rotate-mobile
Politica

Valmontone, manifesti abusivi per la festa dell’Unità. L’ennesima figuraccia della maggioranza Latini

E menomale che si erano presentati alla campagna elettorale di oltre 2 anni fa come i rinnovatori, come coloro che avrebbero fatto rinascere Valmontone, ma dopo 24 mesi di governo l’unica cosa che sono stati capaci di fare è il

E menomale che si erano presentati alla campagna elettorale di oltre 2 anni fa come i rinnovatori, come coloro che avrebbero fatto rinascere Valmontone, ma dopo 24 mesi di governo l’unica cosa che sono stati capaci di fare è il

manto stradale di diverse importanti strade comunali, ma la cosa grave che invece di farla passare come normale amministrazione (se non ripari neanche le strade era meglio starsene a casa) si vantano anche di queste “cose normali”. Stiamo parlando della maggioranza Latini che dopo aver occupato tutto il possibile (ma la lista non si chiamava Libera Valmontone?) a livello di posti con qualche minima retribuzione ma anche con qualche piccolo ritorno di immagine pensa bene di dare “il buon esempio” e per pubblicizzare la tanto attesa festa l’Unità (il massimo per una maggioranza monocolore PD) dove sono attesi molti esponenti del partito, dai vertici regionali e nazionali pensano bene di attaccare dei manifesti abusivi sul muro in salita posto di fronte all’ingresso della frazione delle Casette. Ogni volta che in città arriva qualche “capoccione” del Pd la figuraccia dei rappresentanti del Sindaco Latini non si fa mai attendere. Vi ricordate la scorsa volta quando venne in città addirittura Matteo Orfini si “pensò bene” di far diventare lo storico Palazzo Doria Pamphilj una sorta di tinello di campagna dove quattro amiconi con a capo il factotum del partito si misero a cucinare la pasta in ampi pentoloni senza una ben che minima autorizzazione. Una volta a Valmontone si parlava e si facevano grandi progetti che ancora oggi hanno permesso di lavorare a migliaia di famiglie ed hanno permesso alla città di essere conosciuta in tutta Italia, oggi si è capaci solo di vantarsi di rifare il manto stradale e non si guarda più in là del proprio naso. Che finaccia che sta facendo una città importante come Valmontone.

Questa volta a smascherare l’ennesima figuraccia del PD è stato l’ex assessore Massimiliano Bellotti con un post su facebook con tanto di foto che vedete in apertura al quale ha prontamente replicato (non poteva essere altrimenti) il presidente del Consiglio Mirko Natalizia che con il passare dei giorni diventa sempre più il paladino del nulla sul social.

“W IL PD. Meno male che sia il sindaco Alberto Latini e il vice sindaco Eleonora Mattia e pure il presidente del consiglio Mirko Natalizia sono del PD sempre pronti a fare la morale a tutti ! Andate a pulire le fontane e zozzate i muri con manifesti abusivi !! bravi bravi manifesti abusivi e in barba all'educazione ambientale ma i vigili urbani cosa dicono?? ora ci pubblicate la multa fatta al pd !! e l'assessore all'ambiente veronica Bernabei? cosa dice?

se chi ci governa ci da questo esempio, coso ci possiamo aspettare dai cittadini! liberateci anche dalle vostre brutte abitudini !!

vergogna !” Fin qui la nota di Massimiliano Bellotti e di seguito la replica di Natalizia; “Noto che in queste ore qualcuno continua a condividere 4 manifesti al muro della Festa dell'Unità, ci tenevo a precisare che l'amministrazione si dissocia da certe provocazioni di certi individui che non sanno più a cosa appigliarsi, in quanto non è assolutamente autrice di tale abuso. Il manifesto al muro va tolto senza dubbio, ma lasciatemi dire che in questi giorni di grandi risposte alla città c'è chi posta foto di qualche "fratta" e chi di 4 manifesti al muro, segno di chi è ormai senza argomenti. Domani mentre asfalteranno l'entrata di Villaggio Rinascita li davanti staccheranno i manifesti non vi preoccupate!”.

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmontone, manifesti abusivi per la festa dell’Unità. L’ennesima figuraccia della maggioranza Latini

FrosinoneToday è in caricamento