rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Velletri - Greci (Live) sulle sorti dell'Ospedale: "Ora ognuno faccia la sua parte"

Di chiacchiere sulle sorti del nostro Ospedale ne sono state fatte tante, ma i tempi sono ormai scaduti ed è necessario che dalle parole si passi celermente ai fatti. Ben venga, in tal senso, un piano di riordino aziendale che dimostra la...

Di chiacchiere sulle sorti del nostro Ospedale ne sono state fatte tante, ma i tempi sono ormai scaduti ed è necessario che dalle parole si passi celermente ai fatti. Ben venga, in tal senso, un piano di riordino aziendale che dimostra la determinazione ed il coraggio dei nuovi vertici della Asl Rm H, desiderosi di dare un taglio col passato ed imprimere un nuovo slancio al nostro presidio ospedaliero”. Così Giorgio Greci, capogruppo della Lista Live (Laboratorio Idee per Velletri), nella mattinata di giovedì 14 maggio, durante la visita all’Ospedale ‘Paolo Colombo’ di Velletri dei direttore generale e sanitario della Asl di competenza, promossa dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giancarlo Righini. Al termine della visita, che ha toccato i punti cardine della struttura di via Orti Ginnetti, proprio il noto cardiologo veliterno s’è detto soddisfatto dell’attenzione dimostrata dai vertici aziendali, con l’auspicio che a quanto riportato nel Piano di Riordino facciano seguito interventi concreti. “Un plauso va innanzitutto al consigliere regionale Giancarlo Righini per la sensibilità dimostrata nei confronti del nostro nosocomio e per chi ci lavora. Arrivati a questo punto è necessario che ognuno faccia la sua parte e ai buoni propositi dell’Asl dovranno far seguito impegni concreti da parte della Regione, che dovrà sbloccare i fondi per mettere in sicurezza il Pronto Soccorso ed arricchire l’intero blocco operatorio e la terapia intensiva, essenziale per la riapertura di alcuni reparti. Ben venga, in tal senso, l’imminente arrivo di due urologi, che potranno dare ossigeno all’equipe capitanata dal dottor Corsetti. Da quanto si profila – ha continuato Giorgio Greci – l’ospedale di Velletri sarà messo in grado di svolgere la sua funzione di polo d’eccellenza dell’area chirurgica e di Dea di primo livello, che comunque salvaguardia la sua multidisciplinarietà, dovuta, in primo luogo, alla presenza del Pronto Soccorso, che ai Castelli è presente soltanto a Frascati ed Albano”. “Ho accolto favorevolmente – ha aggiunto ancora Greci – i discorsi fatti sull’apertura dell’Ospedale dei Castelli, che nelle intenzioni dei vertici aziendali non precluderà nulla all’ospedale veliterno, abbracciando un bacino di cittadini sostanzialmente diverso. Sono certo – conclude il cardiologo veliterno – che proprio grazie agli investimenti presenti nell’atto programmatorio si potrà garantire a Velletri la possibilità di poter continuare ad avere, con orgoglio, un Ospedale che nei decenni ha saputo brillare per efficienza e qualità, e che negli ultimi anni è sopravissuto, suo malgrado, nella sofferenza causata da gravi carenze strutturali e d’organico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velletri - Greci (Live) sulle sorti dell'Ospedale: "Ora ognuno faccia la sua parte"

FrosinoneToday è in caricamento