rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Politica

Valmontone, dopo 20 giorni riapre la scuola Padre Pio. L’ass. ApertaMente denuncia l’incapacita dell’amministrazione

Il ddl 'La Buona Scuola' è frutto di un lavoro di ascolto iniziato a settembre dal Governo e proseguito con le audizioni in Parlamento e gli incontri dell’Esecutivo con sindacati, studenti e genitori. Il ddl prevede un finanziamento aggiuntivo

Il ddl 'La Buona Scuola' è frutto di un lavoro di ascolto iniziato a settembre dal Governo e proseguito con le audizioni in Parlamento e gli incontri dell’Esecutivo con sindacati, studenti e genitori. Il ddl prevede un finanziamento aggiuntivo

di 3 miliardi a regime sul capitolo istruzione e un piano straordinario di assunzioni per poter dare alla scuola i docenti di cui ha bisogno e tirare una linea con il passato sul tema del precariato storico. Dal 2016 si assume solo per concorso. Il provvedimento mette al centro l’autonomia scolastica. Si danno gli strumenti finanziari e operativi a dirigenti scolastici e docenti per poterla realizzare. Ovvero più fondi (viene raddoppiato il Fondo di funzionamento delle scuole) e più risorse umane. Dal sito web “La buona scuola”.

“Quello che invece ha vissuto nell'ultimo mese la scuola valmontonese “Istituto Padre Pio” di Piazza Europa nulla ha di buono. Il 3 Novembre – si legge in una nota dell’ass. Apertamente Valmontone - in seguito allo scoppio della caldaia il Comune di Valmontone mette a conoscenza i cittadini che la centrale elettrica dell'Istituto non risultava a norma e chiedeva pazientemente di aspettare affinché i lavori di messa in sicurezza (che sarebbero durati circa 5-6 giorni) non fossero terminati. Quei pochi giorni però hanno cominciato a diventare più di 10, tanto che i bambini della scuola elementare hanno dovuto trasferirsi presso l'Istituto Oreste Giorgi per proseguire l'attività didattica e in seguito in, previsione dell’arrivo della perturbazione il sindaco ha ordinato la chiusura della scuola dal 23 al 27 novembre 2015, per consentire di completare i lavori di ripristino dell’impianto termoidraulico del plesso scolastico "Padre Pio", in piazza Europa.

Mercoledì finalmente dopo più di 20 giorni i bambini della Scuola Padre Pio sarebbero riusciti a tornare a scuola, secondo quanto detto ieri dal Sindaco Alberto Latini. Stamane però una fumata nera nei locali caldaia ha di nuovo messo in allarme i genitori: un falso allarme per fortuna ma derivato dalla mala gestione avuta da chi di dovere, tanto da portare i genitori ad essere molto più vigili sull'argomento.

La Buona Scuola è un Diritto, non un utopia. Un ddl ci parla di wi-fi, di nuovi finanziamenti, di docenti non precari, di inclusione. A Valmontone la scuola è “io speriamo che me la cavo” tradotto: “io speriamo che entro a scuola e ne esco vivo”!

Cara Amministrazione con quale coraggio porteremo noi i nostri figli a scuola? Chi deve vigilare sulla sicurezza della scuola? Quando devono essere previsti i controlli per la messa in sicurezza di una scuola? Perché i nostri figli da giorni non possono vivere in sicurezza il loro diritto all'istruzione? Cara Amministrazione a causa della vostra incompetenza si è sfiorata la tragedia ed oggi voi vi congratulate con la vincitrice delle elezioni a rappresentante d'Istituto. Qualcosa non è chiara, ad esempio l'interessamento politico (ingerenza?) verso tale elezione che in nessun modo invece si è rispecchiato con l'interessamento nei tempi e nelle modalità corrette verso la messa in sicurezza degli istituti scolastici valmotonesi. Forse qualcuno non ha ancora ben chiaro il suo ruolo o forse non ha ancora capito cosa sia amministrare la cosa pubblica per il bene comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, dopo 20 giorni riapre la scuola Padre Pio. L’ass. ApertaMente denuncia l’incapacita dell’amministrazione

FrosinoneToday è in caricamento