menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Subiaco, Prime risposte dalla Cotral: incontro tra la Presidente Colaceci, sindaci e pendolari

Un’ occasione di confronto importante quella di ieri presso la Biblioteca di Subiaco con la Presidente di Cotral Amalia Colaceci.  Un appuntamento organizzato dall'Onorevole Monica Gregori, che il Sindaco Pelliccia ha voluto si svolgesse a Subiaco...

Un' occasione di confronto importante quella di ieri presso la Biblioteca di Subiaco con la Presidente di Cotral Amalia Colaceci. Un appuntamento organizzato dall'Onorevole Monica Gregori, che il Sindaco Pelliccia ha voluto si svolgesse a Subiaco per dar voce a cittadini ed Amministratori di tutti i paesi della zona.

Durante l'incontro, durato quasi 3 ore, si sono susseguiti vari interventi di amministratori, pendolari e rappresentanti dei lavoratori, che hanno manifestato il profondo disagio dovuto ai disservizi.

Corse irregolari e spesso soppresse senza preavviso, molti bus mal funzionanti e in condizioni di deterioramento, tratte trascurate (come quella Subiaco -Tivoli), costi di abbonamento troppo alti rispetto al servizio offerto, sono state le principali segnalazioni dei pendolari. I Sindaci invece hanno rivendicato principalmente la poca attenzione dedicata ai loro paesi, i quali vivono l'efficienza del servizio pubblico come situazione indispensabile per superare i molti limiti che in quanto piccole realtà affrontano quotidianamente.

La Presidente Amalia Colaceci, dopo essersi scusata per la situazione, e prendendo nota di tutte le segnalazioni, ha riferito del difficile stato di Cotral e del lavoro che si sta facendo in azienda:

"La nostra azienda- spiega la Presidente- ha avviato una profonda fase di riorganizzazione, ma senza toccare neanche un posto di lavoro. Cotral vuole arrivare ad un livello di efficienza che la porti a poter gareggiare nel 2019per il servizio regionale e rimanere pubblica,continuare a crescere ed aumentare la produttività. La fase che stiamo vivendo è frutto di una sperimentazione per una razionalizzazione del servizio. Questa ha previsto una modifica nella organizzazione del servizio che ha portato a qualche problema gestionale e a rimostranze di parte dei lavoratori che ora, in seguito a confronti serrati, stanno volgendo al termine. Ringrazio per questo il lavoro delle RSU che si sono adoperate per arrivare ad una soluzione. Da lunedì questa situazione di disagi si normalizzerà, ma una parte dei problemi legati alla carenza dei bus, continueranno ad esserci, finché non svecchieremo il parco autobus.

Dal punto di vista aziendale invece, è doveroso riportare alcuni dati. Nel 2013 la Regione Lazio ha versato, per la prima volta nella storia di Cotral, circa 260 milioni di euro relativi a tutti gli arretrati accumulati nel contratto di servizio e interessi maturati, fornendo a Cotral la possibilità di iniziare una fase di risanamento. inoltre tutti gli anni precedenti Cotral aveva sempre chiuso il bilancio con 36 milioni di euro di debito. Parlare di conti serve per spiegare la situazione di oggi. Non c'è stato alcun taglio in questo anno, è stata solo fatta una scelta: quella di riportare Cotral in pareggio di bilancio. In che modo? Risparmiando sulle spese di cui abbiamo un diretto controllo. Sono stati risparmiati 12 milioni di euro diminuendo lo stipendio ai dirigenti,non pagando agli stessi il premio di produzione senza il raggiungimento dell'obiettivo previsto, diminuendo il numero di quadri, facendo insomma quello che gli autisti ci chiedevano da tempo: chiedere i sacrifici anche a Via Alimena. Ora possiamo provare a rialzare la testa e cominciare ad investire, iniziando dall'acquisto di circa 400 nuovi bus. I primi inizieranno ad arrivare a Maggio 2016. Per quanto riguarda il problema delle corse saltate invece, bisogna specificare che queste dipendevano in parte da carenza di personale (per la quale siamo intervenuti con nuove assunzioni) e dall'inefficienza/insufficienza dei mezzi . Con il nuovo orario, si è cercato di concentrare le risorse limitate nei giorni feriali e negli orari di punta a discapito del sabato e della domenica. Sicuramente non sono stati valutati alcuni aspetti che poihanno portato a questa situazione di disagio. Ma c'è stata tutta la volontà risolverla, e vi assicuro che la situazione si sta normalizzando".

"Con i Sindaci presenti - spiega infine il Sindaco Pelliccia - si è convenuto di rendere questo appuntamento periodico, in modo da verificare a cadenza regolare i servizi erogati e la concretezza dei nuovi interventi. Il trasporto su gomma verso Roma per noi rappresenta un Asset strategico, necessario a rendere competitiva la qualità della vita su questa valle. Regione e Cotral devono comprenderlo appieno ed investire su questa tratta senza indugi".

Il Comune di Subiaco continuerà inoltre a raccogliere le segnalazioni dei pendolari all'indirizzo mail: info@comunesubiaco.com per inoltrarle a Cotral .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento