografia più puntuale delle pendenze e dei crediti dell'ente, per improntare un percorso di sana gestione più rigoroso per il futuro.

"Permangono criticità nella via del risanamento completo - ha concluso il Sindaco Francesco Pelliccia - ma le gestioni degli ultimi anni denotano un cambio di passo deciso, che stanno gradualmente migliorando gli indici. Stiamo pagando in maniera consistente tutte le passività enormi generate dalle precedenti gestioni. Ma per una soluzione definitiva ci vuole tempo e capacità operative. Continueremo su questa strada, con spirito di servizio e la volontà di ridare a Subiaco un bilancio sano che garantisca solide prospettive."

Il documento è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza consiliare. Hanno espresso voto contrario i consiglieri d'opposizione Berteletti, Petrini e Scattone. Astenuto il consigliere Segatori.

Durante la seduta sono state inoltre approvate le seguenti deliberazioni: adozione della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica; proposta esposta dal consigliere Timperi che ha visto l'intervento dell'Associazione 8 marzo di Tivoli e che ha evidenziato la corrispondenza fra questa adesione ideale e l'azione dell'amministrazione con l'apertura di due strutture relative al tema. A seguire si è discusso sulla realizzazione parcheggio a raso su via Giacomo Matteotti, controdeduzioni all'osservazione pervenuta, presentate da un cittadino ed infine la nomina da parte dei consiglieri, del Revisore Unico dei Conti per il Triennio 2015 - 2016 - 2017 nella persona di Di Giovine Tonino, così come comunicato dalla Prefettura. La seduta si è conclusa alle ore 21:00 circa, successivamente al ringraziamento da parte del Presidente del consiglio comunale, a nome di tutta l'amministrazione, per la professionalità, l'impegno e la dedizione mostrata in questi ultimi tre anni dal Dott. Battisti Patrizio, Revisore Unico dei Conti uscente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento