menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
download (1)-21

download (1)-21

Subiaco, Consiglio Comunale: Approvata la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2015

E’ stato approvato ieri in Consiglio comunale la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio 2015. Un adempimento che quest’anno, con l’introduzione della nuova contabilità, è stato anticipato al 31 luglio.

E' stato approvato ieri in Consiglio comunale la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l'esercizio 2015. Un adempimento che quest'anno, con l'introduzione della nuova contabilità, è stato anticipato al 31 luglio.

Tutti gli enti locali, infatti, secondo quanto stabilito dal d.lgs. n. 118 del 2011 come modificato dal d. lgs. n. 126 del 2014, hanno l'obbligo di adottare entro il 31 luglio la deliberazione consiliare volta a dare atto del permanere degli equilibri generali di bilancio.

Un paradosso, visto che il termine per la presentazione dei bilanci di previsione è stato fissato anch'esso il 31 luglio. Gli enti locali, quindi, che in modo virtuoso hanno approvato il bilancio nei mesi passati, come il Comune di Subiaco, hanno dovuto fare d'urgenza anche questo adempimento. Gli enti che, invece, hanno hanno approvato il bilancio nel mese di luglio o ancora non hanno adempiuto, non hanno l'obbligo di approvare questo atto.

Nel corso del consiglio l'Assessore al bilancio Rapone ha presentata la manovra che in sostanza si esplicita nel prendere atto di un ulteriore taglio dei trasferimento dello stato al Comune di Subiaco per circa 180.000 ?, a cui si è dato risposta con le economie dovute alla rinegoziazione dei mutui realizzata nei mesi scorsi.

"E' davvero paradossale fissare per i comuni l'adempimento al 31 luglio e poi nella stessa data non comunicare ancora ai comuni l'importo definitivo delle spettanze da parte dello Stato" ha commentato l'Assessore Rapone.

"Oggi con senso di responsabilità - ha commentato il Sindaco - abbiamo convocato l'adunanza per rispondere in modo puntuale ad un adempimento che lo stato ci impone pur non mettendoci nelle condizioni di avere piena cognizione dei trasferimenti. Tutti i comuni attendevano una proroga a questo termine, considerato anche che esso coincide con il termine di approvazione del bilancio di previsione. Ciò non è avvenuto in conferenza Stato-Città del 30 luglio scorso e con estrema solerzia e rigore abbiamo immediatamente convocato il Consiglio per adempiere in modo puntuale alle disposizioni di legge."

"Dal 2010 ad oggi il Governo centrale - ha continuato il Sindaco- ha tagliato più di 1 milione di euro di trasferimenti per il nostro comune. Amministrare in queste condizioni e garantire servizi e investimenti è davvero proibitivo. Ogni giorno dobbiamo fare i salti mortali per garantire l'ordinario. Non è più contemplabile andare avanti in questo modo. Ci appelliamo al Governo perché non si possono lasciare soli i comuni a dare risposte ai cittadini, senza risorse né strumenti."

La manovra, molto semplice nei contenuti, ha evidenziato anche un avvenuto finanziamento di 8000 euro dalla Città metropolitana di Roma Capitale per le scuole che il Comune utilizzerà per migliorare i centri cottura delle mense scolastiche.

La minoranza non ha voluto partecipare alla discussione del punto, uscendo dall'aula, lamentando che è venuta a conoscenza degli atti solo sabato scorso e non ha avuto il tempo di approfondirli adeguatamente.

Il punto è stato approvato con i voti unanimi dei presenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento