Subiaco, i cinque stelle dicono no all’accoglienza degli immigrati

In riferimento all'accoglienza di immigrati sul territorio Sublacense e quindi se aderire da parte del Comune di Subiaco, al progetto approvato dalla Prefettura di Roma alla Onlus Gli Angeli sul nostro territorio: il nostro Meetup Sublacense...

immigrazione

In riferimento all'accoglienza di immigrati sul territorio Sublacense e quindi se aderire da parte del Comune di Subiaco, al progetto approvato dalla Prefettura di Roma alla Onlus Gli Angeli sul nostro territorio: il nostro Meetup Sublacense sostiene, che di fondo é favorevole alla accoglienza ed integrazione, ma per fatti strettamente di natura contingente, economica del nostro territorio che vive una situazione disastrosa sotto l'aspetto del lavoro 69% di disoccupazione, ed economia locale ZERO, dice di no alla accoglienza sul Sublacense, in quanto la loro presenza potrebbe generare malumori nei giovani, che si vedrebbero con le politiche di integrazione, scavalcati in quanto la politica locale non fa niente per la Cittadinanza stessa per creargli una garanzia di lavoro.Si precisa che la citta' di Subiaco ha gia' una presenza di 15 giovani immigrati che alloggiano presso il convitto della Chiesa Sant'Andrea e qualche problema lo hanno gia' causato. La questione sicurezza per queste logiche diventerebbe, una faccenda di primo piano. Non si puo' buttare benzina sul fuoco ! Quindi in altre condizioni economiche, saremmo molto favorevoli ad accoglierli ed integrarli, sono esseri umani come tutti noi, nello stato di bisogno. Sarebbe opportuno accoglierli in territori piu' ricchi economicamente, dove non generano malumori perche' tutti starebbero bene. accoglienza ed integrazione "si" ma a patto che venga fatta con le giuste misure e al rispetto del Popolo e delle sue condizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
se tutto deve diventare un busines per il singolo o singoli, allora e' meglio che rimangano nei loro Paesi e magari attuare politiche internazionali di aiuti e sviluppo della loro economia in loco.

apriamo anche a un referendum popolare locale, ma Alternativa x Subiaco, non se ne puo' lavare le mani scaricando tutto su di esso, senza mai dire quello che realmente pensa, per ricadere sempre al posto giusto, senza schierarsi. La stessa cosa vale per Fratelli d'Italia che a livello locale tacciono, benche' si conoscono le politiche Nazionali .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento