rotate-mobile
Politica

Valmontone, Calvano; la vicenda del bagarino è un danno per l’immagine della Città

Sulla triste vicenda dei biglietti del Parco Divertimenti Rainbow venduti da un bagarino, scoperto dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi, proveniente da una tessera VIP abbiamo voluto sentire il parere anche del Manager

Sulla triste vicenda dei biglietti del Parco Divertimenti Rainbow venduti da un bagarino, scoperto dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi, proveniente da una tessera VIP abbiamo voluto sentire il parere anche del Manager Sportivo Cristiano Calvano tra i fautori nel nascente Patto Per Valmontone la nuova aggregazione che sta facendo molto parlare in città. “Di sicuro sulla vicenda del bagarino ci ha perso tutta la città, soprattutto a livello di immagine. Io – ci spiega Calvano il figlio dell’amato ex Sindaco Egidio – sono garantista da sempre, quindi sono certo dell’integrità dei consiglieri comunali, ma vorrei che ognuno facesse una dichiarazione, magari messa a verbale, in un consiglio nella quale si prendano le proprie responsabilità. Se la magistratura, invece, in futuro troverà degli riscontri oggettivi sul coinvolgimento di esponenti politici, questi, allora, dovranno dimettersi immediatamente e chiedere scusa a tutti i cittadini di Valmontone”. Con Calvano siamo, poi tornati, sul nascente movimento Patto Per Valmontone: “Siamo partiti dal basso. Nasce come centro di aggregazione per tutti coloro che si riconoscono in una visione di alto profilo per il paese perché, il nostro paese ha toccato veramente il fondo, mentre tutti gli altri comuni limitrofi sono cresciuti noi siamo rimasti fermi al palo. Tante le cose da fare, ma ora dobbiamo incontrare tutti i cominciare dalle associazioni per capire quali siano i problemi concreti e le cose da fare perché. Al momento dobbiamo pensare solo a questo, in futuro, si parlerà anche delle candidature”

Dan. Flav

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, Calvano; la vicenda del bagarino è un danno per l’immagine della Città

FrosinoneToday è in caricamento