Valle del Sacco, al via la fase operativa per la reindustrializzazione. Oltre 50 le imprese del nord Ciociaria coinvolte

Sui 37 comuni una cinquantina di manifestazioni di interesse su 200 totali sono del Serrone, il piccolo paese sui monti simbruini  

Con la definizione del protocollo d’Intesa per la bonifica e la reindustrializzazione dell'area della Valle del Sacco (tra Ministeri dello sviluppo economico e dell'Ambiente, Regione Lazio e Invitalia), si è aperta la fase operativa – con l'istituzione di una cabina di regia al fine di velocizzare le procedure – all'interno dell'area di crisi complessa di cui Serrone fa parte, insieme ad altri 36 comuni della provincia di Frosinone e i 9 di Roma.

Gli scenari futuri

Uno scenario che riguarda Serrone in modo determinante se si considera che, per l’area di crisi del “Sistema locale del lavoro di Frosinone”, tra le 195 manifestazioni di interesse ad investire arrivate a Invitalia, relative a vari ambiti settoriali, a seguito della chiamata promossa con l’obiettivo di definire i fabbisogni di investimento delle imprese, circa 50 arrivano da piccole e medie imprese del Comune di Serrone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto il sindaco Nucheli

“Questo risultato – commenta il sindaco Natale Nucheli – è stato possibile grazie alla collaborazione con i sindacati e, non di meno, al grande lavoro svolto in precedenza nell'interagire con tutto il tessuto produttivo locale, creando una banca dati con tutte le attività che oggi ci ha permesso di raggiungere facilmente le aziende e sollecitarne l'adesione alla call. Non è un caso che un quarto delle richieste totali pervenute sulla provincia di Frosinone arrivino proprio da attività di Serrone che ora hanno l'opportunità di ottenere fondi per l'ammodernamento tecnologico, l'ampliamento dell'azienda, l'acquisto di beni materiali e strumentali e, in questo modo, aumentare anche il livello occupazionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento