Province e Città metropolitane, si punta al riordino legislativo

Il Consiglio direttivo di Upi Lazio ha approvato un documento da inviare in Regione. Pompeo: "È essenziale che tali enti recuperino centralità"

Antonio Pompeo

Si è riunito questa mattina a Roma il Consiglio Direttivo di Upi Lazio, convocato dal presidente Antonio Pompeo, alla presenza anche del vicepresidente di Upi Lazio, Vincenzo Carnevale e del direttore Adriano Marini. Tra i punti all'ordine del giorno, particolare rilevanza assume l'approvazione di un documento, sottoscritto dalle province del Lazio e sottoposto anche all’attenzione della Città Metropolitana di Roma, in cui si evidenzia la necessità di una profonda rivisitazione dell'impianto normativo disposto dalla L.56/2014 e si chiede alla Regione Lazio di attivare un canale di collegamento con Province e Città Metropolitana di Roma, al fine di gestire correttamente il processo di razionalizzazione delle funzioni di coordinamento del territorio.

"C'è bisogno – ha sottolineato a margine del Consiglio Direttivo il presidente di Upi Lazio e della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo - di un confronto costante che possa operare su due diversi piani: il riordino istituzionale da un lato e la risoluzione delle difficoltà di natura gestionale dall'altro. L'esercizio delle funzioni non fondamentali, per le Province e la Città Metropolitana, anche a causa delle carenze legislative, presenta aspetti di estrema criticità, che non possono continuare ad essere affrontati solo con la buona volonà del residuo personale presente. Un rapporto diretto tra Regione, Province e Città metropolitana è essenziale per consentire di analizzarle e risolverle in un'ottica di sistema, attraverso una modalità di azione organica e complessiva.

 A tal proposito, oggi in sede di Consiglio Direttivo, tutte le Province del Lazio hanno sottoscritto un documento nel quale si evidenziano tutte queste difficoltà e io stesso, in qualità di presidente di Upi Lazio, ho chiesto al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, un incontro urgente, insieme agli altri Presidenti di Provincia e alla Città metropolitana di Roma, proprio per discutere di tali problematiche. È quanto mai essenziale – ha concluso il presidente Pompeo – che questi enti recuperino la centralità che è loro propria e siano riabilitati nell'esercizio delle loro funzioni, così come sancito dalla Costituzione Italiana. Le Province sono l'unico anello di congiunzione tra i territori e il Governo centrale: restituire loro dignità istituzionale, funzioni certe e risorse adeguate è una necessià impellente che non può più essere ignorata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Maltempo, in arrivo vento forte e neve sulle colline della Ciociaria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento